Nuoto Master, Filippo Magnini, Massimiliano Rosolino ed Emiliano Brembilla ritornano sul Record del Mondo

Dopo l’assoluzione di Filippo Magnini, ritorna di moda l’argomento primato, con Emiliano Brembilla che ne parla a Radio Uno Sport  

Se ne era parlato esattamente due anni fa e la notizia riscontrò subito un grande interesse per quanto straordinaria: tre campioni che hanno scritto diverse pagine di storia del nuoto d’élite italiano e internazionale puntano a siglare il Record del Mondo nella 4×200 stile libero di categoria Master 160-199!! Stiamo parlando di Filippo Magnini, Massimiliano Rosolino ed Emiliano Brembilla, che inseme a Simone Cercato furono protagonisti della staffetta che vinse la medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Atene 2004, e che con l’attore Raoul Bova, intendono abbattere quel primato così prestigioso all’interno di un evento a scopo benefico.

Il record è attualmente detenuto in vasca corta dai danesi della Sigma Swim composta da Mads Gjerlov, Jacob Lercke Skytte, Henrik Pedersen e Claus Lerche Iversen con 7’52”68 del 2016, media 1’58” a frazione, e in vasca olimpionica dagli svizzeri della Aquatic Masters, composta da Felix Steinhauer, Yves Platel, Richard Grauel e Marco Pilloud con 8’15”08 del 2015, media meno di 2’04” a frazione, anche se in realtà il primato sarebbe stato battuto con 8’11″34 dalla Master Brescia nel 2015, primato però mai omologato dalla FINA per ragioni non note.

L’argomento è tornato di moda dopo l’assoluzione di Filippo Magnini, giudicato innocente rispetto alle accuse che lo volevano implicato in vicende di doping che invece non gli appartengono e a riportare l’impresa sotto i riflettori, stavolta ci ha pensato Brembilla che in occasione della puntata di ieri di Radio Uno Sport nel salotto di Sandro Fioravanti, ha raccontato che si sta allenando per centrare il record del mondo master in staffetta con i compagni Massimiliano Rosolino, Filippo Magnini e Raoul Bova.

A lanciare la sfida per primo fu Bova: «Filippo aiutami a realizzare il sogno di mio padre, fammi fare un record del mondo»

Bova, che è stato atleta agonista da giovane con discreti risultati e che già in passato ha preso parte ad una gara Master in occasione dei Campionati Italiani di Ostia 2010 per girare una scena della fiction “Come un delfino” nuotando i 100 stile in 56”38, aveva lanciato la sfida a Magnini che non si era tirato indietro, accogliendo la simpatica richiesta del 48enne attore romano che però avrebbe un fine più nobile del record mondiale, ovvero quello di fare beneficenza attraverso un evento organizzato apposta per il tentativo di record.

La categoria Master 160-199 alla quale i quattro concorrerebbero, è data dalla somma dell’età degli staffettisti che deve oscillare quindi tra i 160 e 199 anni, fascia in cui i quattro rientrano.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Swim4Life – All rights reserved

Swim4Life Magazine contribuisce dal 2011 a:

  • divulgare l’informazione sul nuoto della categorie Assoluti, giovanili, Paralimpici e Master
  • divulgare informazioni di interesse generale in merito ad alimentazione, salute, tecniche di nuotata e allenamenti
  • divulgare informazioni di interesse generale a riguardo dell’ambientamento bambini all’attività natatoria

Inoltre segue da vicino gli eventi più importanti di nuoto regalando migliaia di immagini realizzate da bordo vasca, offre notizie di anteprima e interviste ai protagonisti del nuoto di tutte le categorie, oltre ad allietare i lettori con svariati argomenti di Lifestyle.

Se il lavoro svolto fino ad oggi ti piace e ti farebbe piacere trovare sempre disponibile e aggiornato Swim4Life Magazine anche in futuro, abbiamo bisogno del tuo contributo.

Aiutaci a sostenere le spese necessarie a mantenere vivo questa Testata Giornalistica Registrata donando a tuo piacere per la nostra attività, te ne saremo immensamente grati!



occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights