marco-orsi-cambia-tutto

Marco Orsi cambia tutto, nuovo allenatore, nuova città e ritorno al CN UISP Bologna!

Il campione racconta i motivi a Swim4Life Magazine, “Sono qui per nuovi obiettivi”

Marco Orsi mischia il mazzo di carte e compie una scelta coraggiosa e ardua alla soglia dei suoi 32 anni che compirà il prossimo dicembre.

Il Bomber di Budrio, bolognese di adozione, ha infatti deciso di cambiare città, allenatore e squadra.

Dopo una sola stagione con la De Akker Bologna, Marco Orsi è ritornato un atleta tesserato per il Circolo Nuoto UISP Bologna, squadra che lo ha visto raggiungere i suoi più importanti traguardi in carriera.

Il Presidente del Circolo Nuoto UISP Bologna, Lorenzo De Sanctis, ha il piacere di comunicare che la stagione 2022/23 inizia con il ritorno importante all’interno delle file gialloblu da parte di Marco Orsi, atleta bolognese cresciuto nel vivaio del Cienne, plurimedagliato a livello internazionale e con due partecipazioni alle Olimpiadi, a Londra e Rio de Janeiro – si legge nel comunicato della squadra emiliana – Siamo riusciti a riportare Marco a tesserarsi con il Circolo Nuoto dopo un anno “sabbatico” e ne siamo molto felici, sarà l’occasione per aiutare Marco a raggiungere i traguardi importanti che si è prefissato ed a promuovere ed incentivare le nuove generazioni degli atleti gialloblu”

Marco Orsi ritorna dunque a casa base, ma andrà via da Bologna, almeno “parzialmente”, perché il piano di cambiamenti del campione europeo in carica dei 100 misti, ha deciso di cambiare anche allenatore.

Dopo una vita agonistica insieme a Roberto “Robbe” Ubaldi, Marco Orsi si allenerà da questa stagione agli ordini di Antonio Satta e si aggregherà al gruppo con Alessandro Miressi e Alessandro Bori.

Un bel parterre di velocisti, che sicuramente farà bene a Orsi, ma farà bene anche agli stessi Miressi e Bori, e che il plurimedagliato atleta tesserato anche per Fiamme Oro, frequenterà a Torino.

Ringraziamo la società e i coach del Centro Nuoto Torino che ci aiuteranno a preparare al meglio Marco, fornendogli tutti i mezzi per affrontare la stagione con grandi obbiettivi – si legge infatti nel comunicato del CN UISP Bologna – Marco infatti, si dividerà tra Torino e Bologna, con l’obiettivo di dimostrare, che nonostante gli anni che passano, rimane il “Bomber” e negli appuntamenti clou della stagione, in particolare in vasca corta, potrà ancora dire la sua”

Il cambio di guida tecnica avviene dopo 12 anni agli ordini di Ubaldi, insieme al quale ha vinto 34 titoli italiani, 35 medaglie internazionali e realizzato 2 record del mondo, 1 record europeo e 23 record italiani individuali.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Da quando mi hai preso sotto la tua guida, mi ha reso prima uomo che campione – scrive Orsi nella sua dedica a Ubaldi pubblicata sui suoi canali social – Abbiamo sognato, pianto, gioito e brindato assieme, ne abbiamo viste di cotte e di crude, girato in lungo e in largo e sfidato i più forti al mondo, ma sempre assieme!

Posso solo ringraziarti per avermi guidato, insegnato e reso la persona che sono ora … Ti faccio un grande in bocca al lupo e spero troverai un altro diamante grezzo da scolpire e rendere più brillante di me come solo tu sai fare”

marco-orsi
Marco Orsi cambia tutto, nuovo allenatore, nuova città e ritorno al CN UISP Bologna

Ho cambiato tutto e ho deciso di andare a Torino per allenarmi agli ordini di Satta e insieme a Miressi e Bori perché avevo bisogno di compagni di allenamento alla mia altezza, anzi più forti – spiega Marco Orsi a Swim4Life Magazine – Se non avessi cambiato qualcosa, avrei smesso e mi sarei ritirato.

Sto veramente bene e sono contentissimo della scelta fatta, anche perché nel cambiamento, sono ritornato anche nella mia vecchia squadra. Se andrò forte o meno non lo so, ma intanto mi sto allenando duramente, mi piace quello che faccio e sono davvero entusiasta”

Orsi farà dunque base a Torino, dove cercherà di costruire nuovi traguardi di una carriera che non sempre gli ha restituito ciò che avrebbe meritato, ricordando i suoi sfortunati problemi di salute poco prima delle Olimpiadi di Rio 2016 e non solo.

Di tutti i traguardi raggiunti fino a ora nella mia carriera, devo dire soltanto grazie – aggiunge Bomber Orsi – Sicuramente avrei potuto raccogliere qualcosa di più in vasca lunga, ma per una serie di sventure non è accaduto.

Adesso ho nuovi obiettivi nella mia testa. La staffetta è uno di questi: quando c’ero io, ero insieme a Dotto e Magnini e mancava sempre un quarto atleta forte, mentre adesso c’è un gruppo nazionale nutrito e straordinario e questo mi stimola”

La sensazione è che la vasca corta, che è il suo habitat naturale, non sarà l’unico campo di scontro sul quale punterà l’atleta.

marco-orsi

Sono super contento, lavorerò sodo e vedremo cosa arriverà – conclude Orsi – Non tutti siamo Ceccon purtroppo, che fa quello che vuole in qualsiasi gara. È imbarazzante quanto sia talentuoso Thomas!

Scegliendo Satta e il gruppo di Torino, ho scommesso con me stesso e prima di farlo ho voluto prima stare bene con me stesso. Ho ritrovato la mia serenità, sono tranquillo e voglio godermi questo cambiamento. Poi se verranno i risultati bene, se non verranno non sarà un problema.

Sono felice e non devo dimostrare nulla a nessuno. È chiaro che ho scelto questo cambiamento perché voglio mettere la mano davanti a tutti, sono un agonista e sono nato per questo, ma ho anche 32 anni e un fisico abbastanza impegnativo.

So bene che adesso c’è gente più forte di me e più giovane di me e quindi tutto ciò che di buono arriverà, sarà tutto di guadagnato”

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici su Instagram!

Seguici su Telegram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine