Abbracciata Collettiva, l’evento organizzato dalla TMA si svolge in virtuale

Nella giornata mondiale per l’autismo, un simpatico video amatoriale per non far avvertire troppo la distanza ai bambini speciali

L’emergenza Coronavirus e il conseguente stop a tutte le manifestazioni e piscine chiuse da ormai un mese, non ha fermato soltanto l’attività sportiva competitiva e i relativi eventi in programma, ma anche tante attività e manifestazioni di nuoto organizzate con lo scopo di fare beneficenza che hanno dunque subito un duro colpo con l’impossibilità a svolgere i propri eventi, una delle poche possibilità per raccogliere fondi destinati a specifiche attività o sostegni economici.

Tra queste figura l’ormai nota Abbracciata Collettiva, che per il quinto anno consecutivo, si sarebbe dovuta tenere il 28 e 29 marzo scorsi attraverso la classica maratona di 30 ore di nuoto che contraddistingue l’evento, nelle città di Roma, Napoli, Firenze, Milano, Foggia, Treviso, Reggio Calabria, Siracusa, Brindisi, Alessandria e Messina, che ha lo scopo di raccogliere fondi da destinare ai bambini autistici che seguono corsi di TMA e avvicinare più persone possibili alla disabilità e in particolare all’autismo e ai disturbi mentali gravi.

Ogni partecipante avrebbe dovuto contribuire quindi nuotando, galleggiando, o presenziando semplicemente in piscina per un minimo di 15 minuti insieme ai ragazzi, oltre 4mila, che svolgono durante l’anno la Terapia Multi Sistemica in Acqua metodo Caputo – Ippolito e facendo una donazione per la raccolta fondi.

Migliorare inoltre l’integrazione sociale e promuovere la tutela di diritti dei bambini speciali, anche attraverso questo importante evento, un’occasione importante e persa purtroppo a causa dell’emergenza sanitaria in corso, ma che non ha fermato lo spirito di chi organizza questo appuntamento.

In occasione della giornata mondiale dedicata all’autismo ricorsa nella giornata di ieri, sono state coinvolte alcune delle persone che avrebbero voluto contribuire all’evento partecipandovi, facendo il loro ingresso in acqua per l’Abbracciata Collettiva Virtuale 2020.

Decine e decine di atleti amatoriali, amanti del nuoto e alcuni ragazzi che seguono i corsi di TMA si sono prestati per la realizzazione di diversi video che rappresentassero l’Abbracciata Collettiva Virtuale, un gesto ammirevole e anche simpatico per avvicinarsi gli uni agli altri, seppure distanti, con un abbraccio acquatico dalla propria abitazione.

Abbracciata Collettiva Virtuale 2020 master Napoli

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Altri atleti della #tmacaputoippolito, fanno il loro ingresso in acqua per l'Abbracciata Collettiva Virtuale 2020 in notturna.Proseguiamo con gli atleti masteramici e nuotatori di #NapoliForza ragazzi!!Autismo TMA Campania metodo Caputo-Ippolito#abbracciataccollettiva #sfidautismo #giornataautismoRingraziamo Shockly, Dimattia, Fondazione Mediolanum Onlus, Lav Mì Tattoo, Mamaruma, Chickenroastt, Bastianello, DIHR, Wildamm SAS, Il Cireneo, Jaked, WalCor, Gruppo Dufour, Linea_blu_superstore, Euronics Gruppo Tufano, Sartoria Italiana, TIRO A SEGNO NAZIONALE MILANO, FacileRent, Ottanta24, CSA Energy SRL, Gruppo Di Palo Cash & Carry, De Rosa Srl, McDonald's Fuorigrotta Stadio, Castelmac SpA, Tirooperativo.it, De Giovanni Pizzeria, Saca Industrie SPA, Art Serf SpA, Immobiliare Fontana, New.Fa:Dem srl, Eventualmente – Eventi e comunicazione, Vecchio Amaro del Capo. Aifes, Pollo'n, Gruppo Marina, Sartoria Italiana Sorvino, che ci hanno supportato in questa iniziativa.

Posted by Abbracciata Collettiva on Wednesday, 1 April 2020

Cos’è la Terapia Multisistemica in Acqua con metodo Caputo-Ippolito
È definita dagli ideatori del metodo una terapia sviluppata in ambiente naturale, quindi in una piscina pubblica, con un modello teorico di riferimento e una metodologia strutturata attraverso fasi che utilizza inoltre metodiche cognitive, comportamentali, relazionali e senso motorie.
Questa terapia si rivolge ai soggetti con autismo, disturbo pervasivo dello sviluppo e disturbi della comunicazione e si svolge con scopi espliciti ed impliciti.
Gli scopi espliciti che tra l’altro danno forma all’attività, sono l’insegnare a nuotare e sapersi adeguare alle regole della piscina.
Gli scopi impliciti sono di migliorare le capacità dei soggetti di muoversi nel mondo così da poter aumentare la qualità della loro vita.

Il fine ultimo della terapia non è l’insegnamento del nuoto, né l’uso di quest’ultimo per svago o ricreazione, anche se il gioco e lo stare bene insieme vengono utilizzati come elemento per facilitare la relazione e la gestione delle emozioni. L’applicazione clinica della TMA favorisce l’apprendimento e lo sviluppo del bambino autistico a livello emozionale, cognitivo, comportamentale, sensomotorio, sociale e comunicativo.
Il metodo si è rivelato negli anni una strada molto efficace nel trattamento dei deficit del funzionamento adattivo di bambini con autismo, risultato confermato anche dalla prima ricerca scientifica italiana pubblicata sul Journal of Autism and Developmental Disorders, una delle più prestigiose riviste scientifiche internazionali per l’autismo.

Per altre informazioni sulla terapia, sui centri ed altro sulla TMA con metodo Caputo – Ippolito, clicca qui per il sito web ufficiale

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici anche su Instagram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine