Firenze_International_Meeting_IMG_0455

Firenze International Meeting, i master più forti della pioggia! Le condizioni climatiche avverse non fermano 520 atleti.

Firenze International Meeting, i master più forti della pioggia!
Le condizioni climatiche avverse non fermano 520 atleti.

Firenze_International_Meeting_IMG_0455Chi ha partecipato alle gare del Circuito Supermaster FIN di questo fine settimana, potrà dire “Io c’ero”! Sette i meeting in programma, sei quelli in vasca scoperta e nessuno di questi è stato risparmiato dall’anomala ondata di mal tempo che ha investito tutta l’Italia, trascinata in un vero e proprio fine settimana invernale mentre siamo nel clou della primavera!
Temperature rigide e pioggia battente hanno caratterizzato anche la due giorni del 4° International Meeting di Firenze che si è svolto sabato 25 e domenica 26 maggio presso la piscina comunale “Paolo Costoli”, una bellissima olimpionica a 10 corsie.
Dei circa 700 iscritti, ben il 23% ha marcato assenza a causa delle condizioni meteorologiche, ma nulla ha fermato quei 520 presenti che hanno dato il massimo in una competizione che si ricorderà per anni!

Le avversità del maltempo hanno messo in serie difficoltà il team del C.O. guidato da Andrea Prayer che però ha risposto in maniera professionale ed altamente qualificata per garantire lo svolgimento della manifestazione, non a caso Prayer è anche  consigliere Federale con delega al settore Master e segretario dell’organo mondiale di nuoto in acque libere.
Firenze_International_Meeting_IMG_0478L’acqua della vasca era ben riscaldata, forse anche oltre il dovuto, ma questo ha fatto si che l’acqua fosse praticabile anche nelle gare della domenica. Uno staff dedicato ha seguito passo per passo tutte le gare dei 50 metri, trasportando il vestiario degli atleti in partenza da un lato all’altro della vasca, così che a gara terminata ogni atleta potesse subito vestirsi, senza dover ritornare al blocco di partenza a recuperare nulla! E perfetto è stato anche il supporto per la camera di chiamata, organizzata al riparo della pioggia, per la ristorazione degli atleti, organizzata internamente nella hall che dava agli spogliatoi e tutto quanto riguarda la gestione di questo meeting, davvero difficile ma che ha evidenziato quanto sia importante la mano degli organizzatori in occasione di imprevisti imputabili a fattori esterni.

La prima sessione di gare si è aperta sabato pomeriggio sotto un cielo gonfio e livido che non ha dato tregua nemmeno alla classica cerimonia di apertura con le bandiere delle nazionalità presenti all’evento che hanno “sfilato” sotto la pioggia. Ben dodici le nazioni presenti, con Corea del Sud, Marocco, Senegal, Austria, Bulgaria, Germania, Inghilterra, Spagna, Svizzera, Turchia, Ucraina ed Italia.
Firenze_International_Meeting_IMG_1105Le gare hanno avuto inizio con i sentiti 200 stile libero nei quali si è messa particolarmente in evidenza tra le donne l’austriaca Verena Klocker, M25 dello SC Innsbruck con un pauroso 2’10”03 e 970,62 punti, miglior crono e punteggio femminile della specialità, quarto miglior crono a livello europeo! Alle sue spalle Chiara Benvenuti, M35 della Firenze Nuota Master con 2’21”60 e 912,15 punti e Jennipher Moretti, U25 della Blue Team Stabiae Nuoto con 2’22”24. Tra i maschi è Jacopo Vannucci, M35 della Firenze Nuota Master a segnare il crono più veloce con 2’05”81 e 924,57 punti seguito dal compagno di squadra Claudio Fantoni, M25 con 2’08”29 e 887,91 punti, entrambi superati in punteggio da Marco Alessandro Bravi, M55 della Esseci Nuoto con 2’16”58 e 946,19 punti e dall’austriaco Stefan Opatril dello SC Innsbruck con 2’08”22 e 938,86 punti che ha preceduto in classifica M45 il compagno di squadra Alexander Placheta con 2’10”42 e 923,02 punti.
Si prosegue con i 200 dorso nei quali la pioggia cessa di cadere solo per pochi minuti, quelli che bastano per vedere almeno tre batterie nuotare senza acqua in faccia. Tra le donne ha dominato Valeria Bonetti, M25 della Coopernuoto con 2’44”19 e 869,30 punti, mentre tra gli uomini Raffaele Lococciolo, M40 della Nuotopiù Academy con 2’23”17 e 940,07 punti, seguito a quota 900 dall’austriaco Raber Wolfgang, M45 della Donau Wien con 2’31”09 e 915,55 punti.
Firenze_International_Meeting_IMG_0505Nonostante le pessime condizioni climatiche, nei 100 farfalla è arrivato anche un nuovo primato, messo a segno dall’atleta di casa Marco Maccianti, M30 della Firenze Nuota Master che ha toccato la piastra a 56”68 e 985,89 punti, migliorando di due decimi circa il record italiano da lui stesso detenuto dal 2012.
Tra i migliori risultati di questa specialità segnaliamo anche Zeudi Perna, M25 della Nuotatori Modenesi con 1’15”96 e 836,23 punti, Jana Petris, M35 della Hall con 1’16”00 e 851,97 punti, Mirko Squarcia, M25 della Virtus Poggibonsi con 1’02”46 e 888,09 punti e Pascual Lopez Martinez, M35 della Klab Nuoto Master con 1’02”81 e 901,93 punti.
La prima sessione del sabato si chiude con i 50 rana per i quali la pioggia lascia finalmente uno scampolo di tregua, del quale ne approfittano più di tutti Elena Labardi, U25 della Esseci Nuoto con 36”11 e Viviana Venturi, M50 della Seven Master Nuoto con 41”48 e 902,12 punti che sono i migliori risultati femminili e Mirko Cecchin, M25 della Gymnasium Spilimbergo con 29”73 e 971,07 punti e Josef  Kocsi, M65 della Vienna Oldies con 37”30 e 960,59 punti, migliori risultati maschili. Da annotare anche la vittoria sul centesimo nella cat. M30 di Nicola Tacconi, M30 della Firenze Nuota Master con 32”72 e 890,59 punti, davanti a Niccolò  Salvagnini, M30 della CSI Nuoto Prato con 32”73 e 890,31 e gli inseguitori di Cecchin nella M25, Guglielmo Capaldo dello SC Nuoto Napoli con 33”21 e 869,32 punti e Matteo Biagiotti della Esseci Nuoto con 33”57 e 859,99 punti.
Firenze_International_Meeting_IMG_0617Chiusa la sessione di gare ufficiali, si è tenuta la colorata staffetta 4×25 fantasia che ha dato ampio spazio alla goliardia master che ha visto i team fronteggiarsi in una sfida di costumi ed originalità teatrale che ha visto trionfare i napoletani della Fritz Dennerlein, ribattezzati per l’occasione in “I Cigni del Paradiso” (foto a destra) che hanno fatto letteralmente scoppiare dalle risate pubblico e giuria!
Dopo una pausa di circa quattro ore, inizia la seconda sessione del sabato, svolta in notturna, atto che è stato preso come un vero e proprio affronto alla natura viste le condizioni meteo. E la natura ha risposto senza pietà, gettando pioggia a secchiate sui gareggianti che però indomiti hanno affrontato i 50 stile libero e conseguente australiana, trascinandosi anche il pubblico che al seguito di impermeabili ed ombrelli non si è perso lo spettacolo sicuramente singolare.
Tra i migliori risultati femminili, annotiamo tra le donne ancora l’austriaca Verena Klocker, M25 dello SC Innsbruck con 28”23 e 945,09 punti, seguita dalle avversarie di categoria Giulia Fucini della Chimera Nuoto con 29”19 e 914,01 punti e Sara Papini della Firenze Nuota Master con 29”59 e 901,66 punti.

Firenze_International_Meeting_IMG_0926Tra gli uomini Mirko Cecchin, M25 della Gymnasium Spilimbergo con 24”81 e 943,17 punti, davanti agli avversari di categoria Niccolò Ceseri della Amici Del Nuoto Firenze con 24”86 e 941,27 punti e Simone Bonistalli della Gymnasium Spilimbergo con 25”23 e 927,47 punti. Ancora annotiamo tra i migliori crono Marco Maccianti, M30 della Firenze Nuota Master con 24”84 e 935,59 punti, Andrea Capalbo, M40 della Klab Nuoto Master con 25”91 e 934,00 punti ed il podio M45, tutto austriaco con Stefan Opatril dello SC Innsbruck con 25”91 e 949,05 punti, Raber Wolfgang della Donau Wien con 26”32 e 934,27 punti ed Alexander Placheta dello SC Innsbruck con 26”37 e 932,50 punti che hanno messo fuori dal podio il senegalese Mouhamedou Diop del Club De Nageurs De Dakar con 26”78 e 918,22 punti.
La pioggia incessante, fitta e fastidiosa non ha allontanato gli spettatori che sono stati ripagati da un’avvincente Australiana femminile e maschile che alla fine della contesa ha visto trionfare la straordinaria Verena Klocker, M25 dello SC Innsbruck per le donne e l’imprendibile Mirko Cecchin, M25 della Gymnasium Spilimbergo per gli uomini (foto in basso)!

Firenze_International_Meeting_IMG_0880 Firenze_International_Meeting_IMG_0940

Firenze_International_Meeting_IMG_0943La terza ed ultima sessione di gare si è disputata nella mattinata della domenica, con un cielo azzurro, poche nuvole ed uno spavaldo sole che ha fronteggiato anche le basse temperature. Si è partiti con i 200 rana nei quali la voce grossa femminile l’ha fatta Elena Piccardo (foto a destra), M25 del Salaria Nuoto che insegue il sogno Record Italiano entro i Campionati di Trieste e che si è fermata per adesso a 2’50”96 e 942,68 punti. Alle sue spalle Monica Corò, M50 della Stilelibero che ha chiuso in un “comodo” 2’55”85 e 1.039,75 punti e Giulia Ventisette del Klab Nuoto Master, protagonista di una bella risalta in batteria che l’ha portata a chiudere in 2’56”46 e 913,29 punti, ad un soffio dalla Corò che le stava davanti.
Tra gli uomini Fabio Servadio, M45 del Centro Nuoto Bastia ha segnato il miglior crono con 2’45”53 e 936,57 punti, seguito da Damiano Bolognesi, M40 della Dimensione Nuoto Pontedera con 2’46”60 e 892,08 punti e Massimiliano Sarti, M40 della Hidron Sport con 2’49”23 e 878,21 punti, tutti battuti in punteggio da Josef Kocsi, M65 della Vienna Oldies con 3’13”99 e 947,11 punti.

Firenze_International_Meeting_IMG_1224Nei duri 200 farfalla Sara Papini, M25 della Firenze Nuota Master con 2’34”57 e 907,87 punti, Pascual Lopez Martinez, M35 del Klab Nuoto Master con 2’23”09 e 899,85 punti e Giannantonio Scaramel, M60 della Gulliver Derthona Nuoto con 2’56”72 e 922,82 punti sono i miglior risultati complessivi.
Tra le migliori prove dei 200 misti segnaliamo Michelle Ingenito, M30 della Firenze Nuota Master con 2’44”35 e 880,32 punti, Lorenzo Giovannini (foto a sinistra), M25 della Zerouno Firenze con 2’21”44 e 912,90 punti, miglior crono maschile e Giannantonio Scaramel, M60 della Gulliver Derthona Nuoto con 2’48”64 e 930,32 punti, miglior punteggio maschile della specialità.
Seguono i 50 dorso nei quali segnaliamo Silvia Parocchi, M45 della Molinella Nuoto con 34”02 e 949,15 punti, Michele Venturini, M30 della Nuoto Scandicci con 31”92 e 841,79 punti e Josef Kocsi, M65 della Vienna Oldies con 37”57 e 903,65 punti.
Firenze_International_Meeting_IMG_1011Chiudono le gare individuali i 50 farfalla che trovano tra i protagonisti femminili ancora Michelle Ingenito con 30”63 e 929,81 punti e Monica Corò, M50 dello Stilelibero che con 33”09 e 942,88 punti supera in punteggio l’abile Silvia Parocchi (foto a destra), M45 della Molinella Nuoto con 31”78 e 933,29 punti. Tra gli uomini Niccolò Ceseri, M25 della Amici Del Nuoto Firenze con 26”49 e 939,98 punti mette la mano davanti a tutti, con Stefano Dieterich, M60 della DLF Nuoto Livorno che con 30”66 e 946,51 punti segna il miglior punteggio della specialità.
La giornata termina con le 4×50 Mi-Staffette misti in cui svetta in assoluto la Firenze Nuota Master, M119 con 2’04”12.
I conteggi finali premiano la CSI Nuoto Prato (foto a destra) con 42.771,7 punti, di un soffio davanti alla Amici Del Nuoto Firenze con 41.535,25 punti e gli austriaci dello SC Innsbruck con 24.398,13 punti, con la Firenze Nuota Master che per ospitalità si è esclusa dalla classifica.

Firenze_International_Meeting_IMG_1185Clicca qui per i risultati completi del 4° International Meeting Firenze

Clicca qui per la galleria foto del sabato pubblicate sulla nostra pagina ufficiale Facebook

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Clicca qui per la galleria foto della domenica pubblicate sulla nostra pagina ufficiale Facebook

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights