Nuoto, piscina comunale Palermo chiusa per Covid-19, positivo il capitano del TeLiMar Pallanuoto

L’atleta ha giocato la Final Four con Brescia, Posillipo e Quinto lo scorso fine settimana, a rischio contagio compagni di squadra, avversari, staff, personale impianto sportivo e utenti, Giulia Noera costretta ad annullare l’Italian Swim Contest

Arriva purtroppo una notizia negativa e dal mondo del nuoto che riguarda la chiusura temporanea della piscina olimpionica di Palermo a causa di due conclamati casi di positività al Covid-19, uno dei quali risulta essere Ciccio Lo Cascio, capitano della squadra di pallanuoto della TeLiMar che nello scorso fine settimana è stata impegnata all’interno dell’impianto sportivo in via del Fante in occasione della Final Four con Brescia, Posillipo e Quinto.

Atleti e staff della società palermitana erano stati sottoposti a tampone lo scorso 24 agosto, prima dell’inizio degli allenamenti e poi successivamente ogni quindici giorni ai test sierologici come protocollo prevede, ma la positività del giocatore riscontrata nelle ultime ore fa preoccupare se si pensa al fatto che la pallanuoto è uno sport di contatto inevitabile tra giocatori e che quindi esiste il rischio che Lo Cascio possa aver contagiato a sua volta compagni di squadra e avversari che adesso sono tutti in quarantena, così come non può essere escluso che lo stesso Lo Cascio possa essere stato contagiato da qualche altro giocatore, seppure non c’è certezza ovviamente da dove come sia partito il contagio.

Purtroppo questa situazione diventa causa anche dell’annullamento dell’Italian Swim Contest organizzato dalla Fidelio Cultura Integrata con a capo la pluricampionessa Giulia Noera previsto inizialmente ai primi di settembre e poi già rinviato a ottobre per altre problematiche.

“Purtroppo a causa di questi due casi di contagio, appare imprudente pensare di poter organizzare qualsiasi cosa nell’impianto Comunale di Palermo, che tra sanificazione e futuro incerto, non rende possibile una programmazione – ha dichiarato Giulia Noera raggiunta telefonicamente da Swim4Life Magazine – Per adesso siamo costretti a rinunciare ad organizzare l’evento, sperando che la situazione generali migliori. Bisogna essere responsabili e dare più attenzione alla situazione sanitaria che a quella sportiva”

Nel pomeriggio dovrebbe arrivare un comunicato stampa ufficiale da parte della società che avrebbe dovuto organizzare l’evento e che si vede costretta ad annullarlo definitivamente, in attesa di tempi migliori.

Ricordiamo che la TeLiMar svolge regolarmente anche attività di allenamento nella Piscina Olimpica Comunale.

Purtroppo, dalla foto pubblicata dopo la vittoria della Final Four che porterà il TeLiMar a giocare la finale prevista a fine gennaio a Brescia e in cui oltre ai giocatori, sono presenti l’Assessore allo Sport di Palermo e il Capo Impianto della piscina di via del Fante, non sembra che siano stati rispettati tutti i protocolli anti contagio e che non sia stato fatto tutto il necessario per evitare la diffusione del Coronavirus.

Articolo Rettificato successivamente – clicca qui per la rettifica

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Seguici su Instagram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

quanto-e-grave-assenza-nuoto-promozione-speedo-kit-swim-camp"

Paco Clienti

Paco Clienti
Responsabile Redazione Swim4Life Magazine