nazionale-ucraina-sincro-in-fuga-dalla-guerra-e-arrivata-al-centro-federale-di-ostia
foto: Andrea Staccioli / Deepbluemedia / Inside foto

Nazionale Ucraina Sincro in fuga dalla guerra è arrivata al Centro Federale di Ostia

Il Presidente della Federnuoto Barelli apre le porte della speranza a otto atlete e due tecnici

La Nazionale Ucraina di Sincro in fuga dalla guerra è arrivata ieri al Centro Federale di Ostia, dove ha trovato una calda accoglienza che sa di speranza.

Dopo tremila chilometri in pullman, scappando dalla guerra ma non dai propri sogni, le ragazze della nazionale di nuoto sincronizzato ucraina sono arrivate presso il Polo Acquatico Frecciarossa di Ostia alle 12:15.

Otto atlete e due tecnici partiti da Leopoli sono state accolte da una delegazione della nazionale Azzurra di Sincro composta dal direttore tecnico Patrizia Giallombardo e gli atleti Linda Cerruti, Costanza Ferro, Patrizia Ruggiero e Giorgio Minisini insieme al Presidente della Federnuoto Barelli.

Accogliamo queste ragazze con il cuore, una nazionale campione del mondo e al podio delle Olimpiadi che in questo momento ha bisogno di solidarietà – ha affermato Barelli – Abbiamo prelevato le ragazze al confine tra Ucraina e Ungheria e siamo contenti che nei prossimi mesi potranno continuare ad allenarsi qui da noi a Ostia.

nazionale-ucraina-sincro-in-fuga-dalla-guerra
foto: Andrea Staccioli / Deepbluemedia / Inside foto

A Ostia si attendono altre sette persone, quattro atlete e tre tecnici, due delle quali però non danno proprie notizie da alcuni giorni.

La speranza ovviamente è che la causa sia riconducibile a problemi di connessione telefonica e web e si spera possano raggiungere il primo gruppo a Ostia entro oggi.

Una staffetta umanitaria per donare speranza e la possibilità di un futuro, ancora a caccia dei propri sogni per le ragazze dell’Ucraina, partite il 6 marzo da Leopoli.

Abbiamo ricevuto la richiesta di aiuto dalla federazione ucraina di nuoto sincronizzato – ha spiegato Barelli – Ci siamo subito adoperati per individuare insieme il percorso meno pericoloso e i mezzi più idonei per favorire la fuga dal paese”

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Seguici su Instagram!

Seguici su Telegram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine