trieste_2013_italiani_master

Giornata di fuoco a Trieste con sette Record Italiani! Consumata oggi la giornata più spettacolare degli Italiani Master 2013.

Giornata di fuoco a Trieste con sette Record Italiani!
Consumata oggi la giornata più spettacolare degli Italiani Master 2013.

trieste_2013_italiani_master

Rocambolesca giornata di gare quella di oggi, la quarta di questi Campionati Italiani di Nuoto Master che si stanno svolgendo presso il Centro Federale “Bruno Bianchi” di Trieste, finalmente ricca di sorprese, contese entusiasmanti per alcuni podi di categoria e vittorie forse inaspettate su alcune specialità. Partita con il freno a mano tirato nella sessione del mattino, avara di record con l’unico straordinario messo a segno ancora dalla baby barese Alessia Virgilio nei 200 misti, la giornata si è poi surriscaldata nel pomeriggio, con ben sei Record Italiani messi a segno, tutti molto belli e spettacolari per come arrivati, ma andiamo per ordine.

La giornata si è aperta con i 200 misti che hanno trovato tra i maggiori esponenti di questa specialità la baby barese Alessia Virgilio (nella foto a destra di Gigi Cagnetta) che come anticipato in apertura, mette a segno un altro straordinario Record Italiano, il terzo in questa stagione, il secondo in questi Campionati Italiani, fermando il crono a 2’31”00 e 951,26 punti con il quale cancella lo storico eccellente crono di Diletta Lugano con 2’31”56 del 2009!

Italiani_Master_2013_0

Un doppio colpo quindi della Virgilio che dopo aver strappato il Supermaster di quest’anno alla Lugano nelle ultime giornate della stagione, le ha portato via anche il Record Italiano dei 200 misti! Tra gli altri migliori risultati femminili della specialità, segnaliamo Susanna Sordelli, M55 del Forum Sport Center che chiude in 2’53”94 e 987.75 punti,  due centesimi dal record Italiano da lei stessa detenuto dal 2011 e Silvia Parocchi della Molinella Nuoto che con 2’37”98 e 975.06 punti conquista l’ambito e combattuto titolo M45 davanti a Claudia Radice della Andrea Doria che con 2’48”65 e 913.37 punti approfitta della débâcle di Giulia Noera della Waterpolo Palermo che chiude in 2’51”56 e 897.88 punti.
Tra i maschi appassionante sfida nella batteria finale M25 vinta a sorpresa da Andrea Maniero della Acquaviva 2001 Egnago che con uno strepitoso 2’13”87 e 964.52 punti, il miglior crono della giornata, mette K.O. il detentore del Record Italiano Andrea Cavalletti del Team Marche Master che chiude in 2’14”80 e 957.86 punti davanti a Marco Sacilotto della Gymnasium Spilimbergo con 2’15”56 e 952.49 punti che per un decimo taglia fuori dal podio Claudio Montano della Montenuoto con 2’15”67 e 951.72 punti!

Monica_CorCombattutissima anche la cat. M45 vinta da Andrea Cabiddu del Flaminio Sporting Club che segna 2’24”41 e 957.97 punti davanti a Marco Poltronieri del Circolo Canottieri Aniene con 2’26”29 e 945.66 punti e Fabio Servadio del Centro Nuoto Bastia con 2’27”89 e 935.42 punti che tagliano fuori dal podio una sfilza di atleti con ottimi riscontri cronometrici, tra cui Luca Romano del Circolo Canottieri Aniene con 2’30”15 e 921.35 punti e Roberto Brunori del Circolo Canottieri Aniene con 2’30”57 e 918.78 punti.
La sessione del mattino prosegue con i 50 rana, la prima gara veloce di questi Campionati, in cui svetta la regina Monica Corò dello Stilelibero (nella foto a destra), miglior atleta master assoluto della stagione, che segna un ottimo 35”05 e 1.067,6 punti! Sorprendente l’esito della sfida di cat. M25 che vede vincitrice Veronica Bellini della Sport Management Verona con un esplosivo 34”73 e 958.25 punti davanti ad Elena Piccardo del Salaria Nuoto con 35”09 e 948.42 punti e Michela Serena della Sport Management Verona con 36”91 e 901.65 punti. Bella anche la sfida in cat. M30 vinta da Elena Fabbro della Gis Gest. Imp. Sp C. Franco con 36”15 e 936.65 punti davanti a Nicoleta Coica della Molinella Nuoto con 36”61 e 924.88 punti ed Olesya Bourova della Rari Nantes Sori con 37”78 e 896.24 punti. Da segnalare anche Sabina Vitaloni, M40 della Derthona Nuoto con 35”62 e 971.65 punti, Liana Corniani, M55 del Forum Sport Center con 40”53 e 970.64 punti, a due decimi dal suo record italiano fatto nel 2011 ed Alessia Checconi, M45 dello Sporting Club Tuscolano con 37”69 e 929.95 punti.

renato_possanziniTra gli uomini sovrasta tutti quanti ancora l’eterno Mario De Giampietro, classe 1923, M90 della Pol. Garden Rimini che chiude in 1’01”63 e 1.025,9 punti, a meno di un decimo dal primato italiano da lui stesso detenuto fatto a maggio di quest’anno. Si rivela una categoria più che ostile la M45, vinta da Fabio Cavalli della Milano Nuoto Master con 31”59 e 962.01 punti, davanti a Tomas Falsitta della Rari Nantes Saronno con 32”58 e 932.78 punti e Fabio Servadio del Centro Nuoto Bastia con 32”72 e 928.79 punti, un soffio appena davanti a Stefano Pacini della Rapallo Nuoto con 33”03 e 920.07 punti, Massimiliano Gialdi della Bergamo Swim Team con 33”28 e 913.16 punti e Vincenzo Amoroso della Waterpolo Palermo con 33”52 e 906.62 punti. Molto combattuta anche la cat. M40, vinta da Fabio Pianca Spinadin della Nottoli Nuoto con 30”58 e 984.63 punti, davanti ad Emiliano Pablo Gallazzi della Rari Nantes Legnano con 30”78 e 978.23 punti ed Enrico Capitani della Dimensione Nuoto Pontedera con 32”02 e 940.35 punti. Assolutamente da annotare anche le vittorie nelle cat. M30 ed M25, conquistate rispettivamente da Marco Carbonini della Master Aics Brescia con 29”98 e 971.98 punti, a meno di tre decimi dal record italiano di Ramelli del 2009, davanti a Riccardo Rota della Gestisport Coop con 30”94 e 941.82 punti ed Enrico Carnemolla de La Wellness Milano con 31”18 e 934.57 punti, e Mirko Cecchin della Gymnasium Spilimbergo che con 29”74 e 970.75 punti batte Valerio Serrani del Team Marche Master con 31”08 e 928.89 punti e Gavino Meloni del Gruppo Pesce Roma con 31”19 e 925.62 punti. Inaspettata e quindi ancora più bella vittoria per Renato Possanzini della Simply Sport (nella foto a destra) che con 33”31 e 953.17 punti batte il favorito Andrea Florit della Rovigo Nuoto che segna 33”55 e 946.35 punti davanti a Federico Ceresi della Aqvasport Lario con 34”47 e 921.09 punti.
Entoni_CatelloTra i migliori risultati segnaliamo anche Fabrizio Griffo della Waterpolo Palermo che vince la tosta cat. M55 con 34”11 e 963.06 punti davanti a Marco Stentella del Forum Sport Center con 34”56 e 950.52 punti e Lorenzo Merli del Centro Nuoto Bastia con 34”72 e 946.14 punti. Complimenti anche ad Arcangelo Marcianò del Nuoto Master Terra Jonica che con 38”44 e 896.98 punti porta a casa il titolo italiano M60, la sua ennesima vittoria di questa stagione!

Dopo la lunga pausa pranzo, si riattacca nel caldissimo pomeriggio che con le prestazioni avvincenti degli atleti in acqua, diventa rovente! Ben sei i Record Italiani messi a segno come dicevamo in apertura e tutti sul finale della sessione di gara, che con quello della Virgilio del mattino totalizza sette primati, il più alto numero realizzato in un’unica giornata di questa edizione degli italiani master sino ad ora!
I primi due primati arrivano nella batteria finale M25 maschile dei 100 dorso nella quale sono due gli atleti che vanno al di sotto del primato italiano detenuto da Michele Ratti con 1’00”19 fatto proprio ai Campionati Italiani della scorsa stagione, Entoni Cantello della Master Aics Brescia (nella foto a destra) che segna 59”48 e 977.30 punti ed Alessandro Marian della Gymnasium Spilimbergo che chiude al secondo posto in 59”54 e 976.32 punti!
Sorpresa nella batteria finale M30 vinta dal toscano Marco Maccianti della Firenze Nuota Master che segna 59”27 e 991.06 punti, strappando il titolo al campione italiano uscente che chiude in seconda posizione, il pugliese Giovanni Carlo Perulli della Icos Sporting Club con 1’02”22 e 944.07 punti. Molto combattuta la cat. M50 vinta dallo specialista Francesco Pettini dell’Empire Roma con 1’06”42 e 977.57 punti, davanti a Dario Bertazzoli della Master Aics Brescia con 1’07.17 e 966.65 punti e Marco Colombo della Butterfly con 1’08”62 e 946.23 punti. Vinta sul filo di lana anche la M45 da Mauro Torri del Forum Sport Center con 1’05”98 e 947.86 punti davanti a Gianluca Sondali del Circolo Canottieri Aniene con 1’06”08 e 946.43 punti. Da segnalare tra i migliori risultati anche quelli di Claudio Tomasi, M60 del Flaminio Sporting Club con 1’17.05 e 946.66 punti e Raffaele Lococciolo, M40 della Nuotopiù Academy con 1’03”35 e 964.64 punti.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

diletta_luganoTra le donne si mette in evidenza Diletta Lugano (nella foto a destra), M25 della Derthona Nuoto che dopo aver perso il Record Italiano nei 200 misti, schiaccia il piede sull’acceleratore e tenta l’impresa nei 100 dorso che chiude con un eccellente 1’07”63 e 977.38 punti, a circa quatto decimi dall’attuale primato, già di sua appartenenza. Il miglior punteggio però lo mette a segno Silvia Parocchi, M45 della Molinella Nuoto con 1’10”56 e 1.005,5 punti.

E tutt’altro che terminata la giornata di emozioni a Trieste e lo gridano forte già alle prime battute delle mi-staffette 4×50 misti con l’avvincente sfida in cat. M240-279 che vede le prime due formazioni scendere sotto l’attuale record Italiano detenuto dalla DDS con 2’29”85 del 2007, il Malaspina SC che vince la categoria in 2’28”29 (Luisa Maresca 44”00 – Roberto Ruggieri 37”46 – Alberto Sica 34”94 – Annarita Blosi 31”89) ed il Forum SC che chiude al secondo posto con 2’29”27 (Susanna Sordelli 38”92 – Marco Stentella 34”04 – Liana Corniani 36”00 – Giorgio Toscano 40”31).
Michele_RattiScintille schizzano fuori dall’acqua alla partenza della batteria finale della cat. M120-159 con la Milano Nuoto Master, terza classificata con 1’59”91, che schiera in prima frazione “Big Mike Hulk” Ratti (nella foto a destra) che chiude con un incredibile 27”02 stracciando il precedente Record Italiano da lui stesso detenuto e registrato nella scorsa stagione! Nemmeno se ne fosse accorto, lo stesso Marco Maccianti che apriva le danze della staffetta della sua Firenze Nuota Master, chiude in 27”24, migliorando di tre decimi il primato già di sua appartenenza,
con la sua squadra che terminerà poi in 1’59”12, seconda classificata alle spalle della vittoriosa Larus Nuoto che chiude in 1’57”12 (Massimiliano Quagliani 28”92 – Roberta Crescentini 32”93 – Alfonsina Irace 29”75 – Gabriele Viola 25”52).

Festa anche per la M100-119 della Squali Zerouno Firenze (nella foto a sinistra) che per soli due decimi conquista la sua prima medaglia d’oro in staffetta segnando 2’05”51 (Lorenzo Giovannini 30”48 – Irene Foggi 37”88 – Debora Mota 32”48 – Simone Corbò 24”67)!

Italiani_Master_2013_00Meritata festa della squadra che termina la giornata a cena insieme al delfinista italiano Niccolò Beni (nella foto in basso a destra), presente a Trieste con il suo stand di Nuoto Extremo.

Appuntamento a domani con la penultima giornata di questi Campionati Italiani di Nuoto Master di Trieste 2013 che vede in programma la sessione del mattino con la gara regina dei 100 stile libero ed i 50 farfalla e quella del pomeriggio con i 100 rana e 50 dorso, più le staffette della 4×50 misti.

Ricordiamo che i Campionati Italiani di Nuoto Master di Trieste saranno “presidiati” dallo stand ufficiale di Nuoto Extremo by Nicco di Niccolò Beni, partner di Swim4life che sarà presente per l’intero evento con un punto vendita fornito di tutto ciò che un nuotatore può chiedere, a prezzi davvero eccezionali! 

Italiani_Master_2013_01Clicca qui per i risultati dei Campionati Italiani di Nuoto Master di Trieste 2013 in tempo reale.

Clicca qui per la pagina di informazioni “Tutto sui Campionati Italiani Master 2013”.

Clicca qui per scaricare il programma gare dettagliato

Restate collegati su Swim4life.it, l’unico sito web a trattare in tempo reale tutti i Campionati Italiani di Nuoto Master di Trieste 2013!

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares