trofeo-baldesio-nuoto-master-festa-e-record-a-cremona
foto: William Verzellesi

Trofeo Baldesio Nuoto Master, Festa e Record a Cremona tra 800 atleti!

Quattro Record Italiani e tante prestazioni di alto livello, trionfa il Gonzaga

Il Trofeo Baldesio Nuoto Master conferma le aspettative della vigilia e si consuma in una festa emozionale che coinvolge circa 800 atleti partecipanti.

La manifestazione valida per il Circuito Supermaster FIN organizzata dalla Canottieri Baldesio presso la propria piscina scoperta olimpionica di Cremona, è ritornata col botto dopo due anni di pausa forzata causata dalla pandemia.

È stato un bellissimo weekend di sole e divertimento con 83 società provenienti da dieci regioni diverse.

Sono caduti ben quattro Record Italiani in quella che è stata l’ottava edizione della manifestazione, che ha visto il Gonzaga Sport Club di Milano sul gradino più alto del podio.

Alle loro spalle la squadra di casa Master Baldesio, che però per ospitalità e in qualità di organizzatori, si è autoesclusa dalla premiazione in favore di Acqua13 di Castel Goffredo e della Canottieri Bissolati che ha completato il podio.

Dieci regioni coinvolte, 83 società presenti, è stata una vera festa e siamo felicissimi – ha dichiarato il responsabile dell’evento Paolo Morabito a Swim4Life Magazine – Il Trofeo è andato benissimo, l’impianto non è annoverato tra i più famosi in Italia, ma all’aperto è fantastico e ha contribuito alla buona riuscita del meeting”

trofeo-baldesio-nuoto-master-2022

Il device per la partenza a dorso, i blocchi di partenza Omega olimpionici e le doppie piastre cronometriche, insieme alla diretta streaming, hanno sicuramente dato valore aggiunto all’evento.

Sono elementi qualitativi che non si trovano in tutti i meeting Master, soprattutto il device per la partenza, messo a disposizione soltanto in un altro meeting, quello di San Marino.
Altra particolarità del Trofeo Master Baldesio, la medaglia in legno in palio per il quarto posto di ogni gara e categoria, così come vediamo anche a San Marino: un valore che aggiunge enfasi anche per chi manca il podio.

Infine, a completare l’offerta dei cremonesi, i ricchi premi gastronomici per tutti i medagliati, che sicuramente fanno gola a tutti.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Se non potessi contare su un gruppo unito come lo è quello della Master Baldesio, difficilmente potrei organizzare una manifestazione di alto livello come questa – aggiunge Morabito – Le persone ce lo riconoscono e penso che i numeri lo rappresentano. È stato davvero bello per noi, bello come questa stagione in cui stiamo viaggiando in tutta Italia”

Oltre i tanti aspetti qualitativi che andavano sottolineati per l’ammirevole organizzazione della Baldesio, la manifestazione ha offerto anche un ottimo livello competitivo durante la due giorni di gare, a partire dai Record.

Jane Hoag ha migliorato il Primato Italiano Master55 dei 200 stile libero registrato con 2’24”89 da Giulia Noera lo scorso febbraio.

La forte stileliberista italo-americana della Acqua1Village ha fermato il crono a 2’24”81 e 971,34 punti togliendo 8 centesimi al fresco primato stabilito in questa stagione.

trofeo-baldesio-nuoto-master-jane-hoag

Marco Colombo della Acqua13 ha fatto suo il Record Italiano Master60 dei 50 dorso col tempo di 32”09 e 989,09 punti migliorando il 32”76 di Alessandro Bonanni dello scorso anno.

Stefano Vaghi della Milano Nuoto Master ha segnato il nuovo crono di riferimento nazionale Master60 dei 50 farfalla col tempo di 28”37 e 993,65 punti, migliorando il 30”36 di Stefano Dieterich dopo ben nove anni.

Infine Mauro Cappelletti della Chiavari Nuoto si è preso il 200 farfalla Master55 col tempo di 2’24”20 e 994,24 punti, cancellando il 2’25”10 del 2021 di Antonello Laveglia, altro grande specialista della distanza.

Quando c’èCarlo Arturo Travaini in gara non c’è competizione per la miglior prestazione maschile, che si aggiudica con i suoi50 rana da ultimo anno Master55, nuotando un sontuoso 30”73 e ben 1036,77 punti.

Dal prossimo gennaio il “Charlie internazionale” sarà pronto a riscrevere la storia della categoria del nuoto Master60 in Italia e nel Mondo.

La miglior prestazione femminile va invece a Sabina Vitaloni, Master45 della Derhona Nuoto, grazie ai 984,32 punti conquistati nei 50 rana col tempo di 37”00.

Numerose le prestazioni over 950 punti che hanno arricchito la manifestazione e che segnaliamo:
  • Martina Guareschi, M30 della Copernuoto negli 800 stile libero con 9’37”70 e 964,38 punti;
  • Mauro Lanzoni, M50 della Swim In Action nei 50 farfalla con 27”53 e 966,21 punti;
  • Mauro Cappelletti, M55 della Chiavari Nuoto nei 100 farfalla con 1’04”54 e 958,16 punti;
  • Alberto Delmonte, M30 della Olympia Bibbiano nei 50 stile con 24”00 e 957,91 punti;
  • Stefano Vaghi, M60 della Milano Nuoto Master nei 100 stile libero con 1’01”75 e 954,33 punti;
  • Lorenzo Giovannini, M35 del Nuoto Master Brescia nei 200 stile libero con 1’59”38 e 969,50 punti.

Clicca qui per i risultati completi

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici su Instagram!

Seguici su Telegram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

Lorenzo Giovannini

Dipendente di un’azienda farmaceutica di Prato. Ha un passato da agonista e dal 2010 partecipa al Settore Master. Reporter sul piano vasca.