matteo-rivola-e-thomas-ceccon-volano-doppietta-storica-50-farfalla-agli-europei

Matteo Rivola e Thomas Ceccon volano, doppietta storica 50 farfalla agli Europei

Prime due medaglie per l’Italia in questa specialità agli Europei in vasca corta, Record Italiano di Rivolta, Record Mondiale di Szabo

Matteo Rivolta e Thomas Ceccon regalano una grande emozione nella finale sprint dei 50 farfalla portando l’Italia sul podio dei Campionati Europei per la prima volta in questa specialità.

È servito attendere però sette gare stasera per esultare all’Aquatic Palace di Kazan che non aveva regalato un inizio entusiasmante.

La finale dei 50 farfalla maschile ha riscattato tutto: lo scatenato magiaro Szebasztian Szabo trionfa incontrastato in 21”75 eguagliando il Record del Mondo del brasiliano Nicholas Santos del 2018 e migliorando il suo Record dei Campionati di 22”00 fatto in semifinale e il Record Europeo del tedesco Steffen Deibler con 21”80 del 2009, ma dietro di lui è solo Italia.

Da una lotta di schiuma e potenza emerge una gara maiuscola di Matteo Rivolta che si esalta e si riprende il Record Italiano che aveva nuotato in batteria in 22”27 e perduto in semifinale sotto le bracciate di Thomas Ceccon, conquistando l’argento in 22”14.

Per il 30enne lombardo delle Fiamme Oro e Circolo Canottieri Aniene allenato da Marco Pedoja è la terza medaglia internazionale in vasca corta in carriera dopo l’oro dei 100 farfalla nel 2017 e l’argento sempre nella stessa gara nel 2015.

Non è stata una gara impeccabile, la virata non è stata perfetta e all’arrivo sono stato lungo – ha dichiarato Matteo Rivolta – Pensare che da giovane i 50 proprio non riuscivo a farli, ero fermo. Invece adesso mi ritrovo vice campione europeo e primatista italiano, com’è strana la vita.

Dedico con tutto il cuore questa medaglia alla mia famiglia, perché sono fortunato ad avere a mio fianco persone che mi sostengono, soprattutto quando ci sono dei cambiamenti.

Io quest’anno ho modificato molte cose nella mia vita e i risultati mi stanno ripagando in pieno. Alla mia età mi inorgoglisce molto competere con questi ragazzi e dare battaglia sempre”

Alle sue spalle per il bronzo il 20enne veneto delle Fiamme Oro e Leosports allenato da Alberto Burlina Thomas Ceccon che nuota in 22”24, 5 centesimi in più del Record Italiano fatto in semifinale.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Sono felicissimo di dividere il podio con Matteo, ho sbagliato qualche cosa anche io, ma i 50 sono una gara pazza e i dettagli fanno la differenza – ha dichiarato Thomas Ceccon – È la mia seconda medaglia individuale e adesso devo guardare avanti per crescere, maturare e vincere ulteriormente”

I due Azzurri scrivono una pagina di storia perché l’Italia non era mai riuscita a conquistare una medaglia agli Europei di vasca corta in questa specialità e ancor meno festeggiare una doppietta.

Come dicevamo in apertura, non era iniziata bene per l’Italia e infatti per la prima volta in questo Europeo, la serata di finali non si è aperta con una medaglia Azzurra, con Margherita Panziera settima nei 100 dorso con 57”53.

Sono contenta di aver nuotato il tempo della semifinale, per i 100 in vasca corta mi manca un po’ di velocità rispetto alle altre – ha dichiarato Margherita Panziera – Io sono una abituata a nuotare in progressione e le continue virate mi limitano un po’. Va comunque bene così, ho ripreso ad allenarmi da poco e di più non potevo ottenere in questi Europei, che rappresentano una tappa di passaggio”

Doppietta olandese con la vittoria di Kira Toussaint, oro nei 200, con 55”76 e l’argento di Maaike De Waard con 55”86, con la francese Analia Pigree a chiudere il podio con 56”40.

Un’altra doppietta dei tulipani olandesi arriva nella finale dei 200 stile libero maschile, vinta dal romeno David Popovici con 1’42”12 che lo consacra ulteriormente a talento del momento, seguito sul podio da Luc Kroon con 1’42”20 e Stan Pijnenburg con 1’42”51.

Ottima prova per Matteo Ciampi a cui però non basta nuotare il nuovo personale in 1’42”82 sul recente 1’43”28 per andare oltre il quarto posto.

Il mio obiettivo era migliorarmi e ci sono riuscito, peccato che non sia servito per il podio, ma davanti sono andati più forti di quello che pensassi – ha dichiarato Matteo Ciampi – Mi è mancata come sempre un briciolo di velocità, ed è un fattore su cui dovrò lavorare con Stefano (Franceschi, ndr). Sono comunque soddisfatto del mio Europeo, dal quale torno con una medaglia individuale”

Resta un Campionato eccellente per l’atleta del Centro Sportivo Esercito e Livorno Aquatics allenato da Stefano Franceschi, argento nei 400 stile.

Chiude ottavo invece Marco De Tullio con il crono di 1’44”07 non riuscendo a entrare nel vivo della battaglia del podio che manca in Italia dal bronzo di Filippo Magnini del 2013.

Pago lo scotto dell’assenza di preparazione – ha dichiarato Marco De Tullio – Non ho ancora il fondo per tre serie da 200, lo immaginavo. Adesso mi concentrerò sul lavoro con Christian (Minotti, ndr) e sono convinto che i risultati, ritrovando la giusta tranquillità, arriveranno”

Nessuna Azzurra sul podio nemmeno nella finale dei 100 farfalla femminili, che vanno alla svedese Sarah Sjoestroem in 55”84, seguita dalla greca Anna Ntountounaki e dalla bielorussa Anastasiya Shkurdai con 56”35.

Ai piedi del podio Elena Di Liddo, argento a Glasgow 2019, che nuota in 56”61, mentre chiude ottava Ilaria Bianchi, bronzo nei 200 a Kazan, con 57”98.

I tempi che servivano per il podio li nuotavo fino a un mese fa – ha dichiarato Elena Di Liddo – Sono molto dispiaciuta, perché ho perso una grande occasione. Evidentemente il lavoro che ho svolto in queste settimane, mi ha fatto perdere un po’ di brillantezza”

Questa mattina mi sono svegliata con un’infiammazione alla spalla e non sto per niente in forma – ha dichiarato Ilaria Bianchi – Infatti sono salita sul blocco non proprio concentrata. Ho voluto comunque disputare la finale ed è andata come mi aspettavo. Sono molto stanca”

Bellissima la finale dei 200 rana maschile, priva di italiani in gara, che vede la vittoria del bielorusso Ilya Shymanovich che domina la gara seppure tallonato dagli avversari, trionfando in 2’01”73.

Lo segue l’olandese campione europeo in carica di vasca corta Arno Kamminga in 2’01”74 e il russo Mikhail Dorinov, bronzo a Copenaghen 2017, in 2’02”07.

Sara Franceschi è costretta a rinunciare alla finale dei 200 misti a causa di una forma influenzale, gara che non regala molte sorprese rispetto alle previsioni.

Costanza Cocconcelli ci prova in tutti modi offrendo una bella prova, nuotando seconda dopo la prima frazione vede tutte le atlete in linea, ma la frazione a dorso definisce meglio il confronto e allarga le distanze che si definiscono ancora di più nella rana.

Cocconcelli scivola prima in terza e poi in quinta posizione, ritrovandosi a inseguire chiudendo con il personale migliorato di circa mezzo secondo in 2’08”59 che però vale il quarto tempo.

Ho provato ad impostare la gara con un passaggio forte ai 100 metri, perché farfalla e dorso sono i miei stili – ha dichiarato Costanza Cocconcelli – La rana è invece ancora lacunosa e ci devo lavorare molto. Peccato perché un quarto posto brucia sempre, ma ho dato tutto, sono alla quindicesima gara in questi europei e sono stremata”

Trionfa l’israeliana Anastasya Gorbenko con 2’05”17, seguita dalla svizzera Maria Ugolkova, argento a Glasgow 2019, con 2’06”41 e dalla turca Viktoria Gunes con 2’07”67.

Gare in corso

Clicca qui per i risultati completi

Orari e Diretta TV

Batterie di qualifica in gara dalle 8.00 ora italiana verranno trasmesse in diretta streaming sul sito web della LEN – clicca qui – mentre semifinali e finali dalle 16.30 ora italiana e verranno trasmesse in diretta su Rai Sport e in streaming su Rai Play.

Clicca qui per l’Elenco Iscritti

Clicca qui per il Programma Gare

Squadra Azzurra

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici su Instagram!

Seguici su Telegram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine