coppe

Classifica Societaria Trofei. Potrebbe cambiare la formula standard?

Classifica Societaria Trofei.
Potrebbe cambiare la formula standard?

coppedi Antonio Izzo

Nell’ultimo “report della settimana”, Swim4life ha effettuato un puro esercizio di stile stilando una classifica di squadra “ALTERNATIVA” che prendeva in considerazione la media punti squadra invece della classica sommatoria che potete leggere qui.

La manifestazione specifica sul quale si è fatta questa valutazione è il 3° Trofeo Nuotatori Campani di Portici, stravinto da società che sono riuscite a portare alle gare fino anche a 100 atleti, sbaragliando la concorrenza di squadre più piccole, anche se, punti medi alla mano, tecnicamente più preparate.

Nulla di nuovo sotto questo punto di vista. Lo spirito Master richiede di coinvolgere nel movimento il maggior numero di persone possibile, per cui il sistema della sommatoria è quello che giustamente viene diffuso nella quasi totalità dei tornei.

Sempre per esercizio di stile, sarebbe possibile avere delle classifiche alternative?

Premettendo che alcune manifestazioni, vere e proprie mosche bianche, le vanno già ad applicare soprattutto in questa stagione, qui di seguito ci sono alcune delle alternative che possono ritenersi più valide.

1. Classifica Tecnicopartecipativa

Si prendono in considerazione i punteggi dei solo primi 8 classificati (o un diverso numero in base al numero di partecipanti al trofeo).
Questo sistema premia in modo moderato la partecipazione in termini numerici, andando ad escludere dalla classifica chi si posizione nelle retrovie.
Rimette in gioco per le posizioni che contano le  squadre di media entità purché tecnicamente valide.

2. Classifica Podiorilevante
Si sommano tutti i risultati, ma si premiano con dei bonus i podi:

3000punti al primo, 2000 al secondo, 1000 al terzo. Punteggi da sommare a quelli ottenuti.
Questo sistema è molto premiante per chi si classifica a podio, mediando la partecipazione con il piazzamento.

3. Classifica Formula Nuoto
Si attribuiscono punteggi in base al piazzamento. Potrebbero riprendere quelli in voga per le competizioni automobilistiche che sono stati studiati proprio per premiare costanza di risultati e premiazione del piazzamento.
25   18    15    12    10    8    6    4    2    1,
dal primo fino al decimo classificato.
In questo caso anche le squadre piccole, ma forti tecnicamente, entrerebbero nel novero delle papabili alla vittoria.

Potrebbero attribuirsi anche dei bonus:
50 punti alla miglior prestazione assoluta di ogni gara in programma;

100 punti a un record italiano;
200 punti a un record mondiale e così via.

4. Classifica a TASSA di Iscrizione
Ogni atleta paga una tassa di iscrizione di 500 punti/gara che andrebbero scalati dal punteggio di ogni singola gara alla quale prende parte. Ad esempio, se alle due gare a cui partecipa in un trofeo, realizza 650 e 700 punti, alla squadra porterà 150 e 200 punti.
La classifica prenderà quindi in considerazione solo i punti al di sopra della soglia di 500.
Una soluzione tanto semplice quanto geniale per premiare risultato e presenza.
3 atleti che fanno 600 punti, porterebbero lo stesso punteggio di un solo atleta di livello medio/alto che ne consegue 800!

Ovviamente tutti questi sistemi si possono combinare, mediare, integrare…a voi la scelta del vostra sistema preferito.

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights