credit photo: Mine Kasapoglu

Nuoto, altro Record Europeo alla ISL, Ilya Shymanovich migliora i 100 rana in 55”85!

Spettacolari anche i 100 rana femminili con la vittoria tirata di Ida Hulkko che batte Jenna Laukkanen e Benedetta Pilato, tra i protagonisti anche Marco Orsi che domina ancora i 100 misti

Regala ancora primati e spettacolo l’International Swimming League in corso di svolgimento al Duna Arena di Budapest, l’unica competizione internazionale di nuoto che riesce ad andare avanti nonostante l’emergenza sanitaria causata dal Covid-19.

Il Record Europeo dei 100 rana maschili viene infatti ancora ritoccato dal bielorusso Ilya Shymanovich in forza alla Energy Standard che nuota la specialità in 55”85 migliorando di un solo centesimo il suo stesso precedente primato siglato appena quattro giorni fa, al termine di un bellissimo testa a testa con il turco Emre Sakci, protagonista anche lui con l’Europeo nei 50 rana di ieri, che ha chiuso in 55”97 precedendo Felipe Lima con 57”31. Con questo crono, Shymanovich si ferma a 24 centesimi dal Record del Mondo gommato detenuto dal sudafricano Cameron Van Der Burgh del 2009 registrando quindi il secondo tempo mondiale di sempre.

Nella stessa gara al femminile il team Iron vince il suo terzo evento consecutivo con Ida Hulkko e Jenna Laukkanen che hanno dato vita a un testa a testa spettacolare con la Hulkko che è uscita vincitrice in 1’04”41 davanti alla Laukkanen seconda in 1’04”44, entrambe fissando il loro miglior tempo stagionale, seguite da Benedetta Pilato della Energy Standard con 1’04”61. Nelle due precedenti gare la Pilato aveva nuotato 1’03”67 facendo segnare il nuovo Record Italiano e poi 1’03”89.

Tra i principali risultati di oggi, segnaliamo la vittoria nei 100 stile libero femminili di Sarah Sjostrom in 51”32 con la quale porta nel forziere Energy Standard ben 15 punti ai quali si aggiungono i 7 conquistati dalla compagna di squadra Siobhan Haughey, seconda in 51”49 davanti all’olandese Ranomi Kromowidjojo in forza alla Iron con 51”91.

Torna a vincere la magiara Katinka Hosszu, capitano del team Iron, che fa suoi i 200 farfalla in 2’05”45 precedendo Tessa Cieplucha dei Toronto Titans con 2’07”38 e la connazionale Zsuzsanna Jakabos della Energy Standard con 2’07”54.

Vince ancora Marco Orsi che si impone nei 100 misti in cui è campione europeo in carica, portando 10 punti alla Iron nuotando in 52”02, a un secondo netto dal suo Record Italiano del 2018, chiudendo davanti a Sergey Fesikov dei Toronto Titans con 52”17 e Florent Manaudou della Energy Standard con 52”41.

Gli atleti del team Iron portano a casa il massimo risultato anche nei 50 farfalla femminili, vinti dall’olandese Ranomi Kromowidjojo con 24”59, a 12 centesimi dal personale e secondo all time europeo, seguita dalla compagna di squadra Melanie Henique con 24”71 e da Madeline Banic della Energy Standard con 25”00.

La seconda giornata del match 8 si chiude con le consuete spettacolari Skin Race, disputata a stile libero nella gara femminile vinta da Sarah Sjostrom che si è aggiudicata la finale con 23”72 su Ranomi Kromowidjojo con 24”60 dopo aver vinto anche le precedenti due sfide eliminatorie.

La Skin Race maschile, disputata sulla rana, è andata invece al turco Emre Sakci che ha vinto la finale in 25”57 contro Ilya Shymanovich che ha segnato 26”27. Le tre sfide hanno visto i due atleti sempre protagonisti, alternando la vittoria di Shymanovich nel primo turno a quelle di Sakci nel secondo turno e nella finale.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Risultati Completi

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici su Instagram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

quanto-e-grave-assenza-nuoto-promozione-speedo-kit-swim-camp"

Paco Clienti

Paco Clienti
Responsabile Redazione Swim4Life Magazine