Montini

La fine della Tuatha Dé è l’inizio della Tibidabo SSD. Arrivate le smentite su una trasformazione della squadra in AICS Brescia!

La fine della Tuatha Dé è l’inizio della Tibidabo SSD.
Arrivate le smentite su una trasformazione della squadra in AICS Brescia!

Il mese di Luglio è stato davvero rovente per il Nuoto Master Italiano, dopo che è stata diffusa la notizia della fine della gloriosa società della Tuatha Dé.

Nel nostro articolo pubblicato l’11 luglio (clicca qui per visualizzarlo) mettevamo alla cronaca la notizia in merito alla scomparsa della Tuatha Dé e della rinascita dalle ceneri della stessa, della storica società della AICS Brescia che avrebbe preso quindi il suo posto.

La notizia di questa rivoluzione suscitò la sorpresa e la perplessità di molti addetti ai lavori del settore master italiano, nuotatori compresi.

Oggi arriva alla nostra redazione la smentita ufficiale da parte del Presidente della Tuatha Dé, Stefania Fratus che ci racconta la sua versione dei fatti!

La Tuatha Dé effettivamente terminerà di esistere come società ed avverrà proprio nei prossimi giorni – afferma Stefania Fratus –  ma questo non significa che scompariremo dal mondo del nuoto master! Per motivi nostri interni e questioni burocratiche infatti, chiuderemo la Tuatha Dé ma abbiamo intanto già costituito la nuova società che come da programmi prende il suo posto a tutti gli effetti ed è la “Tibidabo SSD”.

montiniSi tratta quindi solo di un cambio di nome e partita IVA?

Assolutamente si! Cambio nome e partita IVA e cambio sede. Ci alleneremo infatti alla piscina di Concesio ma nulla di tutto questo era stato programmato per far sparire la squadra. Purtroppo sono state messe voci false in circolazione che parlavano della scomparsa definitiva della Tuatha Dé, voci messe in circolo dall’ormai ex allenatore della Tuatha Dé, il sig. Caprioli che ha evidentemente agito in maniera così scorretta per portare con se alla AICS Brescia, dove allenerà dalla prossima stagione, la maggior parte di atleti della Tuatha Dé al fine probabilmente di raggiungere risultati richiesti dalla società bresciana che gli avrà promesso chissà cosa.

Ho preso conoscenza che avete perso molti atleti che facevano parte della Tuatha Dé.

Purtroppo si, abbiamo perso la maggior parte degli atleti che avevamo, che, caduti in questo tranello, hanno seguito il sig. Caprioli all’AICS Brescia. Sono rimasti però con noi alcuni dei migliori atleti che abbiamo, tra cui il nostro porta bandiera Alberto Montini (nella foto a sinistra).

tuatha_de_scudettoRipartiamo quindi da zero, con molte difficoltà, legate alla gestione di quella che è una nuova società, alla mancanza attuale di uno sponsor, ma soprattutto alla decimazione degli atleti avvenuta a causa di inganni e falsità dell’allenatore Caprioli.
Partiremo per la stagione 2011/2012 con 15-20 atleti, nonostante abbiamo ricevuto già tantissime richieste di tesseramento da parte di diversi nuovi atleti.

È quindi una scelta della società partire con un gruppo ristretto, diversamente dal folto gruppo che era la Tuatha Dé?

Si, adesso preferiamo costruire un nuovo gruppo che si fortifichi e diventi folto negli anni, con i giusti elementi. Partiamo comunque con nomi in squadra degni di nota, quali Montini, Bergamini e Muffolino. Vogliamo far crescere negli anni un gruppo più forte di quello che era la Tuatha Dé!

Ma visto quanto mi sta raccontando, non avete pensato di agire in qualche modo contro il vostro ex allenatore Caprioli?

In effetti si, lo abbiamo valutato ed abbiamo anche sentito il TAS per procedere legalmente nei confronti dell’allenatore Caprioli che era entrato in una nuova società quando ancora era ancora legato contrattualmente con noi. Avremmo potuto farlo deferire ma alla fine abbiamo deciso di lasciar cadere l’accusa, proseguendo per la nostra strada, lasciando anche che lui continuasse a lavorare per noi fino alla fine del contratto, al 31 agosto 2011.

Ci riteniamo dei signori ed una società seria e pulita e così abbiamo agito, nonostante tutto.

Sarà dura ricominciare da zero.

Si, ma siamo sicuri di come abbiamo lavorato negli anni addietro e siamo fiduciosi nel gruppo base della squadra.
Riteniamo che meritavamo un minimo di riconoscenza da parte dell’allenatore Caprioli. Era libero di cambiare squadra, ma sarebbe stato meglio se fosse andato via in maniera più onesta.

logo_tibiChi allenerà la nuova squadra del Tibidabo?

Il nuovo allenatore si chiama Simone Bettoni. È  giovane, ma molto entusiasta di intraprendere questa avventura. Bettoni allenava una squadra di bambini alle “Gocce” e lavorerà con noi con l’aiuto dei master di esperienza che sono rimasti, tra i quali Montini che in particolare è sicuramente molto preparato a livello tecnico.

Gli allenamenti sono iniziati?

La nostra stagione è già iniziata dalla prima settimana di settembre.

Stefania Fratus, Presidente della Tuatha Dé e socio della neo società Tibidabo, non si sbilancia sugli obiettivi della squadra per questa stagione, che affronteranno comunque con il piglio di una grande società com’era la Tuatha Dé. E in effetti un pizzico della vecchia identità resta anche nella bandiera della nuova squadra, che presenta un piccolo “trischele” sul lato destro della coda raffigurata nel nuovo logo (nella foto a destra). In passato quel trischele compariva sullo stemma della Tuatha Dé!

La redazione di Swim4life resta ovviamente aperta ad eventuali altre smentite da una parte o dall’altra.

Paco Clienti

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights