Mondial_Nuoto_Paralimpico_Montreal

L’Italia del Nuoto Paralimpico in prima linea a Montréal.

L’Italia del Nuoto Paralimpico in prima linea a Montréal.
Una Camellini in meno, ma potrebbero essere i Mondiali del gruppo!

Mondial_Nuoto_Paralimpico_Montrealdi Paco Clienti
Partita ieri la delegazione italiana paralimpica per la spedizione canadese dei Mondiali che andranno di scena presso il Parc Jean Drapeau di Montréal dal 12 al 18 agosto, lo stesso che ha ospitato nel 2005 i Campionati del Mondo FINA e lo stesso che ospiterà nel 2014 i Mondiali di Nuoto Master.

Si tratta forse di una delle spedizioni internazionali più significative degli ultimi venti anni per l’Italia del Nuoto Paralimpico, in quanto sarà quella alla quale prenderà parte con più atleti al seguito (ben 15) e quella in cui ci sono tutte le potenzialità per far venir fuori i valori dell’intero gruppo e dei risultati della netta crescita del settore nazionale, avvenuta con un’impennata molto evidente dalle Paralimpiadi di Pechino 2008 in poi.

Infatti, se fino alle Paralimpiadi di Londra il Nuoto Italiano Paralimpico era rappresentato esclusivamente dalla coppia Camellini/Morlacchi, sempre presenti al podio nelle competizioni internazionali e tra gli atleti più forti al mondo, quest’estate si potrebbe riscoprire una nuova nazionale in quel di Montréal!

Federico_Morlacchi_Italiani_assoluti_Napoli_2013

Partiamo dal fatto molto rilevante che non ci sarà Cecilia Camellini. L’atleta emiliana ha deciso di prendersi uno stop, una pausa vera e propria, stando lontana dalle vasche saltando anche questi Mondiali. Da una parte non si può dar torto ad una ragazza di 21 anni che negli ultimi cinque ha vissuto le sue stagioni estive nelle piscine del mondo, dall’altra non si può non considerare che stiamo parlando dell’atleta di punta italiana, che nel clou della sua carriera si prende la licenza di starsene a casa, anche in occasione di un mondiale.
Questa premessa potrebbe far pensare al peggio, visto che il maggior numero di medaglie a casa per l’Italia lo ha portato sempre lei, ma le circostanze che si troveranno tra qualche giorno in Canada, potrebbero dare ben altri frutti!
Molti gli esordienti Azzurri di questa nazionale, molte le stelle nascoste di questa Italia che arriva a Montréal con le unghie affilate ed il coltello tra i denti.
Non parte tra le favoritissime, ma Giulia Ghiretti, classe 1994  (Ego Nuoto Parma) potrebbe riservare una piccola sorpresa alle sue avversarie dei 50 dorso classe S5, così come Arianna Talamona, classe 1994 (Pol.Ha Varese) potrebbe fare nei 100 dorso classe S7. Sono chiamate invece a tentare di fare incetta di medaglie Emanuela Romano, classe 1990 (Asd Nuotatori Campani) ed Arjola Trimi, classe 1987 (Asd Brianza Silvia Tremolada) che si candidano a prendersi un posto tra le velociste più forti di questi Mondiali!
Tra i maschi invece ci saranno una schiera di almeno cinque cavalieri che condotti da Federico Morlacchi, andranno all’assalto dei podi mondiali. Secondo i pronostici, alcuni di questi atleti partono tra i più accreditati per la conquista di una medaglia, altri invece hanno tutte le carte in regola per essere tra le sorprese dei campionati.
Se infatti Morlacchi, classe S9, sarà chiamato a lottare per un oro nei 50 e 100 farfalla e per il gradino più alto possibile dei 200 misti, 200 e 400 stile, Nicolo’ Bensi, Andrea Castagneto, Efrem Morelli, Fabrizio Sottile e Valerio Taras, affronteranno la battaglia mondiale dalle prime linee, tentando di sfondare le mura avversarie per andare all’assalto del forte!
Con o senza la Camellini quindi, l’Italia si presenterà a Montréal più forte che mai, con 15 validissimi atleti entusiasti di confrontarsi con i migliori al mondo ed impazienti di scendere in acqua!

Simone_Ciulli

Almeno dieci dei quindi convocati hanno dunque tutte le potenzialità per giocarsi una medaglia mondiale e notizia più “eclatante” di tutte, l’Italia vanterà finalmente una staffetta con alte potenzialità di podio!

Attenzione tutti quindi, perché con i Mondiali di Montréal, l’Italia potrebbe venir fuori finalmente con l’intera squadra e non più con i singoli, dettaglio non da poco che evidenzierebbe la crescita dell’intero settore e non più soltanto l’estro di qualche singolo.

Nel mentre ci si prepara a gustare questi Mondiali, che Swim4life seguirà in filo diretto con la FINP della quale è partner ufficiale, Simone Ciulli (Po.Ha.Fi) ha conquistato due ori nei 100 stile, con Record Italiano realizzato in 55”65, e nei 100 misti con 1’08”59 in occasione della prima tappa di World Cup che si sta svolgendo ad Eindhoven!

Clicca qui per seguire i Mondiali di Nuoto Paralimpico in diretta streaming

Clicca qui per visualizzare le schede degli atleti dal sito FINP

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights