Nuoto Paralimpico, annullate le World Series e i Regionali Emilia per rischio Coronavirus

Dopo il Trofeo Città di Milano, annullati altri due eventi del nuoto, a rischio anche gli Assoluti di Riccione

Niente panico, certo, ma essere allarmati è opportuno ed è quanto si apprende semplicemente dai fatti: nelle ultime 24 ore, a seguito dei primi contagi in Italia e della prima vittima del Coronavirus, sono stati infatti annullati numerosi eventi sportivi che includono tra gli altri anche alcune partite di calcio della serie A. Tra questi vi sono anche diversi eventi che riguardano il nuoto, tra i quali il Trofeo Città di Milano di cui abbiamo dato notizia stamattina – clicca qui per saperne di più – al quale si sono aggiunte nelle ultime ore le World Series di Nuoto Paralimpico e i Campionati Italiani Assoluti Invernali di Nuoto Paralimpico in programma a Lignano Sabbiadoro i prossimi 27, 28, 29 Febbraio e 1 Marzo.

Un duro colpo per il Nuoto Paralimpico Italiano che dovrà rinunciare ad ospitare la prestigiosa tappa mondiale World Para Swimming che tra l’altro rappresentava anche crocevia importante per le Paralimpiadi di Tokyo, in quanto oltre ad essere occasione di qualifica – l’Italia ha guadagnato storicamente ben 29 pass a cinque cerchi per il Giappone – Lignano sarebbe stata anche sede di classificazione internazionale, occasione che avrebbe permesso a numerosi atleti, anche provenienti dall’estero, di essere meglio individuati per la propria classe sportiva di disabilità e poter disputare la propria stagione meglio proiettati verso i Giochi Paralimpici.

Non essendoci molte occasioni per le classificazioni internazionali durante la stagione, con l’annullamento dell’evento di Lignano, il World Para Swimming dovrà certamente prevedere un piano B affinchè molti atleti paralimpici non si trovino in difficoltà nel proseguire la propria stagione sportiva.

Oltre alle World Series, sono stati inoltre annullati nelle ultime ore anche la l’ultima sessione pomeridiana del Trofeo Swim-To di Torino, che tra gli altri ha visto in vasca ieri anche Benedetta Pilato, e la seconda parte dei Campionati Regionali Master Emilia Romagna.

È proprio su questo secondo evento che ci soffermiamo, perché con l’emergenza in atto, la domanda è d’obbligo: sono a rischio i Campionati Italiani Assoluti in programma a Riccione dal 17 al 21 marzo nello Stadio del Nuoto romagnolo?

La risposta è NI, visto che il Comitato Regionale Emiliano della Federnuoto ha deciso di sospendere tutte le attività acquatiche fino al 1° marzo.
È sicuramente prematuro analizzare e prevedere come si evolverà la situazione dopo quella data, ma di certo al momento gli Assoluti sembrano essere a rischio annullamento, anche perchè l’evento romagnolo rappresenterebbe un concentramento di atleti provenienti da tutta Italia e quindi anche dalle zone più esposte al contagio.

Intanto sono stati annullati anche il 15° Trofeo Master Seregno in programma il 1° marzo, mentre da domani molte piscine lombarde, venete, friulane, liguri ed emiliane sospenderanno le attività natatorie.

Alcuni hanno guardato anche molto più avanti considerando il rischio annullamento dei Giochi Olimpici di Tokyo, per i quali pare che Londra si sia già fatta avanti come eventuale sede di riserva, ma da qui a luglio/agosto si spera vivamente che le cose possano nettamente migliorare.

Ricordiamo che l’emergenza è scattata dopo la morte del primo individuo in Italia per Coronavirus, un uomo di 78 anni deceduto venerdì sera presso l’ospedale di Schiavonia (Padova). Si parla già anche di diversi altri casi in Italia e la cosa più imbarazzante di questa vicenda globale, è che il nostro rappresenta attualmente il terzo Paese al mondo per numero di contagi con 150 casi, dopo Cina con 77mila e Corea del Sud con 602.

Di certo qualcosa è andato storto, più di qualcosa probabilmente e forse chi doveva cautelarci come cittadini, è stato superficiale.

Da alcune statistiche stilate fino ad ora sugli oltre 2.200 deceduti in tutto il mondo, il Coronavirus sembrerebbe molto più letale per gli over 70.

Il consiglio del Ministero della Sanità resta quello di ridurre il più possibile i contatti diretti, lavarsi e disinfettarsi spesso le mani e frequentare il meno possibile luoghi pubblici.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici su Instagram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights