straripante-roma-nuoto-master-record-del-mondo-4x100-mista-a-san-marino

Straripante Roma Nuoto Master, Record del Mondo 4×100 mista a San Marino!

Successo a 360 gradi del meeting del San Marino Master con oltre 700 atleti partecipanti

Straripante Roma Nuoto Master, un aggettivo più che coerente con la forza, la presenza, la coesione e l’alto livello competitivo offerto ancora una volta della squadra guidata da Francesco Viola.

Ad aggiungere valore alla prestazione del team romano impegnato lo scorso fine settimana al Trofeo di San Marino, secondo nella classifica società soltanto dietro la So.ge.se di Bologna e davanti alla Seven Master Nuoto, il Record del Mondo siglato nella mix 4×100 mista categoria Master120.

Il quartetto formato da Emanuele Rezzonico, 59”95, Elena Piccardo, 1’15”52, Federico Filosi, 57”37 e Michela Armini, 1’02”21 ha tirato fuori il tempone di 4’15”05 abbattendo il 4’16″13 dei russi dello Tsunani Nizhniy Novgorod e il Record Italiano di 4’21”02 degli Amici Nuoto Firenze del 2020.

straripante-roma-nuoto-master
foto: Giuseppe Migliorati

La 15esima edizione della manifestazione organizzata dal San Marino Master con la partecipazione della Federazione Sammarinese Nuoto e della Federazione Italiana Nuoto nella piscina olimpionica del Multieventi Sport Domus di Serravalle, nella Repubblica di San Marino, ha visto però anche alcuni Record Italiani.

L’instancabile Ann Jane Hoag della Acqua1Village ha messo a segno una doppietta di Record Italiani M55: negli 800 stile libero con 10’13″02 e 1001,69 punti andando a cancellare il precedente di Cristina Tarantino di 10’29″20 del 2010;

Record nel record, nella stessa gara Jane ha siglato anche il primato nazionale al passaggio dei 400 metri con 5’03”66, che cancella il precedente sempre di Cristina Tarantino di 5’08”19, tempo che sicuramente Jane rimigliorerà a breve al prossimo appuntamento nei 400 individuali.

Silvia Parocchi, Master55 della Molinella Nuoto, chiude i 50 farfalla in 31”38 e 1004,78 punti, migliorando il Record Italiano di Carola Castelli con 32″21 del 2019.
Primato Italiano anche per l’alteta di casa della San Marino Master Elisa Celli, che nei 50 rana Master30 nuota in33”20 e 988,55 punti migliorando il datato 33”68 di Lucia Bussotti del 2009.

Alla festa dei record partecipa anche Marco Borriello, Master60 del Buonconsiglio Nuoto, che nei 100 farfalla migliora l’1’09”58 di Massimo Giardino del 2019 col tempo di 1’09”08 e 942,67 punti.

Infine il Record Italiano della staffetta del San Marino Master femminile, che nella 4×200 stile libero M120 nuota il tempo di 9’43”60 con Elisa Celli (2’15”31), Clelia Bertolomei (2’28”93), Susanna Rinaldini (2’36”43) e Elena Tini (2’22”93), migliorando così il precedente 9’52”49 del Nuoto Club Firenze del 2016.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Premiate come di consueto le migliori prestazioni Assolute della Manifestazione: andate al femminile a Silvia Parocchi, Master55 della Molinella Nuoto che grazie ai suoi 200 dorso nuotati in 2’39”17 con il quale colleziona ben 1039,57 punti e si aggiudica la vittoria.

Al maschile la spunta su tutti un altro dorsista, Alessio Germani, Master55 del Circolo Canottieri Aniene, grazie ai 1002,10 punti fatti nei 100 dorso nuotati in 1’06”45.
Premiata anche la miglior prestazione degli 800 femminile vinta da Jane Hoag, mentre la miglior prestazione maschile degli 800 è andata a Massimo Grisenti, Master30 della Buonconsigio Nuoto, con 8’58”84 e 940,42 punti.

Successo dunque a 360 gradi della manifestazione sanmarinese, che ha registrato oltre 700 atleti partecipanti nella due giorni di gare, disputate sabato 7 e domenica 8 maggio.

Clicca qui per i risultati completi

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici su Instagram!

Seguici su Telegram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

Lorenzo Giovannini

Dipendente di un’azienda farmaceutica di Prato. Ha un passato da agonista e dal 2010 partecipa al Settore Master. Reporter sul piano vasca.