simone-manuel-riparte-dalle-ceneri-di-tokyo-sono-una-campionessa-non-per-le-medaglie-ma-per-come-ho-combattuto

Simone Manuel riparte dalle ceneri di Tokyo, “Sono una campionessa, non per le medaglie ma per come ho combattuto”

La statunitense sul suo profilo Instagram, “Sono pronta per qualunque cosa Dio abbia preparato per me in futuro, non ho raggiunto i miei obiettivi, ma non ho fallito”

Ci sono nel mezzo, quindi non lo capisco ancora del tutto, ma so che Dio ha uno scopo e un piano per la mia vita. Potrebbe non essere così che avrei scritto la mia storia, ma sono in pace sapendo che Dio è l’Autore supremo del mio viaggio. Ha sempre il controllo e ha sempre piani molto più grandi per le nostre vite di quanto possiamo persino immaginare”

Sono le partole di Simone Manuel, campionessa mondiale in carica dei 50 e 100 stile libero che quest’anno ha dovuto affrontare una brutta, bruttissima stagione.

Lo scorso gennaio la texana, oro olimpico nei 100 stile e argento nei 50 ai Giochi di Rio 2016, è andata in over training: si sentiva fuori condizione e dopo alcuni mesi, prendendo atto delle sue negativissime prestazioni, ha scoperto di essere andata in sovrallenamento.

Insieme alla condizione atletica pessima, soffriva di insonnia, depressione, perdita di appetito e ansia. 

Una condizione durissima per un atleta, che ha bisogno di un reset importante prima di poter ripartire e infatti Simone ha dovuto interrompere gli allenamenti, per riprenderli soltanto a fine aprile.

Due mesi di preparazione dopo uno stop di circa un mese erano davvero pochi per arrivare in forma ai Trials statunitensi per la qualificazione alle Olimpiadi, ma la 24enne ce l’ha messa tutta ed è riuscita a strappare il pass per i 50, senza riuscire a qualificarsi per i 100 stile.

Il peggio sembrava ormai alle spalle e invece a Tokyo ha dovuto incassare l’eliminazione dai 50 stile libero alle semifinali, con 31 centesimi di distacco dall’ottavo posto.

In mezzo però c’è un bronzo vinto con la 4×100 stile libero, seppure non sia riuscita a dare il suo solito contributo, ma è da lì che l’atleta vuole ripartire.

simone-manuel
Queste le parole di Simone Manuel a Olimpiadi terminate:

Senza dubbio, ricorderò questo punto della mia carriera per sempre –scrive Simone Manuel attraverso il suo profilo Instagram – Non il fatto di non essere arrivata alla finale olimpica o di non essere tornata a casa con una medaglia individuale, ma il fatto che ho dato tutto me stessa. Che non mi sono arresa. Che ho finito quello che ho iniziata. Ho affrontato le avversità in ogni momento quest’anno e, a volte, non sapevo se sarei arrivata così lontano o se valeva la pena mettermi in gioco per fallire. Questa volta non ho raggiunto i miei obiettivi, ma non ho fallito.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Posso tranquillamente dire di essere una campionessa! Non per le medaglie che ho vinto, ma per come ho costantemente combattuto per ciò in cui credo, la mia perseveranza e la mia ardente passione di essere sempre me stessa! Sono orgogliosa di Simone, di essere stata due volte olimpionica e di aver vinto cinque medaglie olimpiche, ma soprattutto sono orgogliosa di essere solo ME… Simone Ashley Manuel!

È ora di riposare e guarire la mia mente, il mio corpo e il mio spirito! La fiamma dentro di me sta ancora bruciando e sono pronta per qualunque cosa Dio abbia preparato per me in futuro!”

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici su Instagram!

Seguici su Telegram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine