gregorio-paltrinieri-800-fukuoka-mondiali-nuoto
foto: Mattia Ferru / Swim4Life Magazine

Gregorio Paltrinieri in finale degli 800 col brivido!

Le batterie maschili dei Mondiali di Fukuoka le più veloci di sempre, fuori Wellbrock e stasera c’è Quadarella

Gregorio Paltrinieri centra la finale degli 800 stile libero della terza giornata dei Mondiali di Nuoto di Fukuoka, ma con il brivido, perché l’Azzurro delle Fiamme Oro e Coopernuoto si salva per un soffio dall’eliminazione.

Conseguenza di quelle che sono state le batterie di qualifica più veloci di sempre a un campionato internazionale, basti pensare che il miglior crono lo ha segnato il fenomeno australiano, Samuel Short, 20 anni il prossimo 17 settembre, con un pauroso 7’40”90 fatto dalla penultima serie.

Alle sue spalle, nella stessa serie, il tunisino Ahmed Hafnaoui con 7’41”97 e il tedesco Lukas Martens con 7’42”04 hanno letteralmente lanciato l’ascia di guerra all’ultima serie che aspettava il proprio turno in camera di chiamata.

Non è certamente un caso che questi tre atleti davanti a tutti nelle batterie degli 800 stile, siano i soliti tre saliti sul podio dei 400 stile nella spettacolare finale del day1, e esattamente nel medesimo ordine.

Una delle vittime illustri di queste batterie super veloci, è stato ad esempio il norvegese Henrik Christiansen, che con 7’50”46 è risultato addirittura 18esimo, ma anche il tedesco Florian Wellbrock, nono in 7’45″87.

Non c’è tempo da perdere quindi e Gregorio Paltrinieri se ne rende conto, quindi gas aperto fin da subito, con l’atleta allenato da Fabrizio Antonelli, reduce dai Mondiali in Acque Libere in cui ha vinto un argento nella 5 km e un oro nella staffetta, che chiude la sua batteria con il tempo più veloce di sempre in qualifica, segnando 7’44”89 che vale il settimo tempo.

È stata indubbiamente la batteria di qualifica più veloce che io abbia mai fatto in carriera – ha dichiarato Gregorio Paltrinieri a S4L Magazine – Quando dalla camera di chiamata abbiamo visto i tempi della serie precedente la nostra, ci siamo guardati tutti in faccia sbalorditi. Il tempo di Short è mostruoso, io non lo avrei mai fatto in batteria.

Però è da vedere anche quanto abbia tirato, anche se ha già dimostrato di valere nei 400 stile. Sarà una finale tutta da vedere, partirò ancora dalla corsia laterale, anche se non per mia scelta. Non sarà facile, anche perché le fatiche delle gare in mare si fanno sentire. Il mare ti porta a nuotare in maniera completamente diversa dalla piscina e la differenza la sento tutta”

Fanno fatica a entrare in finale nella piscina del Marine Messe perfino lo statunitense campione olimpico e mondiale in carica Bobby Fink con 7’43”87 e l’ucraino Mykhailo Romanchuk, bronzo olimpico e mondiale in carica, con 7’44”07.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Resta fuori purtroppo l’altro Azzurro Luca De Tullio, Circolo Canottieri Aniene, che nonostante abbia nuotato il personale di sempre, migliorando di circa un secondo quello che era già un ottimo crono fatto al Sette Colli dello scorso giugno, ha chiuso con 7’46″87 che vale l’11esimo posto.

È davvero un peccato che sia rimasto fuori dalla finale nonostante mi sia migliorato ancora rispetto al crono fatto al Sette Colli, dopo il quale ero felicissimo – racconta l’atleta allenato da Christian Minotti a S4L Magazine – Stamattina sono state batterie velocissime, mi sentivo quasi fuori luogo a essere qui, ma poi se ci penso, se sono arrivato a questo Mondiale, è perché lo merito.

Mi dispiace non aver passato il turno, ma tutto fa esperienza e sapere di stare così bene da aver migliorato di tanto il mio personale di mattina, mi fa ben sperare per i 1500”

luca-de-tullio-gregorio-paltrinieri-mondiali-nuoto-fukuoka
foto: Mattia Ferru / Swim4Life Magazine
Gregorio Paltrinieri in finale degli 800 col brivido, anche gli altri Azzurri promossi

Prima degli 800, che hanno chiuso il programma del mattino, i due Azzurri impegnati nei 50 rana maschili avevano staccato un biglietto per le semifinali.

Nicolò Martinenghi, ieri argento nei 100 rana, si è guadagnato le semifinali nuotando il secondo miglior crono in 26″64, a 31 centesimi dal suo Record Italiano, alle spalle del solo cinese Qin Haiyang, ieri oro nei 100 rana, con il Record Asiatico firmato in 26”34.

L’argento mi ha alleggerito, vincere aiuta a vincere e anche se sono andato a dormire molto tardi ieri, stamattina era più tranquillo rispetto alla vigilia dei 100 – ha dichiarato l’atleta allenato da Marco Pedoja – Ho nuotato bene e sciolto. Per entrare in finale sarà bagarre. Siamo raccolti in pochi decimi. C’è un Qin Haiyang da andare a prendere”

nicolo-martinenghi-gregorio-paltrinieri-mondiali-nuoto-fukuoka
foto: Mattia Ferru / Swim4Life Magazine

In semifinale anche Simone Cerasuolo, Fiamme Oro e Imolanuoto, che passa con l’ottavo crono di 27”06, a 30 centesimi dal personale fatto proprio in questa stagione.

L’esordio è andato bene, sono soddisfatto, ho rotto il ghiaccio nel miglior modo possibile, perché l’importate era passare il turno – ha dichiarato l’atleta allenato da Cesare Casella a S4L Magazine – Mi sono sentito bene in acqua cercando di non strappare e sono soddisfatto del risultato. La sera si finisce tardi e la mattina si inizia presto? È vero, ma non dobbiamo pensare a questi dettagli, anzi dobbiamo adattarci”

simone-cerasuolo-gregorio-paltrinieri-mondiali-nuoto-fukuoka
foto: Mattia Ferru / Swim4Life Magazine

Passa il turno uno su due delfinisti dei 200 farfalla, Alberto Razzetti, Fiamme Gialle e Genova Nuoto My Sport.

Il bronzo europeo di Roma 2022 ha nuotato in 1’55″35 che vale il quinto posto delle batterie, dominate dal nipponico Tomoru Honda con 1’54”21 che ha esaltato la platea di casa presente stamattina.

Mi sono sentito bene in acqua – ha dichiarato l’atleta allenato da Stefano Franceschi – Ho cercato di disputare una prova intelligente. Il tempo è ottimo per essere stato fatto di mattina. L’obiettivo è chiaramente la finale per esprimere il massimo delle mie potenzialità”

alberto-razzetti-gregorio-paltrinieri-mondiali-nuoto-fukuoka
foto: Mattia Ferru / Swim4Life Magazine

Si ferma invece Federico Burdisso, Esercito e Aurelia Nuoto, che nuota in 1’56″86 che vale il 18esimo posto, a 35 centesimi dalle semifinali.

Nei 200 stile libero femminili, senza italiane in gara, è l’australiana Mollie O’Callaghan a far segnare il miglior crono con 1’55”68, seguita dalla canadese Summer McIntosh con 1’55”88 e dalla connazionale Ariarne Titmus con 1’56”20.

Sarà una gara dall’epilogo atteso per tanti motivi, uno tra tutti il Record del Mondo di Federica Pellegrini che potrebbe essere in gioco insieme al podio iridato.

Appuntamento per semifinali e finali di oggi a partire dalle 13:00 ora italiana.

Clicca qui per la Galleria Foto della seconda serata di finali

Clicca qui per la Galleria Foto della terza giornata di qualifiche

Clicca qui per la Galleria Foto della terza serata di finali

Mondiali Nuoto Fukuoka 2023 – Orari diretta TV

Tutte le gare dei Mondiali Nuoto Fukuoka 2023 verranno trasmesse in diretta televisiva su Raidue/Rai Sport +HD e Sky Sport Summer, con batterie di qualifica dalle 03:30 e semifinali e finali dalle 13:00 ore italiane.

Swim4Life Magazine seguirà inoltre l’evento da Fukuoka fornendo articoli di cronaca, foto e interviste per ogni sessione di gara.

Mondiali Nuoto Fukuoka 2023 – Clicca qui per i risultati ufficiali

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici anche su Instagram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights