centro-federale-ostia-3-maggio-hub-vaccinale-covid-19

Centro Federale Ostia, dal 3 maggio hub vaccinale Covid-19

Centocinquantamila vaccini contro il Covid-19 verranno eseguiti al Polo Acquatico Federale Frecciarossa

Il Centro Federale di Ostia, dove vivono, si formano e si allenano i campioni del nuoto Made in Italy,  diventa hub vaccinale Covid-19.

In accordo con Regione Lazio e ASL Roma 3, la Federazione Italiana Nuoto, che ha in concessione da parte di Roma Capitale il Polo Natatorio di Ostia, ha individuato l’area operativa.

Sarà allestita nella zona ovest dell’impianto, con un grande ambiente coperto per accoglienza, triage, vaccinazione e osservazione, uffici per medici, paramedici e operatori e parcheggio scoperto.

I locali riservati alle vaccinazioni saranno del tutto separati da quelli funzionali ai raduni e agli allenamenti degli atleti di interesse nazionale, con l’accesso a piscine, palestra, foresteria, punti ristoro e riunioni.

Inaugurazione il 3 maggio

L’hub vaccinale sarà inaugurato lunedì 3 maggio alle ore 10:30 e resterà aperto sino a dicembre: sarà dotato di dieci cabine operative per dodici ore al giorno e si stimano già 600 vaccini quotidiani.

Siamo felici che il Polo Acquatico di Ostia sia stato ritenuto idoneo per offrire un ulteriore servizio alla cittadinanza – sottolinea il presidente Paolo Barelli – Nel corso degli anni il Centro Federale è entrato in contatto con tantissime famiglie e realtà locali attraverso l’insegnamento e la pratica delle discipline acquatiche, l’organizzazione di eventi sportivi nazionali ed internazionali, la formazione di campioni come Gregorio Paltrinieri e Gabriele Detti che hanno conquistato medaglie piene di orgoglio italiano, generando emulazione tra i giovani e aggregazione tra appassionati e tifosi”

centro-federale-ostia-hub-vaccinale-covid-19-presidente-fin-paolo-barelli
foto DeepBlueMedia

Il Polo Acquatico Frecciarossa di Ostia è attivo dal 2009: vanta una piscina olimpica scoperta da 50×25 metri e una piscina coperta da 33 metri, entrambe divisibili con pontone mobile in due spazi d’acqua indipendenti.

Inoltre sono disponibili palestra, foresteria e locali adibiti allo svolgimento dei corsi di formazione, di convegni nazionali e congressi internazionali organizzati dalla Federazione Italiana Nuoto.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Insieme alle attività agonistiche e pre-agonistiche federali e societarie, l’impianto è sede di scuole nuoto e nuoto libero.

Nel corso degli anni il Centro Federale non si è rivelato solo un laboratorio di campioni e medaglie internazionali che portano lustro alla città e allo sport italiano, ma è diventato anche il più importante punto di aggregazione sportivo e di diffusione della cultura dell’acqua del litorale laziale.

Il Centro Federale di Ostia è una fucina di campioni

Ostia è la casa del progetto del mezzofondo del nuoto italiano, dove atleti giunti adolescenti sono diventati campioni internazionali, come Gregorio Paltrinieri e Gabriele Detti.

È la sede della maggior parte dei collegiali del Settebello campione del mondo nel 2011 e nel 2019, nonché argento olimpico nel 2012 e bronzo olimpico nel 2016.

Così come lo è per il Setterosa campione d’Europa nel 2012 e argento olimpico nel 2016.

È il luogo dove migliaia di atleti in rappresentanza di oltre 50 paesi ha soggiornato per allenamenti collegiali o per preparare l’avvicinamento ad eventi prestigiosi che si sono svolte in Europa.

Sede scelta anche dalla FINA, dalla LEN, dalla ILS e dalla ILSE per molteplici focus di aggiornamento e confronti su tematiche tecniche e sociali, il Centro Federale è stato teatro di tanti eventi.

Campionati italiani di nuoto e nuoto sincronizzato, finali di Coppa Italia di pallanuoto, partite amichevoli e valide per le World League di Settebello e Setterosa, Europei giovanili di pallanuoto femminile, coppe COMEN di pallanuoto maschile e nuoto sincronizzato sono soltanto alcuni degli eventi ospitati.

nuoto-italia-collegiale-ostia-2018

Da oggi, oltre a contribuire al meglio del nuoto italiano, fornirà un prezioso contributo anche nella lotta contro il Covid-19.

Abbiamo sentito l’esigenza di porre in atto una sinergia con le autorità sanitarie che apparentemente potrebbe sembrare estranea ai compiti federali ed invece nel corso dell’ultimo anno ha assunto carattere di urgenza – spiega Barelli – Contribuire a velocizzare i processi di vaccinazione significa anticipare il ritorno alla normalità”

Ogni giorno guadagnato ha un valore inestimabile – prosegue Barelli – Il Covid ha condizionato drammaticamente tantissimi settori della vita e lo sport è uno di questi. Le società sportive e i gestori di impianti non riescono neanche più a contare le perdite tanto economiche quanto di tesserati. Ciò significa meno praticanti, meno sport, meno benessere, ovvero maggiore sedentarietà psichica e fisica con aggravio sulle casse dello Stato per la sanità. Il vaccino è il lasciapassare per riportare indietro le lancette dell’orologio il prima possibile e per limitare i danni provocati che senza il concreto sostegno dello Stato resteranno irreparabili”

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici su Instagram!

Seguici su Telegram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine