martinenghi-sfida-peaty-nei-50-rana-quadarella-chiamata-a-vincere-il-secondo-oro-azzurro
photo Andrea Staccioli / Deepbluemedia / Insidefoto

Martinenghi sfida Peaty nei 50 rana, Quadarella chiamata a vincere il secondo oro Azzurro

Stasera agli Europei di Budapest sei Azzurri e la 4×200 stile donne a caccia del podio e del pass per i Giochi di Tokyo nelle finali, tutto il programma gare

Martinenghi sfida Peaty nei 50 rana e Simona Quadarella è chiamata alla vittoria del secondo oro Azzurro degli Europei di Nuoto in vasca, ma non solo questo.

Anche il programma della quinta serata degli Europei di Budapest per il nuoto in vasca è ricco e allettante al Duna Arena, dove si sentono ancora le vibrazioni positive dopo la serata di ieri che ha visto l’Italia vincere due bronzi con Razzetti nei 200 misti e la 4×100 mista mixed e l’argento dell’infinita Federica Pellegrini nei 200 stile.

Le qualifiche di stamattina si sono aperte con i 100 stile libero femminili, in cui il miglior crono è stato nuotato da un’altra infinita, l’olandese Femke Heemskerk, classe 1987, con 53”84.

Ottima la prova dell’Azzurra Silvia Di Pietro, 17esima in 54”75 che grazie alle esclusioni delle doppie qualificate per nazione, basta per arrivare in semifinale con il 15esimo tempo.

Il primo giorno è stato infernale ma purtroppo il programma gare è quello che è – ha dichiarato Silvia Di Pietro – Adesso sto cercando di riprendermi, questo Europeo rappresenta una tappa di preparazione per il Sette Colli per me. Forse mi sono adagiata troppo nella prima vasca, ma il ritorno è venuto bene”

martinenghi-sfida-peaty-nei-50-rana-silvia-di-pietro-europei-budapest-2021

Rinuncia alla gara Federica Pellegrini, mentre invece si fermano Chiara Tarantino, 22esima con 55”24 e Costanza Cocconcelli, 33esima con 55”78.

Il tempo è per me ottimo – ha dichiarato Chiara Tarantino – Sono contenta di questo risultato a prescindere dalla mancata qualifica”

Si prospetta una bella sfida dunque quella dei 50 rana maschili, che nelle qualifiche di stamattina hanno visto il britannico campione di tutto Adam Peaty nuotare il miglior crono in 26”34 seguito dall’Azzurro Nicolò Martinenghi che gli ha lanciato il guanto di sfida segnando 26”54, a 15 centesimi dal suo Record Italiano siglato un mese e mezzo fa agli Assoluti di Riccione.

Ottima gara, mi sentivo bene dall’inizio, qualche bracciata non è stata perfetta ma sono tranquillo – ha dichiarato Martinenghi – Non sto male e si è visto, non pensavo di fare questo tempo, quindi bene”

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387
martinenghi-sfida-peaty-nei-50-rana

In semifinale ci arriva anche Alessandro Pinzuti che nuota a 9 centesimi dal personale in 27”26 che vale il settimo tempo, mentre non basta ritoccare il personale di 11 centesimi a Federico Poggio per passare il turno, fermandosi al decimo posto in 27”33 in virtù dei due Azzurri davanti a lui.

Faccio ancora fatica a trovare un buon passo sui 50 – ha dichiarato Pinzuti – Comunque sono andato vicino al mio migliore, quindi bene così”

Molto interessanti anche i riscontri arrivati dai 200 misti femminili che hanno visto una super Sara Franceschi nuotare la terza miglior prestazione in 2’11”78, a 21 centesimi dal personale, alle spalle della magiara campionessa in carica Katinka Hosszu con 2’11”57 e della britannica Abbie Wood con 2’11”07.

Volevo subito dimostrare quanto valgo, senza risparmiarmi, perché provare le sensazioni fin dal mattino è sempre importante – ha dichiarato Sara Franceschi – Sono davvero contenta per il crono fatto stamattina e di essere entrata in semifinale”

martinenghi-sfida-peaty-nei-50-rana-sara-franceschi

In semifinale ci sarà anche la primatista italiana Ilaria Cusinato che ha nuotato l’11esimo crono con 2’13”21.

Ho fatto una gara abbastanza tranquilla perché non era difficile entrare nelle prime 16 – ha dichiarato Ilaria Cusinato – Sto gestendo questa manifestazione con intelligenza perché sette giorni di gare sono impegnativi soprattutto quando non gareggi tanto come è successo quest’anno”

Promosso alle semifinali dei 200 dorso Lorenzo Mora che segna 1’58”47 che lo vede decimo nella gara in cui il miglior crono lo ha segnato il britannico Luke Greenbank con 1’54”67, mentre si ferma Matteo Restivo, 18esimo a un passo dalle semifinali con 1’59”45.

Causa rinuncia dello spagnolo Gonzales giunto 15esimo, Restivo ha poi fatto lo spareggio con il britannico Williams per decretare chi sarebbe stato prima riserva.

Ha vinto il britannico di 3 centesimi, 1’59″24 contro 1’59″27 con entrambi che hanno migliorato il tempo fatto in gara.

Ottima prestazione della 4×200 stile libero femminile che approda in finale con il miglior crono di qualifica segnando 7’59”83.

Apre Stefania Pirozzi che nuota in 2’00”01 confermando il buono stato di forma visto nelle precedenti gare.

Avevo la responsabilità di lanciare bene questa staffetta che oggi pomeriggio dobbiamo portare a Tokyo – ha dichiarato Stefania Pirozzi – Sono molto fiduciosa per oggi pomeriggio”

Al cambio si tuffa Sara Gailli che con 2’00”90 alimenta la corsa Azzurra, insieme a Lisa Angiolini che nuota la sua miglior frazione lanciata di sempre con 2’01”18.

La chiusura è di Federica Pellegrini, ieri argento nei 200 stile libero, che nuota in 1’57”74.

Sono contenta della frazione, ho sentito un po’ di stanchezza dopo la finale di ieri ma abbiamo raggiunto l’obiettivo della finale – ha dichiarato Federica Pellegrini – Questa è una staffetta importante perché va qualificata ancora per le Olimpiadi, quindi stasera dobbiamo puntare a quello”

martinenghi-sfida-peaty-nei-50-rana-federica-pellegrini
photo Giorgio Perottino / Deepbluemedia / Insidefoto

Stasera sarà una finale dal doppio obiettivo, perché oltre al podio, le Azzurre inseguiranno anche il pass per i Giochi di Tokyo.

La mattinata si conclude con le qualifiche degli 800 stile libero maschile che vedono Gabriele Detti e Gregorio Paltrinieri dettare i ritmi dell’ultima serie.

Dopo 600 metri appaiati, il livornese allenato da Stefano Morini cambia marcia e stacca leggermente l’ex compagno di allenamenti, andando a chiudere davanti in 7’50”61 seguito dal campione mondiale della specialità in 7’51”33 che valgono il terzo e quarto tempo di accesso in finale.

Davanti a loro l’ucraino Mykhaylo Romanchuk, oro nei 1500 due sere fa, che nella serie precedente ha nuotato in 7’48”31 seguito dal norvegese Henrik Christiansen con 7’50”11.

Si ferma Marco De Tullio che nuota 19esimo in 8’01”33.

Il programma Gare degli Azzurri di stasera – Semifinali e Finali dalle 18:00 in Diretta TV su Rai2

Finale 1500 stile libero femminile, Simona Quadarella e Martina Caramignoli
Finale 50 farfalla maschile, Thomas Ceccon e Piero Codia
Finale 100 dorso femminile, Margherita Panziera
Semifinali 200 dorso maschile, Lorenzo Mora
Semifinali 100 stile libero femminile, Silvia Di Pietro
Semifinali 50 rana maschile, Nicolò Martinenghi e Alessandro Pinzuti
Finale 200 rana femminile, Francesca Fangio
Finale 200 stile libero maschile, nessun italiano
Semifinali 200 misti femminile, Sara Franceschi e Ilaria Cusinato
Finale 4×200 stile libero femminile, Italia

Clicca qui per i Risultati completi

Clicca qui per l’Elenco Iscritti

Clicca qui per il Programma Gare

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici su Instagram!

Seguici su Telegram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine