Coronavirus, Riccione ufficialmente zona rossa, ha ancora senso parlare di Italiani Assoluti?

Nuovo decreto del governo in vigore dall’8 Marzo, chiusa la Lombardia e altre 14 province. Un abitante su quattro dell’Italia da domani è in isolamento!

Sempre più tesa la situazione nel nostro paese in balia dell’emergenza Coronavirus, che in queste ore è sfociata in un nuovo decreto volto al contenimento dell’emergenza.

Nell’articolo 1 del nuovo decreto del governo, che andrà in vigore da domenica 8 Marzo, si apprende del divieto di ingresso e di uscita dalla Lombardia e da altre 14 province, e l’estensione delle zone controllate a Piemonte ed Emilia-Romagna. Nel dettaglio, le province diventate “zona rossa” sono le seguenti: Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Venezia, Padova, Treviso, Asti, Alessandria, Novara, Vercelli e Verbano Cusio Ossola. Tutte le nuove disposizioni sono valide dall’8 marzo fino al 3 aprile.

Clicca qui per il decreto

Passando agli eventi, dal decreto si apprende che “sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati. Resta consentito lo svolgimento dei predetti eventi e competizioni, nonché delle sedute di allenamento degli atleti agonisti, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico. In tutti tali casi, le associazioni e le società sportive, a mezzo del proprio personale medico, sono tenute ad effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano”

Per le palestre e le piscine si legge che “sono sospese le attività di palestre, centri sportivi, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali (fatta eccezione per l’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza), centri culturali, centri sociali, centri ricreativi”

Si tratta del maggior isolamento d’Europa con ben 16 milioni di italiani coinvolti. La sola regione Lombardia da sola ne conta quasi 10 milioni, mentre sono circa 6 milioni quelli nelle altre 14 province. In pratica un abitante su quattro dell’Italia da domani è in isolamento!

Con tutta la provincia di Rimini, quindi, Riccione è ufficialmente in zona rossa, che mette sempre più in dubbio lo svolgimento dei Campionati Italiani Assoluti che non si potranno svolgere presso lo Stadio del Nuoto di Riccione, a meno che l’impianto, chiuso secondo l’ordinanza della Sindaca Renata Tosiclicca qui per leggere la notizia – non venga riaperto dalla sindaca stessa.

I Campionati Italiani Assoluti, che sarebbero validi anche come trials per gli Europei di Budapest e le Olimpiadi di Tokyo, si aggiungerebbero alla lunga lista di eventi annullati, tra i quali si era ipotizzato uno svolgimento a porte chiuse ma che in pratica non hanno trovato applicazione.

Per una fondamentale tappa per gli Europei d’Èlite e per le Olimpiadi di Tokyo – sulle quali c’è l’ombra di un potenziale rinvio, clicca qui per approfondire – sicuramente ci potrebbe essere l’opzione del cambio di sede, magari con un impianto come la rinnovata Piscina Scandone di Napoli che gode di doppia vasca da 50 metri, oppure il rinvio non appena la situazione si tranquillizzi, tuttavia, vista l’emergenza in cui il nostro paese è piombato, forse oggi non ha più senso neanche parlarne.

Secondo i dati ufficiali del Ministero della Salute, sono 5.061 le persone che hanno contratto il virus ad oggi, di cui 233 deceduti.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici su Instagram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Ciro Porzio

Consulente informatico, matematico con la passione per le statistiche e apprendista nuotatore. Ricopre diversi ruoli di responsabilità in Swim4Life Magazine.
Shares
Verified by MonsterInsights