giorgia-meloni

Giorgia Meloni che futuro darà allo sport?

Quali sono i punti e le promesse fatte al mondo dello sport con il Programma di Fratelli d’Italia

Giorgia Meloni, leader del partito politico Fratelli d’Italia, risultato il primo alle Elezioni Politiche e di fatto forza principale nel nuovo Governo, ha fatto promesse molto importanti al mondo dello sport, che molto probabilmente vive una delle epoche peggiori della sua storia.

Lo sport non navigava nell’oro già in passato, ma poi, negli ultimi due anni, prima la pandemia e tutto ciò che ne è conseguito e poi il caro bollette causato dai conflitti bellici in Ucraina, hanno dato una pesante mazzata a tutto il settore sportivo.

Giorgia Meloni che futuro darà allo sport?

Giorgia Meloni ha verbalmente sancito il diritto allo sport e inoltre ha affermato e promesso che stanzierà borse di studio per meriti sportivi.

Al punto 7 del Programma di Fratelli d’Italia, “Largo ai giovani”, si legge, infatti, tra le altre cose:

Istituzione del “diritto allo sport, all’arte e alla cultura”: ogni giovane deve avere la possibilità di accedere a qualsiasi disciplina artistica e sportiva, anche con sostegni diretti.

Programmare investimenti sugli impianti sportivi di nuova generazione, per ogni disciplina. Aree attrezzate per fare sport nei parchi in tutti i Comuni italiani.

La scuola deve diventare il centro nevralgico del territorio e della sua comunità, anello di congiunzione tra famiglie e istituzioni, con aperture pomeridiane e sinergia con gli enti del Terzo settore per ampliare l’offerta culturale e sportiva. Istituzione di borse di studio per meriti sportivi e artistici.”

Sarebbe un passo in avanti molto importante nel mondo dello sport italiano, in cui esiste ancora un problema di base che limita di fatto l’attività agonistica e la nascita di futuri campioni.

La scuola e la società ritengono lo sport un elemento di troppo nella strada che i giovani percorrono nella propria crescita.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Inoltre, gli atleti d’Élite non hanno alcun tipo di supporto, né economico né di altra natura, per garantirsi gli studi universitari e allo stesso tempo sostenere le spese giornaliere che richiede la società mentre praticano sport.

Non importa se un nuotatore vince un mondiale: oggi lo Stato non gli finanzia gli studi, né tanto meno gli paga le spese, il vitto, l’alloggio.

L’unica speranza dei giovani atleti sono i gruppi militari: Centro Sportivo Esercito, Carabinieri, Fiamme Gialle, Fiamme Oro, Fiamme Azzurre, Vigili del Fuoco sono gli unici a garantire un supporto economico, seppure contenuto, agli atleti che praticano sport a livello competitivo.

Avere una situazione sociale del tutto diversa, porterebbe sicuramente a una evoluzione del Paese, sia sotto l’aspetto sportivo che civico.

Giorgia Meloni che futuro darà allo sport?

Al punto 8 del Programma, “Rilanciare la scuola, l’università e la ricerca”, si promette “Più sport nelle scuole, con nuovi impianti, piscine e palestre.”

Se lo sport venisse veramente e realmente incluso nell’insegnamento scolastico, sarebbe un progresso fondamentale per l’Italia.

E questo includerebbe sicuramente la realizzazione di nuovi Centri Sportivi scolastici, che ovviamente potrebbero essere utilizzati anche da un pubblico più ampio, come accade già oggi per i Centri Universitari Sportivi.

Lo sport viene richiamato anche al punto 10 del Programma di Fratelli d’Italia, “Il diritto a una vecchiaia serena”:

Introduzione di un meccanismo di solidarietà intergenerazionale, con agevolazioni fiscali per i percettori di redditi di pensione e per gli over 65 che sostengono oneri in favore di parenti under 36, diretti e indiretti, per spese sanitarie, istruzione scolastica e universitaria, pratica sportiva dilettantistica, canoni di locazione per uso abitativo, acquisto della prima casa.”

Non resta che attendere e sperare di vedere realizzate queste promesse.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici su Instagram!

Seguici su Telegram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine