Nuovo DPCM 3 dicembre 2020, centri sportivi restano chiusi

Proseguono soltanto allenamenti e competizioni, ma molti atleti sono e resteranno senza piscina, atteso per oggi anche il riesame delle regioni e l’assegnazione di nuove zone

Non sono servite a nulla le voci grosse fatte nelle ultime settimane dai gestori di impianti sportivi e presidenti di società e associazioni sportive che con il nuovo DPMC firmato ieri sera dal premier Giuseppe Conte e in vigore da oggi, non vedranno affatto mutare la propria condizione.

Il testo prevede infatti che “Consentiti soltanto gli eventi e le competizioni – di livello agonistico e riconosciuti di preminente interesse nazionale con provvedimento del Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI) e del Comitato Italiano Paralimpico (CIP) – riguardanti gli sport individuali e di squadra organizzati dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva ovvero da organismi sportivi internazionali, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico. Le sessioni di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti, degli sport individuali e di squadra, partecipanti alle competizioni di cui alla presente lettera e muniti di tessera agonistica, sono consentite a porte chiuse, nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive Federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate e enti di promozione sportiva. Il Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI) e il Comitato Italiano Paralimpico (CIP) vigilano sul rispetto delle disposizioni di cui alla presente lettera”.

Mentre nel comma G viene chiarito che “Fatto salvo quanto previsto alla lettera e), in ordine agli eventi e alle competizioni sportive di interesse nazionale, lo svolgimento degli sport di contatto, come individuati con provvedimento del Ministro per le politiche giovanili e lo sport, è sospeso; sono altresì sospese l’attività sportiva dilettantistica di base, le scuole e l’attività formativa di avviamento relative agli sport di contatto nonché’ tutte le gare, le competizioni e le attività connesse agli sport di contatto, anche se aventi carattere ludico-amatoriale”.

Di fatto quindi non cambierà nulla, con la realtà che vede molte piscine ormai chiuse dal 24 ottobre e molti atleti delle varie categorie agonistiche impossibilitati ad allenarsi. Proseguiranno invece le competizioni, seppure di fatto non ce ne siano ancora state in questa stagione invernale, con gli eventi annullati uno dopo l’altro, in attesa dei Campionati Italiani Assoluti in programma tra due settimane e di alcune sporadiche gare regionali disputate in alcune regioni come il Lazio.

Per quanto riguarda invece il settore Master, la stagione è del tutto ferma, con pochissimi atleti tesserati e nessuna delle manifestazioni programmate in calendario ancora disputata.

Testo completo DPCM 3 dicembre 2020

Aggiornamento colore di zona delle regioni
Oggi sono inoltre attesi il report settimanale dell’ISS sull’andamento della curva epidemiologica e le conseguenti nuove ordinanze del Ministro della Salute Roberto Speranza per il cambio colore di zona di ogni regione.

Infatti, in base agli ultimi dati relativi all’RT, numero di contagi e ricoveri, Valle d’Aosta, Toscana e Campania dovrebbero passare dalla zona rossa a quella arancione, mentre non pare ci siano speranze per la Provincia autonoma di Bolzano che dovrebbe rimanere zona rossa.

Anche l’Abruzzo nutre speranze di uscire dalla zona rossa, con il governatore Marsili che ha scritto una lettera al ministro Speranza chiedendo di uscire in anticipo dalla fascia più restrittiva in base agli ultimi dati sull’evoluzione dell’epidemia nella Regione.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Dovrebbero avere una promozione anche Friuli Venezia-Giulia, Emilia Romagna e Marche che con gli ultimi dati possono ambire a passare dalla attuale zona arancione a quella gialla, passaggio che dovrebbe arrivare anche per la Lombardia dall’11 dicembre come dichiarato dal governatore Fontana.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici su Instagram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

quanto-e-grave-assenza-nuoto-promozione-speedo-kit-swim-camp"

Paco Clienti

Paco Clienti
Responsabile Redazione Swim4Life Magazine