benedetta-pilato-nuoto-record-italiano-100-rana

Benedetta Pilato Record Italiano 100 rana!

La tarantina infiamma la 60esima edizione del Trofeo Sette Colli con uno show fuori programma, Michele Lamberti e Viberti a un passo dalle Olimpiadi con due temponi nei 100 dorso e 100 rana, Ginevra Taddeucci vola a Parigi

Benedetta Pilato infiamma lo Stadio del Nuoto nella 60esima edizione del Trofeo Sette Colli timbrando il Record Italiano dei 100 rana a un mese dalle Olimpiadi di Parigi!

Uno spettacolo fuori programma e una prestazione superba di Benedetta Pilato, allenata da questa stagione a Torino da Antonio Satta e tesserata per Fiamme Oro e Circolo Canottieri Aniene che di certo allieta gli spettatori che stasera hanno riempito lo Stadio del Nuoto di Roma fino all’ultimo posto disponibile.

La 19enne tarantina, campionessa europea a Roma 2022 in questa specialità, aveva già dato stamattina segnali importanti nuotando in scioltezza in 1’06″32 segnando il miglior crono delle qualifiche.

Nulla lasciava presagire però che oggi pomeriggio Benedetta Pilato avrebbe addirittura migliorato il Record Italiano, cosa che ha invece fatto fermando il crono a 1’05”44 togliendolo ad Arianna Castiglioni che lo deteneva con 1’05”67 nuotato proprio nella piscina olimpionica del Foro Italico di Roma e proprio al Trofeo Sette Colli, nell’edizione del 2021.

Il crono di Benedetta Pilato rappresenta al momento la quinta prestazione mondiale stagionale, ma il fatto che sia stato nuotato in un periodo in cui la pugliese sta preparando le Olimpiadi, lascia sognare ad occhi aperti.

benedetta-pilato-record

Assente la lituana Ruta Meilutyte, che ha preferito concentrarsi esclusivamente sui 50 rana di questo Sette Colli, la britannica Angharad Evans con 1’05”91 e l’Azzurra Martina Carraro con 1’06”43 completano il podio dei 100 rana femminili del Sette Colli.

Benedetta Pilato Record Italiano 100 rana, Thomas Ceccon squillo nei 100 dorso

Il 60esimo Trofeo Sette Colli può vantare circa 900 atleti presenti per 52 nazioni e molti campioni e plurimedagliati olimpici e mondiali come i britannici Adam Peaty e Benjamin Proud, Laura Stephens e Freya Colbert, Tom Dean, Luke Greenbank e James Guy, i giapponesi Yui Ohashi e Daiya Seto, la magiara Katinka Hosszu, il tedesco Florian Wellbrock, gli olandesi Arno Kamminga, Tes Schouten, Marrit Steenbergen, la lituana Ruta Meilutyte, il sudafricano Chad Le Clos, la cinese di Hong Kong Siobhan Haughey, la canadese Penny Oleksiak e tante altre stelle, a dispetto di un Campionato Europeo che intanto si sta ancora disputando in Serbia.

stadio-del-nuoto-roma-sette-colli-pubblico-benedetta-pilato

Ben 20mila spettatori per il sold out delle tre giornate di finali vengono ripagati con questa prima serata spettacolare, nella quale oltre al Record Italiano di Benedetta Pilato, va segnalato lo squillo di Thomas Ceccon nei 100 dorso.

Il 23enne veneto campione europeo in carica, tesserato per Fiamme Oro e Leosport e allenato al Centro Federale di Verona da Alberto Burlina, traccia la strada che lo porterà a Parigi tra un mese con una prestazione di rilievo, trionfando in 52″43, limando il Record della Manifestazione di 52″86 che porta il suo nome e fermandosi a 83 centesimi dal suo Record del Mondo.

italia-thomas-ceccon-nuotoo-benedetta-pilato

Ho spinto e ho dato tutto quello che avevo in questo momento – ha dichiarato Ceccon – Non sono arrivato qui preparato, soprattutto nelle virate. Non so ancora quali altre gare farò qui al Sette Colli, voglio decidere con calma. Mi interessava più che altro verificare se effettivamente sono ancora competitivo dopo un autunno in cui ho iniziato bene, per poi avere qualche infortunio”

Ad accompagnarlo sul podio occupando il secondo gradino, c’è il compagno di allenamenti Michele Lamberti, Fiamme Gialle e GAM Team, che segna 53″35 migliorando di 21 centesimi il proprio personale registrato agli Assoluti di Riccione lo scorso marzo e fermandosi a solo 6 centesimi dal tempo per le Olimpiadi (53”2), e Christian Bacico, Como Nuoto Recoaro, con 54″05.

Il tempo è molto buono, ma pensavo di valere qualche centesimo in meno – ha dichiarato Lamberti – Nel secondo cinquanta non sono stato impeccabile. Spero che valga per andare alle Olimpiadi, staremo a vedere cosa succederà. Sono comunque soddisfatto di quanto nuotato questa sera”

I 400 stile libero del Sette Colli parlano una lingua internazionale, con la vittoria del brasiliano Guilherme da Costa in 3’45″33, seguito sul podio dal belga Lucas Henveaux in 3’45″81 e dal connazionale Eduar Oliveira De Morales in 3’46″29, con l’irlandese Daniel Wiffen, campione del mondo in carica negli 800 e nei 1500 stile libero che stamattina aveva dominato nelle batterie di qualifica, che chiude solo ottavo in 3’51″64, in contro prestazione sul 3’48″42 di stamane.

Gli italiani si fermano ai piedi del podio, con Matteo Lamberti, Carabinieri e GAM Team allenato da Stefano Franceschi, quarto in 3’46″85 e Marco De Tullio, Circolo Canottieri Aniene allenato da pochi mesi da Gianluca Belfiore, quinto con 3’47″24.

I 200 stile libero femminili nel Foro Italico di Roma senza Federica Pellegrini sanno un po’ di nostalgia, ma la vice campionessa olimpica e campionessa iridata Siobahn Haughey regala una prestazione di prim’ordine.

La 25enne cinese della Repubblica di Hong Kong trionfa in 1’55″35, seguita dalla canadese Mary-Sophie Harvey in 1’56″38 e dalla britannica Freya Colbert in 1’56″58.

La prima italiana è Sofia Morini, Esercito ed NC Azzurra 91, che nuota per la prima volta sotto l’1’58” segnando un ottimo 1’57″81, migliorando il personale di 1’58″64.

È un tempo che mi gratifica molto e mi invoglia ad andare avanti sulla strada intrapresa con Stefano Franceschi – ha dichiarato Sofia Morini – Sono molto concentrata e il mio obiettivo è di terminare la stagione al meglio”

Dopo una batteria di qualifica con il freno a mano tirato, Nicolò Martinenghi libera tutta l’energia che possiede nei suoi motori andando a vincere i 100 rana con un bel crono.

L’atleta del Circolo Canottieri Aniene allenato da Marco Pedoja, bronzo olimpico a Tokyo 2020 e argento iridato a Fukuoka 2023 e Doha 2024, si impone in 58”90, a 64 centesimi dal suo Record Italiano, mettendo in riga gli avversari, tra cui il campionissimo Adam Peaty, che chiude ai piedi del podio in 59”51.

Argento per l’olandese Caspar Corbeau con 59”23, bronzo per Ludovico Blu Art Viberti con 59”27, un tempone per il 22enne del Centro Nuoto Torino allenato da Antonio Satta, che migliora il personale di 59”38 fatto lo scorso novembre agli Assoluti di Riccione e che lo vede a 8 centesimi dal tempo limite per Parigi 2024.

Leonardo Deplano, già qualificato per Parigi 2024, nuota ancora sotto al tempo limite per le Olimpiadi vincendo l’argento dei 50 stile libero in 21”76 alle spalle del britannico Ben Proud che segna 21”62 e davanti al brasiliano Guilherme Santos con 21”97.

Simona Quadarella chiude lo show della prima giornata trionfando nei 1500 stile libero con il Record del Sette Colli con il crono di 15’48”27, togliendo 54 centesimi al precedente, sempre suo, del 2021.

Alle sue spalle sul podio dei 1500 con la romana, le tedesche Isabel Marie Gose con 15’50”56 e Leonie Maertens con 16’05”17.

Ciliegina sulla torta di questa finale, arriva il tanto bramato pass olimpico per Ginevra Taddeucci, che segna la quarta posizione in 16’08”65, un pass per i 1500 che le consentirà di poter competere anche nella 10 km in Acque Libere.

Benedetta Pilato Record Italiano 100 rana, Michele Lamberti a un passo dalle Olimpiadi, orari e programma del Sette Colli 2024

La 60esima edizione del Trofeo Sette Colli si disputerà fino a domenica, con batterie di qualifica al mattino e finali la sera, in diretta televisiva dalle 18:00 su Rai Sport+Hd, anticipate alle 17:15 dal pre show con Massimiliano Rosolino e Filippo Magnini che potrà essere seguito in diretta streaming sulla pagina Facebook e sul canale Youtube della Federazione Italiana Nuoto.

Benedetta Pilato Record Italiano 100 ranaRisultati Completi Sette Colli 2024

Tabella Tempi Limite Qualificazioni Olimpiadi Parigi 2024

qualificazioni-nuoto-olimpiadi-parigi-2024-tempi-limte

Atleti qualificati alle Olimpiadi di Parigi 2024

Gregorio Paltrinieri nei 1500 e negli 800 stile libero
Alberto Razzetti nei 200 e nei 400 misti e nei 200 farfalla
Thomas Ceccon nei 100 dorso
Benedetta Pilato nei 100 rana
Alessandro Miressi nei 100 stile libero
Nicolò Martinenghi nei 100 rana
Simona Quadarella nei 1500 e negli 800 stile libero
Manuel Frigo 4×100 stile libero
Lorenzo Zazzeri nei 50 stile libero
Sara Franceschi nei 400 misti
Lisa Angiolini nei 100 rana
Leonardo Deplano nei 50 e nei 100 stile libero e nella 4×100 stile libero
Filippo Megli 4×200 stile libero
Sara Curtis 50 stile libero
Alessandro Ragaini 200 stile libero

Staffette qualificate alle Olimpiadi di Parigi 2024

4×100 stile libero mas
4×100 stile libero fem
4×100 mista mixed
4×200 stile libero fem
4×200 stile libero mas
4×100 mista mas
4×100 mista fem

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici su Instagram!

Seguici su Telegram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights