massimiliano-rosolino-europei-nuoto-roma

Massimiliano Rosolino sugli Europei Nuoto Roma, “Cavalchiamo l’onda del grande evento”

L’obiettivo è tenere le piscine aperte più mesi possibili all’anno, ma dobbiamo lavorare affinché gli appassionati non si allontanino dal nuoto una volta passato l’evento

Massimiliano Rosolino è uno degli Ambassador degli Europei di Nuoto di Roma e in questa settimana di gare del Nuoto in vasca, Tuffi e Sincro (oggi l’ultima giornata nel Nuoto in vasca in attesa delle Acque Libere), è stato sempre presente tra il pubblico e sulle tribune.

L’evento ha generato un interesse straordinario, a dispetto del Ferragosto e del gran caldo, con diverse giornate andate in Sold Out per i biglietti del pubblico sugli spalti.

Non solo, l’evento è stato seguitissimo in televisione, sui canali RAI e SKY che hanno trasmesso le gare in diretta.

Un’onda di entusiasmo alzata anche grazie alle tante medaglie conquistate dal nuoto Azzurro.

È un bell’Europeo, è bello giocare in casa, ma soprattutto è bello vedere così tante doppiette sul podio di diverse gare – afferma Rosolino a Swim4Life Magazine – Ottime performance anche sotto l’aspetto cronometrico, come quella di Galossi negli 800 stile libero, Martinenghi nei 50 e 100 rana. Sembra che sia diventata una nazionale giovanile prolungata. È stato bello vedere Benedetta Pilato cercare di tener testa all’oro di Martinenghi nei 100 rana, così come è successo anche ai Mondiali, stavolta con gli interessi perché si è portata dietro anche Lisa Angiolini”

Tante belle prestazioni e anche un Record del Mondo.

È stato bello vedere un Record del Mondo cadere dopo 13 anni. Per noi è bello vedere che siamo andati forte alle Olimpiadi, forte ai Mondiali e ora forte agli Europei ed è bello vedere che ci sono quattro italiani che vanno forte quasi in ogni gara. Il gioco dei due atleti per nazione ammessi alle semifinali è un po’ rigido, ma permette anche di incentivare la prestazione e sarebbe peggio.

Un bell’auspicio in ottica delle prossime Olimpiadi.

Adesso si apre la rincorsa, non brevissima, a Parigi 2024: chi è bravo, può continuare a essere competitivo, mentre chi non è ancora entrato in lista, ha l’opportunità di farlo. Questo è un anno brillante, fatto di tanti eventi, che permette di mettere da parte il periodo in cui gareggiare era incerto”

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

A dispetto del periodo e di una lunga stagione, è un bell’Europeo, anche se qualcuno dice che manca qualche punta

Chi non c’è non balla e non può decidere la musica. Martinenghi è diventato una specie di Adam Peaty. È costante nei bei tempi che nuota. Stesso discoro per Paltrinieri, che è molto competitivo dalla vasca alle acque libere, cosa che fa capire che il nuoto si è evoluto”

Quanto è cambiato il villaggio del nuoto del Foro Italico rispetto ai Mondiali di Roma 2009?

Il Parco del Foro Italico, con alle spalle le piscine, dove si disputano praticamente tutte le discipline acquatiche, permette anche a chi non è esperto di appassionarsi al nuoto. Un po’ tutti seguono tutti gli sport quando si parla di Olimpiadi: ridimensionate questo fattore al nuoto e vi renderete conto che qui è stato fatto un lavoro che promuove tutte le discipline acquatiche, ma non solo. Il Foro Italico di Roma ha ospitato eventi importanti praticamente tutte le settimane. Se potessimo cavalcare l’onda e puntare a tenere aperte le piscine per più mesi possibili durante l’anno. Per dare un servizio ai cittadini, dare l’opportunità ai gestori di ammortizzare meglio spese mostruose, ma soprattutto per far si che l’attività scolastica legata allo sport, sia sempre di più un piacere”

Europeo in casa, risultati di una nazionale straordinaria: quanto può essere importante tutto questo ai fini della crescita generale del movimento, parlando di acquaticità bambini, corsi di nuoto e poi agonismo?

Quando vinsi le Olimpiadi insieme a Fioravanti e Rummolo, si ebbe un picco di interesse verso il nuoto, ma perché avevamo fatto una cosa stratosferica, che poi si è ripetuta negli anni. Adesso sembra quasi banale quando una staffetta vince una medaglia e quasi quasi non ci guardiamo la cerimonia di premiazione. Tante persone si sono avvicinate al nuoto, ma i risultati che vediamo oggi sono frutto di anni e anni di fecondazione assistita. La differenza la dobbiamo fare noi, gli addetti ai lavori, che non dobbiamo permettere alle persone di allontanarsi dalle piscine dopo che è passata l’onda generata da un evento importante come questo. Noi stessi genitori tendiamo a rimandare quando siamo sotto Pasqua o Natale”

Massimiliano Rosolino sugli Europei Nuoto Roma, “Cavalchiamo l’onda del grande evento” – Video Intervista

Seguici su Instagram!

Seguici su Telegram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine