Alberto_Montini

Alberto Montini in grande spolvero al 2° Trofeo Città di Novara.

Alberto Montini in grande spolvero al 2° Trofeo Città di Novara.
Record Italiano della Rari Nantes Torino nella 4×100 stile.

Alberto_Montini

di Paco Clienti
Dopo i vari trofei disputati in questo fine settimana analizzati negli articoli precedenti, concludiamo il nostro Report della Settimana con il 2° Trofeo Città di Novara, manifestazione organizzata dalla Rari Nantes Novara presso la Piscina Comunale della città che ha visto la partecipazione di 625 atleti (669 iscritti) in rappresentanza di 63 società.
La giornata Piemontese è stata arricchita dal Record Italiano siglato dal quartetto M160 della Rari Nantes Torino nella 4×100 stile libero che in modalità fuori gara ferma il crono a 3’47”38 (Pellegrini 57”09, Cornelio 1’53”20, Ghidoni 2’52”93 e Borgialli 3’47”38) e quello di Gabriella Tucci, M75 del Malaspina SC che nei 100 stile libero ha fermato il crono a 1’41”69 e 861,24 punti, migliorando il primato di 1’42”1 che fu stabilito nel 2008 da Franca Parodi.
Le gare cominciano con i 200 stile libero dominati al femminile da Daniela Gigantiello, M25 della Sisport Fiat con 2’12”23 e 945,10 punti. tra le migliori donne in acqua segnaliamo inoltre Diletta Lugano, M30 della Derthona Nuoto con 2’17”78 che le vale 912,69 punti e Roberta  Rigault, M35 della Libertas Nuoto Chivasso con 2’21”70 e 892,59 punti. Il più veloce tra gli uomini è Mario D’Angelo, M25 della Nuoto Club Torino con 2’07”28 e 865,96 punti, al quale mette la mano davanti solo l’U25 Federico Torti della Rari Nantes Novara con 2’04”45. La migliore prestazione è invece di Mario Vanacore, M45 della Sporting Lodi con 2’12”91 e 877,66 punti.

Nei 100 dorso è Franca Bosisio, M45 della Team Trezzo Sport a dettar legge segnando 1’10”12 e 974,33 punti, meglio a livello tabellare anche di Stefano Capovilla, M25 della Safa 2000 che con 1’00”21 e 917,29 punti è il migliore assoluto tra i maschi. Nei 50 rana Anna Pasero, M25 della Sisport Fiat si innalza sulle donne segnando miglior crono e punteggio con 35”40 e 916,67 punti davanti a Laura Bianchi, M45 della Sport – Paullo con 39”85 che le vale 860,98 punti e Susanna Demarchi, M50 della Safa 2000 con 42”03 e 860,58 punti. Tra gli uomini il miglior crono viene realizzato da Paolo Rapacchiale, M30 della Acquazzurra Atri con 32”82 che gli vale 854,66 punti, preceduto solo dall’U25 Mirko Luigi Carabellese della Rari Nantes Novara con 31”22, mentre il miglior tabellare è di Stefano Costanzo, M50 della Nuoto Club Montecarlo con 35”71 e 870,06 punti. Nei 100 misti il miglior crono rosa viene realizzato da Francesca Frattini, M25 della Derthona Nuoto con 1’11”77 e 899,12 punti, superata ai punti da Sabina Vitaloni, M45 della Derthona Nuoto con 1’12″24 e 947,67 punti, mentre tra i maschi domina Alessio De Stefani, M25 della Nuoto Club Torino, miglior crono e punteggio con 1’01”26 e 909,57 punti. Segnaliamo inoltre tra i migliori in gara Dario Vittorio Dodero, M50 della Sport Club 12 con 1’08”98 che gli vale 901,13 punti  ed Enrico Carnemolla, M30 della La Wellness con 1’02”76 e 900,73 punti.
Nei 50 farfalla è ancora Franca Bosisio sugli scudi con 30”43 e 969,77 punti. A seguire, troviamo le buone prestazioni di Sara Ballarini, M25 della Rari Nantes Legnano con 31”81 che le vale 874,57 punti e Francesca Frattini con 32”04 e 868,29 punti. Tra i maschi è una vera e propria bagarre tra i più veloci che vede mettere la mano davanti a tutti Yojan Fidel Viel Garcia, M30 della Sisport Fiat con 26”46 e 922,52 punti, anticipato solo dall’U25 Gabriele Perotti della Rari Nantes Novara con 26”29. Tra i migliori crono segnaliamo inoltre Michele Galvagno, M35 della Derthona Nuoto con 26”96 e 911,35 punti e Mauro Lanzoni, M40 della Cilo che tra l’altro sigla il miglior punteggio con 26”65 e 951,59 punti. La mattinata si chiude con gli 800 stile libero dominati da Yuri Gotti, M30 della Master Aics Brescia con 8’40”37 e 972,92 punti davanti ad Alessandro Foglio, M25 della Derthona Nuoto con 8’55”63 che gli vale 936,88 punti, unici due a scendere sotto i 9 minuti. Meritano una citazione anche Andrea Cassina, M35 della Rari Nantes Gerbido con 9’42″75 e 873,84 punti ed Emiliano Assandri, M40 della Derthona Nuoto con 9’57″25 e 855,69 punti oltre ai quali nessun altro scende sotto i 10 minuti e Giannantonio Scaramel, M60 della Derthona Nuoto con 10’32”84 e 936,84 punti che risulta tra i migliori tabellari. Tra le comanda Valeria Vergani, M40 della Pratogrande Sport che al rientro in gara segna 9’28”23 e 990,32 punti, seguita da Valentina Lugano, M35 della Derthona Nuoto con 10’03”65 che le vale 919,06 punti ed Elena Manzato, M35 della Team Insubrika con 10’04”57 e 917,66 punti. Dopo la pausa pranzo e il riscaldamento, scendono in acqua gli atleti impegnati nei 200 misti guida Alberto Montini, M45 della Master Aics Brescia che segna il suo rientro in gara con un ottimo 2’13”88 e 986,41 punti, a soli due secondi dal Record Italiano da lui stesso detenuto e fissato però a febbraio 2014, ovvero fatto a metà stagione. Segnaliamo inoltre le prestazioni di Alessio De Stefani, M25 della Nuoto Club Torino con 2’13”98 e 917,97 punti e Roberto Gallimbeni, M55 della Aquatica Torino con 2’43”95 e 878,01 punti. Tra le donne si dividono la posta due atlete della Derthona, Diletta Lugano miglior crono con 2’34”30 e 917,43 punti e Sabina Vitaloni miglior punteggio con 2’37”32 e 956,71 punti. I 50 stile libero vedono tra i protagonisti ancora Mauro Lanzoni, stavolta miglior tabellare e anche miglior crono con 24”14 e 972,66 punti, ma tra i migliori in gara segnaliamo anche Michele Galvagno con 24”38 che e 940,11 punti e Alberto Sala, M25 della San Giuseppe con 24”39 e 920,46 punti. Il miglior crono e la migliore prestazione rosa vengono realizzati da Federica Manenti, M25 della Safa 2000 con 28”01 e 924,31 punti. Sotto i 30 anche Nicole Caironi, M30 della Team Insubrika con 29”24 che le vale 884,40 punti. Nei 100 rana domina Anna Pasero al femminile con 1’15”41 e 936,22 punti, seguita dall’inedita Valeria Vergani con 1’22”83 che le vale 885,07 punti e Susanna Demarchi con 1’31”87 e 864,16 punti. Tra i maschi ruba la scena a tutti ancora Alberto Montini che chiude in 1’06”55 e 981,22 punti, a soli 45 centesimi dal migliore in vasca corta fatto nella scorsa stagione a Gussago, uno degli eventi sul quale sappiamo che Montini punta e basa la sua preparazione stagionale. Da notare anche le prestazioni di Roberto Ruggieri, M65 della Malaspina con 1’25”13 che gli vale 930,22 punti e Raffaele Notte, M40 della NC Milano con 1’09”30 e 922,08 punti. Nei 50 dorso Paola Silvana Silvani, M30 della Arona Active domina al femminile con 33”21 e 885,58 punti e Leonardo Federici, M30 della Rari Nantes Legnano con 27”65 e 928,03 punti al maschile. A dettar legge in campo femminile nei 100 stile libero è ancora Federica Manenti con 1’00”07 e 939,24 punti, mentre tra i maschi sono ben 10 gli atleti sotto al minuto tra i quali emerge davanti a tutti Alberto Sala con 52”92 e 937,07 punti, unico a sfondare il muro dei 900 punti. Tra i migliori maschi segnaliamo anche Dario Collavini, M25 della Sport Club 12 con 54”37 e 912,08 punti e Fabrizio Bin, M45 della Aquatica Torino con 59”70 e 890,28 punti. Chiudono la manifestazione le inconsuete Staffette 4×100 stile libero tra le quali oltre al Record Italiano della Rari Nantes Torino, segnaliamo anche il team femminile della Derthona Nuoto, M100-119, che chiude in 4’33’’69 e 897,40 punti siglando miglior crono e tabellare rosa e la M120-159 maschile della stessa squadra che realizza il miglior crono chiudono in 3’40’’25 e 942,29 punti. Dai risultati emerge anche un limite con la scelta della FIN di adottare i record del mondo come tempi base, considerando il risultato anomalo degli oltre mille punti realizzati dal team della Nuoto Club Torino, M100-119 che segnano 3’49’’91 e 1.199,38 punti anche se ben lontani dal 3’34”71 del 2010 fatto dal quartetto della Rari Nantes Saronno che stranamente viene riportato sulle tabelle record solo come Primato Europeo dalla LEN e non Mondiale dalla FINA che riconosce il risultato alla statunitense Oregon Masters con l’evidentemente sbagliato 4’35”75 fatto un mese e mezzo dopo il team italiano che causa l’anomalo tabellare conseguito in questo caso.
La classifica finale, diversamente dalla maggior parte delle manifestazioni, si è assegnata con il metodo “fissi con premio vittoria” e cioè secondo il criterio 9-7-6-5-4-3-2-1 punti dal 1° all’8° classificato per ogni categoria ed ha premiato la Rari Nantes Novara che ha chiuso con 558 punti davanti alla Derthona Nuoto con 478 punti e la Safa 2000 con 434 punti.

Clicca qui per i risultati 2° Trofeo Città di Novara

Swim4life è anche sui Social Network:

Seguici su Facebook, diventa fan: www.facebook.com/Swim4life.it

Seguici su Twitter, diventa follower: www.twitter.com/Swim4life_it

Swim4life – All rights reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights