Coronavirus, ipotesi rinvio per i Giochi Olimpici di Tokyo!

Il CIO conferma che le olimpiadi si disputeranno come previsto mentre il Governo giapponese ipotizza un rinvio. Lettera aperta del Presidente Barelli

Non si placa il caos che si è venuto a creare nell’ultime settimane per via del Coronavirus e dei suoi effetti che stanno destabilizzando diversi paesi nel mondo e che hanno influito negativamente sullo stile di vita delle persone, soprattutto per quelli residenti nelle zone dove si è propagato il contagio e che ad oggi conta ben novantamila casi e oltre tremila morti.

I tanti effetti negativi che si sono avuti nell’ultimo periodo, in Italia e nel resto del mondo, con impianti chiusi, manifestazioni sospese o rinviate, stanno aumentando sempre di più, tanto da toccare niente poco di meno che i Giochi Olimpici di Tokyo 2020.

Il Comitato Olimpico internazionale (CIO), nella persona del presidente Tomas Bach, ha espresso il suo pieno impegno per garantire un grande successo dei Giochi che si svolgeranno dal 24 luglio al 9 agosto 2020, garantendo che stanno prendendo tutte le misure possibili per tenere sotto controllo l’emergenza del coronavirus.

A metà febbraio era già stata creata una task force congiunta che coinvolgeva il CIO, Tokyo 2020, la città ospitante di Tokyo, il governo del Giappone e l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

Tuttavia è proprio di oggi la notizia, come riportato da Ansa, che sembra confermare i non ottimi rapporti che ci sono tra il CIO e il governo di Tokyo, in quanto la ministra giapponese per le Olimpiadi Seiko Hashimoto fa notare che, secondo i termini dell’accordo fra Giappone e CIO, i Giochi devono tenersi entro il 2020, senza specificare quando.

“Il contratto prevede che i Giochi si tengano entro il 2020. Questo potrebbe essere interpretato come una possibilità di spostarli, ma stiamo facendo tutto il possibile per far sì che si svolgano come previsto”

Intanto tramite Federnuoto, il Presidente Paolo Barelli ha voluto trasmettere tranquillità e rispetto della prevenzione senza però sfociare nella paura.

“Carissimi/e, pur comprendendo la preoccupazione generata dalle molteplici e a volte contradditorie notizie relative al contagio e alla diffusione del Coronavirus, vi invitiamo ad attenervi scrupolosamente ai provvedimenti del Governo, sostenuti dalla comunità scientifica, in materia di contenimento e gestione dell’emergenza, validi fino a domenica 8 marzo.

La Federazione Italiana Nuoto sta ponendo tutte le proprie competenze al servizio delle società affinché venga salvaguardata l’attività del movimento, garantendo il regolare svolgimento delle manifestazioni e delle competizioni sportive in piena sicurezza per la salute attraverso l’ossequioso rispetto dei provvedimenti emanati dallo Stato.

Mi appello, dunque, al vostro senso di responsabilità e a quello di tesserati e familiari affinché, confortati dalla fiducia nelle istituzioni, si viva con giudizio e rigoroso rispetto delle norme questa fase transitoria che ci riporterà, spero quanto prima, alla piena normalità”

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici su Instagram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Ciro Porzio

Consulente informatico, matematico con la passione per le statistiche e apprendista nuotatore. Ricopre diversi ruoli di responsabilità in Swim4Life Magazine.
Shares
Verified by MonsterInsights