Coronavirus, Decreto Io resto a casa, Italia in quarantena!

Si ferma tutto, tutti gli sport vanno in pausa forzata, nessuna eccezione tranne che per gli olimpionici

È di pochi minuti fa l’annuncio a reti unificate del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte che ha annunciato la quarantena estesa a tutto il Paese: con il Decreto “Io resto a casa” in vigore da domattina, non esisterà più la zona rossa delimitata alla Lombardia e alle 14 province del nord Italia rese note con il precedente Decreto, ma tutta l’Italia sarà intesa come zona rossa.

Nessuna città esclusa quindi, tutto il Paese è in quarantena da mezza notte: le persone potranno uscire di casa soltanto per tre motivi plausibili:

  1. necessità lavorative
  2. necessità primarie
  3. problemi di salute

Sarà possibile auto certificare i motivi ammessi per uscire di casa – clicca qui per scaricare il modulo

Vigerà inoltre il divieto di assembramento nei luoghi pubblici, uno dei motivi, insieme all’innalzamento dei contagi, alla decisione estrema di adottare questo nuovo decreto. Chiuse anche le scuole e le Università fino al 3 aprile.

“I numeri ci dicono che stiamo avendo una crescita importante delle persone in terapia intensiva, subintensiva e deceduteha dichiarato ConteLe nostre abitudini vanno cambiate e va fatto adesso: dobbiamo rinunciare tutti a qualcosa per il bene dell’Italia. Lo dobbiamo fare subito e ci riusciremo solo se tutti collaboreremo e ci adatteremo a queste norme più stringenti”

Soltanto nella giornata di oggi, a seguito del precedente decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri pubblicato nella nottata di domenica 8 marzo 2020, volto al contenimento dell’emergenza Coronavirus nel nostro paese – clicca qui per approfondire – la Federnuoto aveva deciso di sospendere i Campionati Italiani Assoluti e tutti gli eventi delle altre discipline acquatiche poiché impossibilitati a garantire la preparazione dei propri atleti agli eventi nazionali fino al 3 aprile. Il nuovo decreto permetterà comunque agli atleti olimpionici di continuare ad allenarsi.

Ricordiamo che i Campionati Italiani Assoluti dovevano essere validi anche come trials per gli Europei di Budapest e le Olimpiadi di Tokyo, a questo punto in forte dubbio di regolare svolgimento.

Secondo i dati ufficiali del Ministero della Salute, sono 7.985 le persone che hanno contratto il virus ad oggi, di cui 463 deceduti, 97 dei quali soltanto nella giornata di oggi.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici su Instagram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine