olimpiadi-2032-a-brisbane-in-australia

Olimpiadi 2032 a Brisbane, in Australia!

Lo scrutinio segreto si è tenuto a Tokyo, due giorni prima della cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici

Le Olimpiadi 2032 verranno ospitate da Brisbane, in Australia, è quanto è emerso dallo scrutinio segreto che si è tenuto nella 138a commissione a Tokyo, due giorni prima della cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici.

La commissione ha ascoltato le presentazioni di Brisbane 2032, anche tramite collegamento video del primo ministro australiano Scott Morrison e valutato il rapporto finale di Kristin Kloster, presidente della Future Host Commission for the Games of the Olympiad, l’organismo del CIO responsabile del monitoraggio e analisi dell’interesse nell’ospitare i Giochi Olimpici ei Giochi Olimpici della Gioventù.

Brisbane ha ricevuto 72 sì e 5 no su 77 voti validi. Prima della votazione, i membri del CIO hanno potuto porre domande alla sig.ra Kloster sul processo elettorale e al CO di Brisbane 2032 sulla loro proposta di ospitare i Giochi Olimpici e Paralimpici a Brisbane, nel Queensland sudorientale.

Incoraggiamo i progetti dei Giochi Olimpici che siano sostenibili ed economicamente responsabili, che offrano la migliore esperienza possibile ai Giochi per atleti e fan e che lascino solide eredità alle comunità locali – ha dichiarato il presidente del CIO Thomas Bach – La visione e il piano dei Giochi di Brisbane 2032 si inseriscono nelle strategie regionali e nazionali a lungo termine per lo sviluppo sociale ed economico nel Queensland e in Australia e integrano gli obiettivi del Movimento Olimpico delineati nell’Agenda olimpica 2020 e 2020+5, concentrandosi nel fornire esperienze sportive per atleti e appassionati”

Il voto di oggi è un voto di fiducia che Brisbane e il Queensland organizzeranno magnifici Giochi Olimpici e Paralimpici 2032 – ha aggiunto Bach – Abbiamo ricevuto molti feedback positivi dai membri del CIO e dalle Federazioni Internazionali negli ultimi mesi”

Brisbane 2032 è il primo futuro paese ospitante ad essere stato eletto e ad aver beneficiato appieno del nuovo approccio flessibile all’elezione dei paesi ospitanti dei Giochi Olimpici.

Le riforme consentono al CIO di lavorare in collaborazione con città, regioni e paesi, per incoraggiare progetti olimpici che utilizzano un’alta percentuale di sedi esistenti e temporanee, che si allineano con piani di sviluppo a lungo termine e che hanno una forte visione per lo sport e la comunità.

Questo nuovo approccio è più leggero, più collaborativo, più compatto e ha un impatto positivo – ha spiegato Bach – Ora abbiamo sempre un pool significativo di parti interessate per il 2036 e anche per il 2040, che è quasi tra 20 anni da oggi. Non riesco a ricordare che siamo mai stati in una posizione così favorevole 20 anni prima dei Giochi Olimpici”

I Giochi Olimpici e Paralimpici del Queensland del 2032 forgeranno un’eredità duratura per l’intera nazione – ha dichiarato il primo ministro australiano, l’onorevole e deputato Scott Morrison – Sosterranno la crescita economica e gli investimenti, offriranno vantaggi duraturi alla comunità e ispireranno la prossima generazione di atleti australiani.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Sono orgoglioso dell’Australia, orgoglioso del Queensland e orgoglioso della nostra squadra che ha assicurato questa vittoria al nostro Paese.

Il governo del Commonwealth ha sostenuto fin dall’inizio la candidatura di Brisbane ai Giochi Olimpici e Paralimpici del 2032. Crediamo in questa offerta.

Sappiamo che è un’enorme opportunità per la nostra nazione, proprio come i Giochi di Melbourne nel 1956 e le Olimpiadi di Sydney nel 2000″

Dopo l’elezione, l’Host Contract 2032 è stato firmato dall’onorevole Annastacia Palaszczuk MP, Premier del Queensland e ministro del Commercio, dal consigliere Adrian Schrinner, dall’onorevole sindaco di Brisbane e da John Coates AC, presidente del Comitato olimpico australiano.

Svilupperemo una nuova generazione di atleti olimpici  – ha dichiarato Annastacia Palaszczuk – Daremo però l’opportunità di partecipare anche alle nostre piccole imprese, far crescere la propria attività ed esportare nel mondo”

I primi rapporti indicano che Brisbane 2032 ha speso circa l’80% in meno rispetto ai budget medi delle città candidate per i Giochi nel 2020, 2024 e 2028. Ciò sarà confermato a tempo debito da conti verificati, un requisito del processo elettorale.

Nei prossimi mesi verrà formato un Comitato Organizzatore dei Giochi Olimpici (OCOG).

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici su Instagram!

Seguici su Telegram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine