abbracciata-collettiva-nuoto-a-favore-dellautismo

Abbracciata Collettiva, nuoto a favore dell’Autismo

Nella Giornata Mondiale della consapevolezza sull’Autismo ritorna l’evento a supporto dei bambini speciali, 2 e 3 aprile in cinque città italiane

Abbracciata Collettiva ritorna in occasione della Giornata Mondiale della consapevolezza sull’Autismo dopo due anni di stop forzato a causa della pandemia.

Il nuoto a favore dell’Autismo, in un evento che ha l’obiettivo di sensibilizzare le persone sul mondo dei bambini e ragazzi speciali e delle loro famiglie.

La manifestazione promossa dalla Terapia Multisistemica in Acqua – Metodo Caputo Ippolito, si svolgerà dalle 8:30 di sabato 2 aprile, fino alle 13:30 di domenica 3 aprile nelle città di Alessandria, Napoli (Casoria), Foggia, Pescara e Firenze, con lo scopo di sostenere i ragazzi autistici e le loro famiglie nel percorso di assistenza.

Chiunque potrà partecipare alla all’evento, nuotando, galleggiando o semplicemente presenziando in piscina insieme ai bambini e ragazzi speciali, che durante l’anno svolgono la TMA metodo Caputo Ippolito, per almeno 15 minuti.

Abbracciata Collettiva, perché è importante partecipare

Durante l’Abbracciata Collettiva sarà possibile donare un prezioso contributo a favore dell’attività, con il ricavato che sarà devoluto in favore delle famiglie di bambini e ragazzi autistici per lo svolgimento delle terapie.

Per partecipare a questa straordinaria iniziativa è necessario comunicare il proprio nome ed i metri percorsi in piscina all’assistente bagnante preposto.

I metri percorsi in piscina rappresenteranno simbolicamente il tentativo di avvicinarsi alle problematiche delle famiglie dei bambini con disturbo dello spettro autistico.

Sarà un modo per condividere con loro una piccola parte del percorso della loro vita, un modo per “abbracciare” le loro cause finalizzate al riconoscimento dei diritti dei loro bambini speciali, spesso negati.

Sarà un segno di vicinanza e di condivisione attraverso il nuoto, che riesce ad abbattere le barriere e a rendere tutti uguali.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387
Abbracciata Collettiva, cos’è la Terapia Multisistemica in Acqua con metodo Caputo-Ippolito

La TMA è definita dagli ideatori del metodo una terapia sviluppata in ambiente naturale, quindi in una piscina pubblica, con un modello teorico di riferimento e una metodologia strutturata attraverso fasi che utilizza inoltre metodiche cognitive, comportamentali, relazionali e senso motorie.

Questa terapia si rivolge ai soggetti con autismo, disturbo pervasivo dello sviluppo e disturbi della comunicazione e si svolge con scopi espliciti ed impliciti.

Gli scopi espliciti che tra l’altro danno forma all’attività, sono l’insegnare a nuotare e sapersi adeguare alle regole della piscina.

Gli scopi impliciti sono di migliorare le capacità dei soggetti di muoversi nel mondo così da poter aumentare la qualità della loro vita.

Il fine ultimo della terapia non è l’insegnamento del nuoto, né l’uso di quest’ultimo per svago o ricreazione, anche se il gioco e lo stare bene insieme vengono utilizzati come elemento per facilitare la relazione e la gestione delle emozioni.

L’applicazione clinica della TMA favorisce l’apprendimento e lo sviluppo del bambino autistico a livello emozionale, cognitivo, comportamentale, sensomotorio, sociale e comunicativo.

L’acqua rappresenta un vero e proprio attivatore di emozioni, dei sensi e delle capacità motorie ed è proprio su questo che si basa la Terapia Multisistemica in Acqua con Metodo Caputo Ippolito.

L’attività che viene proposta attraverso la TMA, sostenuta anche dalla Fabbrica del Sorriso e Mediafriends, è infatti in grado di aiutare bambini con autismo e disturbi della comunicazione a sviluppare una relazione significativa con il mondo circostante.

Il metodo si è rivelato negli anni una strada molto efficace nel trattamento dei deficit del funzionamento adattivo di bambini con autismo, risultato confermato anche dalla prima ricerca scientifica italiana pubblicata sul Journal of Autism and Developmental Disorders, una delle più prestigiose riviste scientifiche internazionali per l’autismo.

Chiaramente l’obiettivo della TMA a largo raggio è anche quello di migliorare l’integrazione sociale e promuovere la tutela di diritti dei bambini speciali.

Sono oltre 3mila i bambini e ragazzi aiutati ad oggi attraverso questa terapia, che ha coinvolto più di 700 persone che hanno frequentato il corso teorico-pratico e fatto avviare più di 100 centri per la sua pratica.

Per altre informazioni sulla terapia, sui centri ed altro sulla TMA con metodo Caputo – Ippolito, clicca qui per il sito web ufficiale

Clicca qui sulla Pagina Facebook dell’Abbracciata Collettiva

Per info: telefono 3207657961

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici anche su Instagram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine