Coronavirus, aperto il pannello domande Bonus 600 euro per Partite IVA e CoCoCo

Assalto al sito dell’INPS andato fuori uso poco dopo mezzanotte, ma sarà possibile fare richiesta anche nei prossimi giorni

È doveroso fare prima di tutto una precisazione: in questo articolo parliamo nello specifico solo di Nuoto e quindi di collaboratori sportivi. Fatta questa premessa, stanotte è partito l’assalto al Bonus 600 euro previsto dal decreto Cura Italia per il solo mese di marzo per i collaboratori sportivi professionisti, quindi coloro che lavorano utilizzando partita IVA e collaboratori coordinati e continuativi.

Dove presentare domanda
Per questi ultimi, la domanda va presentata all’INPS come chiarito già nel nostro precedente articolo – clicca qui per leggerlo – esclusivamente in modalità telematica, quindi online e quindi bisogna preventivamente essere in possesso del PIN da richiedere tramite il call center direttamente all’INPS che intanto ha definito una modalità semplificata di compilazione e invio online delle domande inserendo semplicemente l’inserimento della sola prima parte del PIN ricevuto via SMS o e-mail. Sarà inoltre possibile richiedere il pagamento direttamente su conto corrente fornendo l’IBAN in fase di presentazione domanda.

Precisazioni
I soggetti a cui spetta il Bonus 600 euro da INPS devono risultare iscritti esclusivamente alla Gestione separata e non devono essere titolari di un trattamento pensionistico diretto, mentre in particolare i Co. Co. Co. devono essere iscritti in via esclusiva alla Gestione separata con il versamento dell’aliquota contributiva per l’anno 2020 pari al 34,23%.

Il fondo stanziato però ha un limite fino a 203,4 milioni di euro, quindi non basterà per tutti coloro che ne necessitano. Sta di fatto che il sito dell’INPS è crollato poco dopo mezzanotte a causa della larga affluenza di pubblico, si stima circa 300mila utenti, che ha tentato di inviare domanda.

Possibile aumento del Bonus a 800 euro
È atteso un nuovo decreto che dovrebbe uscire prima di Pasqua e dovrebbe prevedere l’indennità per lavoratori autonomi e professionisti anche per il mese di aprile, con un incremento a 800 euro ma con un processo selettivo differente e più restrittivo secondo quanto anticipato dal viceministro dell’Economia, Antonio Misiani.

Ricordiamo che oltre ai possessori di partita IVA, il bonus 600 euro è destinato anche ai collaboratori sportivi operanti per società sportive e associazioni sportive dilettantistiche secondo l’art. 67, comma 1, lettera m) del DPR 917/1986 e secondo quanto previsto dall’art. 96, comma 1-4.

In questo caso però, la domanda dovrà essere presentata presso Sport e Salute SpA – clicca qui per il sito web dedicato – secondo le modalità di presentazione che verranno specificate entro domani 2 aprile, scadenza da rispettare dal Ministro dell’Economia e delle Finanze, di concerto con l’Autorità delegata in materia di sport, per pubblicare l’attuativo del Decreto che chiarirà come presentare la domanda e quale documentazione allegare.

Un probabile elenco secondo gli esperti del settore dovrebbe essere quello specificato nell’articolo pubblicato precedentemente – clicca qui per leggerlo – in cui viene specificato anche che sostegno è previsto per i gestori delle piscine.

In caso di eventuali ritardi, è stata attivata una casella di posta elettronica presso la quale richiedere informazioni: curaitalia@sportesalute.eu.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici su Instagram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights