Filippo_Magnini_Trofeo_Settecolli_2013_galleria_Swim4life_00

Magnini ritorna alla…Magnini! Spettacolare nei 100 stile del Settecolli, ma basterà per i mondiali?

Magnini ritorna alla…Magnini!
Spettacolare nei 100 stile del Settecolli, ma basterà per i mondiali?

Filippo_Magnini_Trofeo_Settecolli_2013_galleria_Swim4life_00di Paco Clienti
Lo davano tutti ormai per spacciato, un nuotatore finito, al termine della sua carriera, quella gloriosa carriera che lo ha visto toccare il tetto del mondo per ben due volte di seguito nei 100 stile libero, in occasione dei Mondiali del 2005 di Montreal e quelli del 2007 di Melbourne. Un bronzo olimpico con la 4×200 stile libero ad Atene 2004 e tre titoli di campione europeo dei 100 stile libero, nel 2004 a Madrid, 2005 a Budpest e quello sorprendente del 2012 a Debrecen, oltre le tantissime altre vittorie conquistate dal 2003 ad oggi, in ben dieci anni di nazionale, erano state di colpo dimenticate con le sue ultime deludenti prestazioni delle Olimpiadi di Londra 2012 e dei recenti Campionati Italiani Primaverili, dove Magnini aveva raccolto un doppio fallimento ed aveva mancato la vittoria nei 200 stile ed il pass mondiale per Barcellona.

Era iniziato in negativo anche il Trofeo Settecolli al quale Magnini aveva esordito nella prima giornata con un 50 stile libero da dimenticare, gara nella quale il Magno aveva segnato 23”12, terminando al 19esimo posto che non gli ha permesso di vedere nemmeno la finale B!
Filippo_Magnini_Trofeo_Settecolli_2013_galleria_Swim4life_02Il morale è sotto i piedi, lo sconforto è grande e l’atleta del Team Nuoto Lombardia rinuncia ai 200 stile libero non presentandosi ai blocchi di partenza!
La sua rinuncia è per molti il segno della fine di un campione ed invece il Magno nazionale si stava forgiando le ali, per volare ancora e puntare tutto nei 100 stile libero, gara ostile nella quale doveva confrontarsi con campioni di caratura internazionale ben più giovani ed in forma di lui, quali il francese campione olimpionico dei 50 stile Florent Manaudou, il russo Sergey Fesikov, oltre ai compagni Azzurri Luca Dotto e Marco Orsi.
Arriva quindi il momento della verità con l’annuncio dello speaker del Foro Italico di Roma che chiama gli atleti per la finale dei 100 stile libero. La presentazione di Filippo Magnini prima della partenza è in vero e proprio stile da pugilato, con l’elenco delle sue vittorie più importanti ed il pubblico che infine si infiamma al pronunciare del suo nome!
Gli atleti salgono sui blocchi, lo starter segnala la partenza ed un’esplosione d’acqua apre la gara. Il passaggio con la virata ai primi 50 metri vede Magnini con un altissimo 23”60 girare in terz’ultima posizione, facendo già pensare alla definitiva sconfitta del campione pesarese.
Filippo_Magnini_Trofeo_Settecolli_2013_galleria_Swim4life_03Ma ai 75 metri accade qualcosa, quasi un miracolo che vede Magnini recuperare su tutti gli altri con un ritorno fiammante, nello stile che lo ha contrassegnato nella sua longeva carriera come atleta dal grande ritorno. Recupera posizioni su posizioni e tocca la piastra per secondo, alle spalle del solo Manaudou, fermando il suo crono a 48”71, un incredibile risultato che nessuno si aspettava più!
L’esultanza accesa, che sembra più uno sfogo, contro qualcuno che forse non credeva più in lui, non credeva più in Re Magno! Filippo Magnini sbatte con violenza il pugno nell’acqua, lo alza al cielo e poi si siede sulla corsia e mostrando i muscoli del suo bicipite sinistro, indica la corona tatuata sul suo braccio, quasi come se volesse ricordare a tutti che il Re Magno c’è ed ha ancora fame di vittorie!
Il crono realizzato non rientra nel tempo limite richiesto per la qualificazione ai Mondiali di Barcellona solo per un decimo e uno, ma a questo punto potrebbe scattare anche una wild card per l’atleta pesarese che ha dimostrato, ancora una volta, che le occasioni importanti lo portano a rinascere!
Barcellona ora è ad un passo, lunga vita al re, lunga vita a Filippo Magnini!

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights