Spostamento_Campionati_Italiani_di_Fondo_e_Mezzo_Fondo_Master

Spostamento Campionati Italiani di Fondo e Mezzo Fondo Master, ecco tutta la verità!

Spostamento Campionati Italiani di Fondo e Mezzo Fondo Master, ecco tutta la verità!
Ce la racconta Augusta Sardellitto, responsabile FIN Master.

Spostamento_Campionati_Italiani_di_Fondo_e_Mezzo_Fondo_Masterdi Paco Clienti
Grande clamore e forti critiche negative sono giunte dal popolo dei master italiani quando il 23 aprile la Federazione Italiana Nuoto ha comunicato lo spostamento dei Campionati Italiani di Fondo e Mezzo Fondo, previsti come da programma ufficiale a Riccione subito dopo i Campionati Italiani in vasca, in programma dal 24 al 29 giugno e poi spostati a Scanno dal 2 al 3 agosto.
Polemiche, accuse e mille e più considerazioni avanzate da parte degli atleti hanno seguito immediatamente quella comunicazione. Si sa, in Italia siamo tutti bravi a dire come bisogna fare ed organizzare.
In attesa di avere la possibilità di confrontarci direttamente con la FIN, così come ormai avviene in maniera molto collaborativa da diversi anni, Swim4life è rimasta in silenzio, aspettando pazientemente di conoscere meglio i fatti.

Il confronto diretto è arrivato, con Maria Augusta Sardellitto, Responsabile FIN del Settore Master che ci ha illustrato i fatti e ci spiegato le motivazioni che hanno portato a spostare i Campionati di Fondo e Mezzo Fondo a Scanno, proprio in quella data del 2 e 3 agosto.

Augusta_Sardellitto«Purtroppo è sorta l’impossibilità di ottenere i necessari permessi dalle autorità locali di Riccione ed a quel punto la Federazione Italiana Nuoto ha dovuto riprogrammare lo svolgimento dei Campionati Italiani in Acque Libere 2014 – ha affermato la Sardellitto – Io e tutta la commissione tecnica, costituita dal Referente Federale Andrea Prayer, Claudio Tomasi, Roberto Migliori, Giovanni Bozzolo e Franco Lo Cascio, vorremmo assicurare che avevamo programmato la stagione master proprio sulla base di unire il nuoto al fondo e mezzo fondo. È stato scioccante venire a sapere il 22 aprile che saltava il perfetto programma che avevamo progettato soprattutto per gli atleti.»

Mi rendo conto che una problematica irrisolvibile nata da Riccione, vi abbia messo in grosse difficoltà visto e considerato che parliamo di Campionati Italiani e che gli atleti coinvolti non sono pochi. Non era fattibile spostare la data nello stesso mese di giugno?
«Il problema grande da affrontare per trovare un’altra data valida e fattibile era che il calendario era già colmo di appuntamenti a partire dal 22 giugno, con un campionato master di specialità, già programmato praticamente in ogni fine settimana.»

A quel punto c’era Luglio come mese da considerare, ma mi rendo conto che il periodo clou della stagione estiva e la concomitante crisi economica, siano stato un ostacolo non da poco.
«Il calendario del Fondo e Mezzo Fondo prevedeva già tante manifestazioni del Gran Prix fino a fine luglio e non potevamo doppiare quelle date “rubandole” agli organizzatori. In più per, l’appunto, è da considerare che le località balneari pongono delle giuste problematiche dovute all’apertura della stagione turistica estiva e se non si prendono accordi con largo anticipo, non si può che ottenere dinieghi da parte loro.»

Non serve molto altro per capire che la difficoltà a quel punto è stata molto grossa per la FIN. Come avete dovuto procedere affinchè non saltassero questi Campionati?
«Si, ci siamo trovati in grandi difficoltà e a quel punto ci siamo attivati in maniera alternativa, riuscendo a trovare il campo sussidiario riportando l’evento nuovamente a Scanno, semplicemente perché li è già oggettivamente tutto pronto e collaudato per ospitare i campionati. Tutto ciò a sottolineare che i Campionati Italiani Master di Nuoto, Pallanuoto, Sincro, Tuffi, Fondo e Mezzo Fondo, vengono organizzati mentalmente già dal mese di settembre dell’anno prima!»

Gare_ScannoIn questo modo siete riusciti a salvare il salvabile.
«Se purtroppo salta qualcosa per motivazioni indipendenti dalla nostra volontà, dobbiamo essere lucidi e pratici nel trovare la soluzione più idonea, utile e attuabile nel più breve tempo possibile. Ti assicuro  e credo che tu lo sappia, il nostro impegno è tanto. La nostra passione nel cercare di migliorare illimitata e questo malgrado la crisi economica e le problematiche politiche. Essendoci arrivate critiche di tutti i generi, ho voluto esprimere la verità sul canale Swim4life, supportata da tutta la commissione tecnica.»

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Credo che sia alla portata della comprensione di tutti che in Italia i problemi sono ben altri e questo spostamento dei Campionati Italiani di Fondo e Mezzo Fondo, dovuto purtroppo a cause di forza maggiore, non sarà poi questo grande dramma.
«La FIN fa del suo meglio per garantire un movimento master costante e sempre più completo e professionale e la cosa non è facile. Ora non ci resta che lavorare a testa china per gli atleti e per le società masters, sperando che il 2 e 3 agosto a Scanno, la presenza degli atleti sia numerosa come le scorse edizioni. Concluderemo i campionati e la stagione 2013/2014 con una grande festa, prima delle meritate vacanze.»

Commenta i nostri articoli sui Social Network.
Swim4life è anche su:

Facebook, diventa fan: www.facebook.com/Swim4life.it
Twitter, diventa follower: www.twitter.com/Swim4life_it

Swim4life – All rights reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights