recupero-muscolare-allenamento

Recupero muscolare durante la fase di carico, quanto è importante la glutammina

Oltre a favorire il recupero muscolare, questo aminoacido contribuisce anche a tollerare meglio l’allenamento, a ridurre rischi di infezioni e gestire meglio l’energia

La preparazione atletica e il recupero muscolare viaggiano a braccetto e sono sempre più al centro della preparazione di una stagione competitiva nei programmi di allenamento degli atleti.

Gli allenatori sono ormai affiancati regolarmente da nutrizionisti e preparatori atletici formando uno staff tecnico che segue l’atleta a 360 gradi.

La scienza della nutrizione ha fatto passi da gigante negli ultimi anni e continua a farne per supportare sempre meglio atleti e staff tecnici che vanno alla ricerca della migliore performance possibile.

La parte della nutrizione sportiva è dunque ormai un argomento che prevede anch’esso, così come l’allenamento, una pianificazione in base agli obiettivi e al piano di allenamento dell’atleta.

Atleti e nutrizionisti sportivi sono, infatti, sempre più orientati a una comprensione più approfondita dei nutrienti essenziali per il corpo e votati a comprendere sempre meglio la perfetta macchina dell’essere umano affinché possa essere ottimizzato e massimizzato il suo funzionamento.

recupero-muscolare-allenamento-nuoto
Recupero muscolare durante la fase di carico, quanto è importante la glutammina

Nella preparazione di una stagione, il recupero muscolare gioca un ruolo importantissimo, soprattutto durante le fasi di carico della stagione, in cui si arriva al picco di lavoro massimo e quindi si mette maggiormente sotto stress l’atleta.

La glutammina si distingue per il suo ruolo cruciale nel sostenere proprio la riparazione e il recupero muscolare, rendendola quindi una componente fondamentale nella nutrizione sportiva.

Ma cos’è più esattamente la glutammina? Quali sono le sue funzioni? E come può essere integrata efficacemente nella dieta di un atleta per massimizzarne i benefici?

La glutammina è un aminoacido classificato come non essenziale, che significa che il corpo può sintetizzarlo autonomamente.

Tuttavia, durante periodi di stress fisico intenso, quindi nelle fasi di intenso carico di allenamento in preparazione a un obiettivo da raggiungere nel corso di una stagione, la domanda di glutammina da parte dell’organismo supera l’offerta di quanto ne può essere auto prodotto, fino a raggiungere un livello in cui la glutammina diventa paragonabile a un aminoacido condizionatamente essenziale.

La sua abbondanza nei muscoli e nel sangue sottolinea il suo ruolo vitale non solo per la salute muscolare, ma anche per il sistema immunitario e la funzionalità intestinale.

recupero-muscolare-allenamento-programma-competitivo
Recupero muscolare durante la fase di carico, quanto è importante la glutammina

La glutammina serve a numerosi processi metabolici, ma parlando di contesto sportivo, i suoi benefici sono, come già detto, particolarmente rilevanti per quanto riguarda il recupero muscolare.

La glutammina aiuta, infatti, a ripristinare i livelli di glicogeno post-allenamento, ridurre il dolore muscolare indotto dall’esercizio e conseguente alla distruzione e ristrutturazione del muscolo e promuove la sintesi proteica, essenziale per la riparazione dei tessuti danneggiati.

Il suo ruolo nel supportare il sistema immunitario è però particolarmente rilevante per gli atleti, che sono spesso esposti a un rischio maggiore di infezioni proprio a causa dell’allenamento intensivo che soprattutto in certi periodi dell’anno, causa un abbassamento delle difese immunitarie.

Recupero muscolare durante la fase di carico, quando assumere glutammina

La tempistica dell’integrazione di glutammina è cruciale per massimizzarne i benefici e la ricerca suggerisce che il momento migliore per assumerla è subito dopo l’allenamento, quando il corpo è più ricettivo ai nutrienti e il bisogno di riparazione muscolare è elevato.

Un’altra finestra ottimale può essere però anche prima di andare a riposare, che è proprio un momento in cui l’organismo entra in uno stato di riparazione e recupero.

Parlando di attività sportiva, quindi allenamento e competizione, anche non per forza ad altissimo livello, la glutammina serve principalmente a sostenere il recupero muscolare e a minimizzare il catabolismo muscolare, il processo di degradazione del tessuto muscolare.

Questo è particolarmente importante per gli atleti che si sottopongono a regimi di allenamento frequenti e intensi, dove la capacità di recuperare rapidamente può influenzare direttamente la performance successiva.

Ma la glutammina è importantissima anche per chi pratica sport a livello amatoriale, magari in un’età non più giovanissima e in cui il recupero è sempre più difficile.

La glutammina può essere facilmente assunta attraverso integratori specific, come ad esempio il Glutammina prodotto da EthicSport, azienda molto attenta sia nella ricerca che negli ingradienti degli integratori.

recupero-muscolare-allenamento-atleti-anziani
Recupero muscolare durante la fase di carico, tutti i benefici della glutammina

Sia per chi pratica sport a livello competitivo d’élite, sia per chi invece lo pratica a livello amatoriale, la glutammina offre importanti benefici.

Oltre al prezioso supporto che riguarda il recupero muscolare di cui abbiamo già parlato, la glutammina contribuisce anche alla salute intestinale, alla funzionalità del sistema immunitario e alla regolazione dei livelli di zucchero nel sangue.

Per gli atleti, ciò si traduce in una migliore tolleranza all’allenamento, riduzione dei rischi di infezioni e una gestione ottimale dell’energia.

Generalmente, la glutammina dovrebbe essere assunta subito dopo l’allenamento, o in alternativa, come dicevamo prima, quando si va a letto per riposare.

Tuttavia, la dose e la frequenza specifiche possono variare in base alle necessità individuali, al tipo di allenamento e al regime dietetico generale dell’atleta.

Recupero muscolare durante la fase di carico, integrazione e sinergie della glutammina con altri nutrienti

Per ottenere il massimo dai propri sforzi nutrizionali, gli atleti possono considerare l’integrazione sinergica di glutammina con altri nutrienti.

Le proteine del siero del latte, come XTR Protein prodotto da EthicSport ad esempio, forniscono una ricca fonte di aminoacidi essenziali per la costruzione e il recupero muscolare.

Le proteine idrolizzate del siero del latte, come HTP Protein prodotto anche questo da EthicSport, offrono un assorbimento rapido, ideale per il periodo post-allenamento.

Nella vasta gamma di integratori EthicSport, c’è però anche Ramtech 2:1:1, aminoacidi a catena ramificata (BCAA) che possono essere utilizzati per supportare ulteriormente la sintesi proteica e ridurre la fatica durante l’esercizio prolungato.

In conclusione, la glutammina rappresenta un pilastro nella nutrizione sportiva, con benefici che toccano diversi aspetti della performance e del recupero atletico.

Un approccio olistico, che combina glutammina con altri nutrienti essenziali e strategie di integrazione mirate può aiutare gli atleti a raggiungere i loro obiettivi di performance, mantenendo nel contempo un corpo forte e capace di ristrutturarsi dopo ogni impegno muscolare e fatica in allenamento.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici su Instagram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights