alberto-razzetti-esplosivo-trema-il-record-italiano-di-luca-marin-finale-olimpica-400-misti

Alberto Razzetti esplosivo, trema il Record Italiano di Luca Marin, finale olimpica 400 misti!

Gara d’esordio alle Olimpiadi di Tokyo da fuochi d’artificio, finale con quinto tempo, promosse anche Elena Di Liddo e Ilaria Bianchi nei 100 farfalla

Il conto alla rovescia è ormai giunto al termine e non c’è più tempo per pronostici, perché l’Italia del Nuoto ha iniziato il suo viaggio olimpico.

Le Olimpiadi di Tokyo sono iniziate oggi per il nuoto in vasca con Alberto Razzetti e Pier Andrea Matteazzi che hanno rotto il ghiaccio nelle qualifiche dei 400 misti.

Tre atleti sotto i 4’10” nella penultima batteria alzano ulteriormente l’attenzione nell’ultima serie, e allora la partenza del favorito, il campione del mondo e bronzo olimpico Daiya Seto, è con il piede sull’acceleratore fin dalla prima frazione a delfino.

Il nipponico però, dopo aver nuotato indisturbato per tre frazioni, subisce gradualmente la risalita degli avversari terminando il carburante negli ultimi 100 metri, scivolando in nona posizione e fuori dalla finale con il crono di 4’10”52.

I due Azzurri hanno disputato l’ultima delle quattro batterie, con l’atleta delle Fiamme Gialle e Genova Nuoto My Sport che ha nuotato una gara magistrale segnando il quinto tempo in 4’09”91 facendo tremare il Record Italiano di Luca Marin distante solo due centesimi e registrato ai Mondiali di Melbourne 2007.

Settimo a metà gara, il 22enne allenato da Stefano Franceschi ha tirato fuori una frazione a rana da 1’09”72 e una frazione di chiusura stile in 57”32 che lo portano a chiudere la batteria alle spalle del solo australiano Brendon Smith con il nuovo Record Oceania e il miglior crono delle qualifiche in 4’09”27.

Personale stracciato da Razzetti che aveva un 4’11″17 nuotato agli Europei di Budapest che gli valse la medaglia d’argento.

Direi che centrare la finale al primo colpo è il modo migliore per iniziare –ha dichiarato Razzetti– Sono veramente felice. Il tempo è molto buono, peccato per quei pochi centesimi che mi separano dal record italiano. Le sensazioni sono veramente ottime. Per me essere qui è già un sogno, peccato per l’assenza del pubblico ma è tutto bello comunque: un’emozione unica” 

Si ferma invece l’atleta del Centro Sportivo Esercito e In Sport Rane Rosse allenato da Federico Benda che ha nuotato in 4’16”31 segnando il 19esimo posto, lontano dal personale di 4’12″79 fatto sempre agli Europei di Budapest.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

A seguirli nella prima dell’Olympic Aquatics Centre nel Tatsumi-no-Mori Seaside Park di Tokyo, le delfiniste Elena Di Liddo e Ilaria Bianchi impegnate nei 100 farfalla.

Promosse entrambe le Azzurre che nuotano un’ottima batteria rispettivamente in 57”41, a 37 centesimi dal suo Record Italiano, segnando il nono crono di accesso alle semifinali e 57”70, a 48 centesimi dal personale del 2018 segnando il 12esimo crono.

Per me è la prima Olimpiade e il carico di tensione è diverso rispetto ai mondiali e agli europei –ha dichiarato Di Liddo– Il primo obiettivo era il pass per la semifinale ed è stato centrato”

Essere qui è il sogno di qualsiasi atleta. Non pensavo di passare il turno –ha dichiarato Bianchi– Un tempo così non lo nuotavo da tanto tempo. L’atmosfera è diversa dalle altre Olimpiadi, è un po’ differente, non c’è il pubblico, ma la magia è sempre la stessa” 

Il miglior crono lo nuota la cinese Zhang Yufei in 55”82, a 34 centesimi dal Record Mondiale ed Olimpico della svedese campionessa olimpica in carica Sarah Sjostrom, reduce dall’infortunio al gomito, che si giocherà le semifinali con il terzo tempo con 56”18 nuotato dietro l’australiana Emma Mckeon con il Record Oceania di 55”82.

Gare in corso di svolgimento.

Risultati completi

Orari, Diretta TV e dove guardare le Olimpiadi – clicca qui

Clicca qui per il Programma Gare Nuoto

Clicca qui per le Iscrizioni Gara Nuoto Italia

Elenco Iscritti Giochi Olimpici Tokyo 2020 Nuoto in vasca – clicca qui

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici su Instagram!

Seguici su Telegram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine