Coronavirus, sospesi i Campionati Italiani Invernali di Nuoto Esordienti UISP

Sempre più a rischio gli #Assoluti primaverili dopo l’annullamento dei Campionati giovanili attesi dal 7 all’8 marzo nello Stadio del Nuoto di Riccione e il pronostico di mesi di stop secondo il Dipartimento di Malattie infettive dell’Istituto superiore di sanità

L’Italia sportiva è sempre più paralizzata dal Coronavirus che sta influendo negativamente su eventi e attività natatoria di tutte le categorie. Dopo tantissimi annullamenti di manifestazioni di Nuoto Assoluti, Paralimpico e Master decise per Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Friuli e Liguria, tra le quali ricordiamo le più rilevanti del Trofeo Città di Milano che era in programma per il 28 e 29 febbraio e 1 marzo nella piscina Samuele clicca qui per saperne di più – e le World Series di Nuoto Paralimpico in programma a Lignano Sabbiadoro i prossimi 27, 28 e 29 febbraio e 1 marzo – clicca qui per saperne di più – circa un’ora fa è arrivata la decisione da parte della lega UISP di sospendere per motivi precauzionali i Campionati Italiani Esordienti in programma presso lo Stadio del Nuoto di Riccione dal 7 all’8 marzo.

La decisione desta a questo punto ulteriori preoccupazioni in merito al regolare svolgimento dei Campionati Italiani Assoluti in programma a Riccione dal 17 al 21 marzo sempre nello Stadio del Nuoto gestito dalla Polisportiva Comunale Riccione e che avevamo già sollevato osservando l’andamento degli annullamenti degli eventi e le decisioni degli organi istituzionali in merito all’emergenza che si sta diffondendo in tutto il nord Italia.

C’è da dire che desta confusione quanto deciso fino ad oggi, perchè, ad esempio, le Regioni Emilia Romagna, Piemonte e Veneto hanno sospeso le manifestazioni sportive o eventi che comportano l’afflusso pubblico, ma consentono il regolare svolgimento dei corsi sportivi e amatoriali che prevedono comunque una concentrazione di individui all’interno degli ambienti piscina, mentre la Regione Lombardia ha favorito attraverso un Comunicato lo svolgimento di attività agonistiche soltanto per atleti impegnati nella preparazione di competizioni internazionali, nazionali o di livello equiparabile, anche se non è chiaro in realtà quale livello competitivo di atleta può realmente utilizzare gli impianti sportivi visto che molti stanno riscontrando impossibilità ad allenarsi.  Ricordiamo infatti anche la direttiva imposta dalla Federnuoto che ha esteso lo stop alle attività natatorie su tutto il territorio nazionale e non solo alle zone interessate dai focolai – clicca qui per saperne di più – e che quindi risultano abbastanza evidenti le problematiche per poter fare allenare gli atleti.

“Abbiamo un numero non piccolo di casi, siamo arrivati alla seconda o terza generazione di contagi – ha affermato il direttore del Dipartimento di Malattie infettive dell’Istituto superiore di sanità Gianni Rezza come si legge su Repubblica – Il focolaio principale è circoscritto e i nuovi casi sono quasi tutti riconducibili all’epicentro dell’epidemia nel Lodigiano e ai due focolai più piccoli in Veneto, ma ci aspettiamo ancora un aumento dei casi, fino a quando le misure adottate non daranno gli effetti sperati. Dobbiamo attendere ancora dei mesi a mio avviso”

Il rischio che saltino anche gli Assoluti primaverili di Nuoto, validi ricordiamo come trials di qualificazione olimpica per i Giochi di Tokyo, anch’essi in discussione tra l’altro, c’è e non è poco importante, considerando anche che fino ad oggi non sono arrivate rassicurazioni da parte della Federnuoto in merito alla conferma dell’evento e non potrebbe che essere così visti gli sviluppi della situazione che sta destabilizzando non solo il mondo dello sport ma anche il regolare quotidiano dei cittadini italiani.

Ricordiamo che l’emergenza è scattata dopo la morte del primo individuo in Italia per Coronavirus, un uomo di 78 anni deceduto venerdì sera presso l’ospedale di Schiavonia (Padova) e che dati aggiornati alla mano, ad oggi risultano 374 contagiati e 12 vittime in Italia che rappresenta il terzo Paese al mondo per contagi dopo la Cina e la Corea del Sud.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici su Instagram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights