photo: Fabio Ferrari/LaPresse

Nuoto, la ISL preannuncia spostamento Giochi Olimpici tra ottobre e dicembre

Il comunicato lascia presagire che le Olimpiadi di Tokyo potrebbero essere rimandate a ridosso dell’inizio della Champions League del nuoto, pronta a cambiare le date del suo campionato

È di sabato il comunicato pubblicato sul sito ufficiale della International Swimming League in cui si legge che la lega show del nuoto rassicura gli atleti partecipanti al suo circuito che il campionato verrà spostato conseguentemente alla eventuale nuova data dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020 e non è un caso che questo comunicato sia stato pubblicato soltanto poche ore prima che il CIO si esprimesse in merito alla riunione programmata nei prossimi giorni per decidere un eventuale spostamento dell’evento.

Ormai manca soltanto l’ufficialità insomma, le Olimpiadi di Tokyo verranno rimandate e non potrebbe essere altrimenti, vista l’emergenza sanitaria in atto in tutto il mondo a causa del Coronavirus Covid-19 che non solo sta mietendo vittime, oltre 12mila su quasi 300mila contagiati.

“Ciò che sta accadendo nel mondo è senza precedenti e incerto – si legge nel comunicato del di Konstantin Grigorishin, fondatore della ISL – Stiamo seguendo storie di atleti in quarantena, auto-isolamento e che non sono in grado di allenarsi in quello che dovrebbe essere uno degli anni più importanti della loro vita. Riconosciamo le lotte affrontate sia dagli atleti del nuoto d’élite che da quelli aspiranti in tutto il mondo e ammiriamo e rispettiamo sia la capacità di recupero che la dedizione allo sport che hanno dimostrato anche in condizioni così estreme. Comprendiamo i programmi degli atleti che si sono allenati per i Giochi Olimpici e nel loro rispetto faremo tutti gli adeguamenti necessari alla stagione ISL in caso di rinvio di Tokyo 2020”

Considerando che nel suo ultimo intervento, il CIO ha escluso l’annullamento della XXXII edizione dei Giochi Olimpici, che secondo il contratto tra il Comitato Organizzatore di Tokyo e il Comitato Olimpico Internazionale, i Giochi devono svolgersi entro dicembre 2020 e che la stagione ISL inizia a metà ottobre e prosegue lungo tutto l’autunno e l’inverno, si può prevedere che la nuova data per le Olimpiadi potrebbe cadere proprio nel periodo tra ottobre e dicembre.

Andando per esclusione, dicembre è da escludere per il nuoto, visto che dal 15 al 20 sono previsti i Mondiali in vasca corta di Abu Dhabi, mentre novembre sarebbe un mese difficile nel quale inserire le Olimpiadi in mezzo a numerosi eventi internazionali di spessore delle varie discipline sportive olimpiche, quindi ottobre, mese prescelto anche per la nuova data dei Trisome Games, le Olimpiadi riservate agli atleti con sindrome di Down, sembra il mese migliore per i Giochi di Tokyo.

Ottobre sarebbe il mese con meno appuntamenti sportivi rilevanti a livello mondiale: le possibili nuove date dei Giochi Olimpici potrebbero cadere dopo l’11 ottobre, ultima giornata dell’ATP di Tennis in programma proprio a Tokyo. Ottobre tra l’altro, sarebbe un mese valido anche per USA Swimming che non ha in calendario appuntamenti importanti in quel periodo.

Non resta che attendere, ma l’annuncio del CIO non dovrebbe tardare ad arrivare nei prossimi giorni.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici su Instagram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights