gabbiano

4° Trofeo Il Gabbiano, si vola alto in vasca lunga! Tutte le specialità in programma, ottima prova pre-mondiali.

4° Trofeo Il Gabbiano, si vola alto in vasca lunga!
Tutte le specialità in programma, ottima prova pre-mondiali.

gabbiano

di Paco Clienti.
Sabato 26 e domenica 27 maggio si terrà il Trofeo “Il Gabbiano” presso la piscina “F.  Scandone” di Napoli, imponente e storico impianto olimpionico ad 8 corsie.

L’evento, che chiude il Circuito Super Master 2011/2012, è indubbiamente uno degli appuntamenti più interessanti della stagione in quanto si svolge in vasca lunga, offre un programma gare completo con tutte le specialità e mette in palio numerosi premi prestigiosi!
Inoltre quest’anno sarà l’ultima prova assoluta per testare la propria preparazione in vista dei Mondiali Master che andranno in scena a Riccione dal 9 al 17 giugno!
L’evento è organizzato da una delel società più importanti del nuoto Campano, Il Gabbiano che da anni persegue iniziative sportive con lo spirito di aggregazione e socializzazione.

Ricordiamo il programma gare:

26 maggio – sabato
ore 07.45 : Riscaldamento
ore 08.30 : 800 stile libero (max 48 iscritti), 200 stile libero, 100 farfalla, 200 dorso, 200 rana, 100 stile libero
27 maggio – domenica
ore 07.45 : Riscaldamento
ore 08.30 : 1500 stile libero (max 32 iscritti), 100 rana, 400 misti, 50 dorso, 50 farfalla 
ore 14.15 : Riscaldamento
ore 15.00 : 50 stile libero, 50 rana, 200 misti, 100 dorso, 200 farfalla, 400 stile libero 

Le iscrizioni si chiuderanno il 21 maggio 2012 e pertanto restano ancora pochi giorni per poter decidere di prendere parte a questo eccitante evento!

Aggiornamento al 21 maggio: Si infiammano le richieste di iscrizione che chiuderanno ufficialmente stasera. Molti i nomi interessanti in termini di partecipazione come lo strepitoso fondista Igor Piovesan che sta facendo molto bene specialmente nelle ultime settimane, Valeria Damiani, fresca di impresa da Record Italiano ed un nutrito gruppo di romani con Andrea Pantalei, Marco Tenederini ed un buon numero di atleti dell’Aprilia con Marco Priori.
Tra gli atleti che chiuderanno l’Irin Master, per i quali è previsto un premio speciale, ci sarà anche la M75 Anna Maria Buttarini del Vis Nova!
Al momento gli iscritti sono arrivati a circa 600 con diverse rappresentanze provenienti da fuori regione, come Liguria, Puglia, Calabria, Marche e Piemonte ed un’atleta straniera, l’americana Marsha Haynes!
Iscrizioni aperte fino a stanotte, ultimo banco di prova in vasca lunga per i Mondiali, concorrenza alta, evento da non perdere! 

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

panorama_vasca_2

Il “Trofeo Internazionale Il Gabbiano Napoli” è gemellato con il “5° Memorial Rolando Pinacoli” svolto il 21 e 22 aprile a Gualdo Tadino (PG). Durante la manifestazione ci saranno premiazioni speciali di combinata per chi avrà partecipato ad entrambe le manifestazioni!

Clicca qui per la locandina del Trofeo.

premiazione

L’evento che racchiude molti particolari interessanti che vale la pena approfondire, è molto sentito dagli organizzatori e dal Presidente Lello Viscardi (nella foto a destra con l’atleta Carmela Neri) con il quale abbiamo realizzato un’intervista che presenta Il Gabbiano come società ed il Trofeo, giunto alla 4^ edizione!

Iniziamo a parlare della società “Il Gabbiano Napoli”. Nasce nel novembre del 2008 dopo che due mesi prima vi eravate praticamente distaccati da un’altra realtà sportiva, diventando indipendenti. Come e perché è nato il progetto di indipendenza ed espansione del gruppo?
Il 2008 è stato un anno di profondo travaglio che ha richiesto scelte dolorose sia da parte mia e dello staff che di tutta la squadra master. Un matrimonio durato 25 anni contrassegnato da una costante crescita e tanti successi fino a quando non sono stati calpestati i fondamentali principi di convivenza civile. Dopo un’attenta e sofferta analisi della situazione, io insieme ad una ventina di tecnici e dirigenti e più di cento atleti master, iniziamo un viaggio alla ricerca di nuove terre. Iniziammo confluendo in un’associazione che fondai insieme ad alcuni amici nel 2002 denominata “Il Prossimo” che aveva avuto soprattutto una funzione sociale nella zona orientale di Napoli. Decidemmo di adottare un nuovo nome ed un nuovo simbolo. Fu votato a maggioranza “Il Gabbiano Napoli” e ci affiliammo alla FIN ed alla FITri (Triathlon n.d.r.), iniziando un lungo viaggio fittando spazi acqua in diverse strutture.

gabbiano_nuovoIl Gabbiano Napoli nasce ufficialmente nel 2008 ma da quanti anni esiste il gruppo matrice che ancora oggi è pietra miliare della società?
Questo gruppo nasce timidamente negli anni ’80 quando in Italia si disputavano gare amatoriale con club limitrofi, nel 1987 si partecipava ai primi meeting a carattere Nazionale e nel 1989 i Campionati Italiani Master a Napoli, piscina Scandone, con poche centinaia d’iscritti. I pionieri di allora ancora oggi militano nella nostra squadra e rappresentano lo zoccolo duro di un gruppo che da oltre un ventennio si è sempre attestato nelle prime posizioni.

Il Gabbiano Napoli è una delle società più prestigiose d’Italia per numero di tesserati e titoli vinti. Sicuramente imbattibili a livello Regionale e stiamo parlando di una società che a tutt’oggi non ha una sede fisica ed una piscina propria dove allenarsi (nella foto a destra la vasca del costruendo impianto del Gabbiano). Dov’è la vostra forza?
La nostra forza sta nel GRUPPO, dove non c’è posto per gli individualismi e dove ognuno sa’ che può contare sull’apporto del proprio compagno. Anche se, non basta essere un Gruppo unito con un unico intento per essere vincenti, è necessario che ogni componente abbia il dovuto rispetto dei propri compagni di squadra e degli avversari. E’ ovvio che quanto più cresce di numero, il gruppo, più aumentano le difficoltà e le incomprensioni ed è in queste situazioni che viene fuori lo spirito di appartenenza incondizionato.

bordo_vascaQuanti tesserati conta oggi il Gabbiano Napoli?
Per il settore master della FIN abbiamo tesserato quest’anno 146 atleti ed alcuni di questi sono tesserati anche alla FITri.

Con quale filosofia ed obiettivi tesserate atleti?
La nostra filosofia si basa sulla pari dignità. Come in una società civile non dovrebbero esistere cittadini di serie A, B, C, ecc. così in una squadra che si rispetti tutti hanno lo stesso valore, senza distinzione alcuna. L’obiettivo non deve essere quello di generare portatori di punti, questa è solo una conseguenza, bensì quello di offrire l’opportunità, a tutti, di misurare le proprie forze fisiche ed emotive e soprattutto di sentirsi utile per una causa comune.

Prima abbiamo accennato al fatto che non avete ancora una sede vostra, ma le cose cambieranno ben presto! State terminando i lavori di quella che sarà una delle strutture più belle d’Italia! Come sarà composta e per quali attività sarà predisposta?
Innanzitutto “non dire gatto se non ce l’hai nel sacco”! È  vero, i lavori sono in stato avanzato ma “la coda è dura da scorticare”, vedremo cosa accadrà nel prossimo futuro. Ad ogni modo le attività che andremo a svolgere sono molteplici e ci affilieremo anche ad altre Federazioni Sportive rafforzando soprattutto i due settori già avviati: il nuoto ed il triathlon. Per quanto riguarda l’attività master il nostro obiettivo è quello di creare un’Accademia del Nuoto Master avvalendoci di tutte le eccellenze di questo settore sempre più in crescita.

Centro_Sportivo_1 Centro_Sportivo_4


gemellaggioPerché avete scelto il nome “Il Gabbiano”?
Quando nel 2008 cambiammo la denominazione dell’Associazione preesistente dal 2002 mettemmo ai voti diversi nomi, prevalse a larga maggioranza “Il Gabbiano Napoli” per due motivi fondamentali: il primo motivo per riappropriarci delle nostre radici e della nostra storia quando fu inaugurata la nostra prima sede nel marzo del 1980 ed il secondo motivo è dato dal senso di libertà che il volo dei Gabbiani rappresenta e la ricerca del volo perfetto del famoso “Gabbiano Jonathan”.

Fatta questa larga premessa, affrontiamo ora l’argomento relativo al trofeo. Ogni anno migliorate e curate sempre di più l’organizzazione anche nei minimi dettagli. Quali sono state le motivazioni che vi hanno spinto a proporre ed organizzare un trofeo in Campania pur non avendo una vostra struttura?
Sono sette anni che organizziamo meeting master: tre manifestazioni con la vecchia società sportiva del Centro Ester e quattro come “Gabbiani”: uno alla “Fritz Dennerlein” e tre alla “Felice Scandone”. Nel 2006 organizzammo il primo meeting a carattere nazionale in Campania spinti dalle molteplici richieste dagli atleti Campani e fuori regione. L’anno dopo si aggiunsero Balnea e Quattroventi, poi seguirono gli altri fino ad arrivare a quest’anno nel quale se ne sono disputati otto, in pratica uno al mese. Visto che siamo stati i primi organizzatori, continuiamo a farlo, nonostante ci manchi una sede propria. Anche quando apriremo la nostra sede crediamo di organizzare il nostro meeting in vasca da 50 metri perché ormai questo appuntamento ha assunto il carattere di un Campionato Regionale Estivo che chiude il Circuito Supermaster.

camera_chiamata_2Dall’edizione 2008 il trofeo Il Gabbiano Napoli si tiene in combinata con il trofeo R. Pinacoli di Gualdo Tadino. Com’è nato questo gemellaggio con il team umbro?
Dall’anno prima, quando i nostri gemelli organizzarono una gara non ufficiale, “La Festa dell’Acqua” ed un gruppetto dei nostri atleti vi parteciparono, il trait d’union fu Giacomo Varlese che essendo amico di alcuni Gualdesi, pensò al gemellaggio ed insieme me lo proposero.  Da quella festa fu amore a prima vista, ci accorgemmo subito di essere sintonizzati sulla stessa lunghezza d’onda!

Cosa significa per voi organizzare un buon trofeo master di successo?
Un buon Trofeo è frutto di un’ottima organizzazione che riesce a creare le giuste condizioni affinché i partecipanti possano dare il meglio nelle loro prestazioni sportive e trovare ogni cosa al posto giusto. Dalle iscrizioni fino alle premiazioni, tutto deve scorrere senza intoppi e superare eventuali imprevisti senza danneggiare nessun iscritto.

Quante persone impiegherete quest’anno per il 4° trofeo Gabbiano Napoli?
Di solito sono circa venti persone durante la manifestazione, anche se durante il lavoro preparatorio utilizziamo tutte le forze che abbiamo, ad esempio quest’anno abbiamo fatto realizzare i conta vasche per i 1500 ed 800 SL da un artigiano, nostro atleta. Ad ogni modo il numero delle persone impiegate sale  perché ci sono tanti che durante la manifestazione si rendono disponibili.

camera_chiamata_1Perché proporre un programma gare completo con tutte le specialità, anziché limitarsi ad un certo numero di gare come fanno la maggior parte dei trofei?
Prima ho detto che questa manifestazione viene considerata da qualcuno come  un Campionato Regionale Estivo e pertanto è giusto che ci siano tutte le gare. Inoltre essendo una delle ultime gare in programma del Circuito, può essere utile per qualcuno che deve completare l’Iron. Infine è un ottimo test prima dei Campionati Italiani che solitamente si disputano a giugno ad eccezione di quest’anno a causa dei Mondiali di Riccione.

Curiosità sull’edizione del trofeo di quest’anno. Parliamo dei premi in palio iniziando da quello in memoria di Aldo Caputi.
Innanzitutto la Supercoppa in memoria del grande Aldo per il miglior punteggio della somma nelle due gare individuali. Inoltre saranno premiate le tre migliori prestazioni individuali maschili e femminili e premi a tutti gli Iron master che completeranno le gare in questa manifestazione. Per quanto riguarda i premi a squadre, avremo due classifiche! Una realizzata con i punteggi tabellari complessivi di tutti gli atleti di ogni squadra che premierà le prime 10 società e l’altra che terrà conto della somma dei 50 migliori punteggi (venti donne + trenta uomini) di ogni squadra,premiando le prime tre società. Infine sarà premiata la prima squadra classificata proveniente da fuori Regione e la prima squadra che vince il medagliere! Ovviamente “Il Gabbiano Napoli” si esclude dalle quattro classifiche, come è buona norma per le società organizzatrici.

sopra_vascaUna grande novità quella delle quattro classifiche e credo senza precedenti! Come mai avete fatto questa scelta?
Semplicemente per accontentare tutti, o meglio, cercare di accontentare tutti. Difatti, in virtù di questo, abbiamo aggiunto la coppa per la migliore squadra fuori regione e la coppa per la squadra che vince il medagliere. Quindi, in definitiva, ben quattro classifiche a squadra!

Quest’anno sono già molti i trofei che stanno adottando metodi alternativi al classico per il calcolo dei punti ai fini della classifica società. Viste le evoluzioni che il settore master ha subito negli ultimi anni, qual è il vostro punto di vista sull’argomento delle classifiche società per i trofei? In che modo va premiata una squadra? Quantità ed aggregazione sono nello spirito classico del master ma che considerazione andrebbe data anche alla qualità dei club? 

Credo, e sono sicuro che tutta la squadra che rappresento la pensi come me, che lo spirito classico del mondo master non debba essere snaturato e debba puntare  sempre alla divulgazione dello sport a tutti i livelli ed a promuovere l’amicizia tra i popoli. Ogni atleta master che partecipa ad una manifestazione deve sentirsi utile alla causa comune e contribuire con il proprio punteggio, anche se sono solo 100 punti, alla vittoria della propria squadra.
Ovviamente non bisogna sottovalutare gli altri aspetti, ecco perché abbiamo affiancato alla classifica dei punteggi tabellari ben altre tre classifiche.

Immagine_2

Ma lo sforzo che si fa per organizzare ed educare allo sport un gran numero di persone va premiato prima di ogni cosa perché sono i grandi numeri che ci consentono di fare grandi cose. Lo sport d’elite esiste già ed è quello dei professionisti, i master sono altra cosa…

Ultima curiosità, a cosa potranno ambire gli atleti che sono in corsa per le premiazioni speciali di combinata per chi avrà partecipato anche al trofeo Pinacoli di Gualdo Tadino?
La premiazione della combinata premia i primi cinque atleti che hanno totalizzato il miglior punteggio sommando le quattro gare delle due manifestazioni. Riceveranno materiale tecnico e prodotti gastronomici.

Siamo in chiusura, vuoi aggiungere qualcosa?
Continuando il pensiero della risposta precedente; “i master sono altra cosa…”, aggiungo che il mondo master è un’oasi felice dove ci si può divertire stando insieme in maniera sana e costruttiva. Evitiamo di contaminarlo con azioni nocive, conflitti interni o con club rivali. Facciamo in modo che sul podio più alto salga prima di ogni atleta la voglia di stare insieme con i nostri compagni di squadra ed avversari sportivi e sicuramente ricaveremo benefici che andranno al di là del semplice benessere fisico! Il mondo master è un Grande Tesoro, custodiamolo con amore!

Clicca sull’immagine in basso per avviare il video render del nuovo impianto del Gabbiano che verrà!

foto_video 



occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights