19_Premio_Azzurri_dItalia_Swim4life_img_008

La Liguria Master stenta a brillare a Rapallo

La Liguria Master stenta a brillare a Rapallo.
Olesya Bourova ancora supersonica.

19_Premio_Azzurri_dItalia_Swim4life_img_008di Paco Clienti – foto e dettagli dall’inviato Lorenzo Giovannini
Domenica 24 novembre si è tenuto il 19° Premio Azzurri d’Italia, manifestazione organizzata dalla società Rapallo Nuoto presso la piscina Comunale della cittadina ligure, vasca corta ad 8 corsie, valida per il Circuito Supermaster FIN. Un po’ di casino con i risultati a Rapallo, dove sono stati confusi diversi tempi, poi corretti dopo le proteste degli atleti. Il problema tempi è stato un po’ la bestia nera della domenica di Rapallo, dove anche la piastra alla corsia numero 1 ha fatto tilt, sostituita solo verso la fine della sessione del mattino. Ancora, durante i 50 rana, salta il tabellone luminoso che riportava i tempi, semplice, ad una sola riga, che lascia l’amaro in bocca alle ultime batterie che non riescono a verificare il crono fatto a fine gara. A Sopperire al problema della rilevazione dei crono, c’è stata una buona organizzazione che ha fatto si che le tempistiche annunciate alla vigilia, fossero pienamente rispettate. Inoltre, essendo in casa Head Swimming, c’è stata la possibilità di provare in acqua i nuovi costumi da gara Liquid Fire Pro, uomo e donna!
Sono stati 371 gli atleti ai blocchi di partenza, in rappresentanza di 49 società che hanno dato vita alla competizione, iniziata con i 400 stile libero dominati al femminile da Daniela Gigantiello, M25 della Sisport Fiat S.P.A. con 4’45″77 e 929,73 punti, ma segnaliamo anche Eleonora Ferrando, M45 della Nuotatori Genovesi con 5’03″58 e 923,25 punti. Tra i maschi è Alessandro Borgialli, M40 della Aquatica Torino a realizzare il miglior risultato maschile della manifestazione con 4’16″65 e 954,96 punti, subito davanti a Luca Vigneri, M45 della S. Sturla con 4’33″01 e 927,59 punti.

19_Premio_Azzurri_dItalia_Swim4life_img_007Nei 50 rana netto dominio rosa per Anna Pasero, M25 della Sisport Fiat S.P.A. con 35″76 e 907,44 punti, mentre tra i maschi si dividono la posta tra crono e punteggio Gianluca Mauceri, M40 della Nuotatori Genovesi con 32″33 e 899,16 punti, Andrea Galluzzo, M30 della Aics Pavia Nuoto con 32″48 e 863,61 punti e Stefano Pacini, M45 della Rapallo Nuoto con 32″47 e 929,78 punti. Nei 50 dorso si distinguono Ilaria Bichi, M25 della Aquatica Torino con 33″33 e 890,79 punti, Ignazio Secci, M25 della Aics Pavia Nuoto con 30″29 e 834,93 punti e Massimo Gorrini, M50 della Swimming Club Alessandria con 33″88 e 844,16 punti. Si passa ai 100 rana nei quali due atleti della Nuotopiù Academy rubano la scena a tutti, Lorenzo Giovannini, M25 che segna il miglior crono con 1’11″23 e 870,28 punti e Raffaele Lococciolo, M40 che lo segue a ruota con 1’11″86 e 889,79 punti, miglior punteggio. La prima sessione si chiude con i 50 stile con Olesya Bourova, M35 della Rari Nantes Sori che dopo l’ottimo crono fatto ad Albenga, segna 26″79 e 983,20 punti, miglior risultato assoluto della manifestazione, promettendo di strappare il Record Italiano alla Crescentini il prossimo gennaio! Da segnalare anche due prestazioni di tutto rispetto, Claudia Radice, M45 della Andrea Doria con 31″51 e 864,49 punti e Daniela Gariglio, M60 della Nuotopiù Academy con 36″03 e 851,79. Tra i maschi è Alessandro Borgialli, M40 della Aquatica Torino a segnare il crono più basso ed il miglior punteggio con 25″71 e 919,88 punti. Da segnalare anche Alberto Ricci, M25 della Nuoto Club Montecarlo con 26″37 e 854,38 punti e Luca Vigneri, M45 della S. Sturla con 26″51 e 906,07 punti.
Si riparte nel pomeriggio con i 100 misti e stavolta è l’altra Bourova protagonista, Vlada, M45 della Rari Nantes Sori con 1’13″85 e 932,43 punti, miglior punteggio, battuta solo sul crono da Anna Pasero, M25 della Sisport Fiat S.P.A. con 1’12″16 e 895,09 punti. Tra i maschi segnaliamo invece Ignazio Secci, M25 della Aics Pavia Nuoto con 1’03″57 e 883,28 punti e Mauro Rodella, M50 della Aquatica Torino con 1’09″52 e 899,88 punti. Nella gara regina dei 100 stile domina in lungo e largo tra le donne, Simona Burini, M40 della Nuotopiù Academy che segna 1’06″74 e 887,02 punti. Tra i maschi è lo specialista Andrea Galluzzo a segnare il miglior risultato con 54″15 e 926,13 punti, ma segnaliamo anche Michele Pellegrini, M40 della Aquatica Torino con 56″91 e 911,79 punti e Paolo Palazzo, M55 della Andrea Doria con 1’02″49 e 909,27 punti. Nei 50 farfalla fanno paura entrambe Olesya e Vlada Bourova, con la prima che tocca la piastra a 30″53 e 939,08 punti e la seconda a 32″61 e 908,00 punti. Tra i maschi è Marco Arecco, M50 della Rapallo Nuoto a segnare il miglior risultato netto con 31″51 e 847,03 punti.
19_Premio_Azzurri_dItalia_Swim4life_img_005Nei 200 stile che chiudono la manifestazione, segnaliamo Daniela Gigantiello, M25 della Sisport Fiat S.P.A. con 2’14″86 e 926,66 punti, miglior risultato femminile della specialità e Paolo Pardelli, M25 della Foltzer N. con 2’06″32 e 879,99 punti e Paolo Palazzo con 2’18″32 e 909,56 punti che si dividono miglior crono e miglior punteggio maschile.

La classifica società premia la Nuotatori Genovesi che stacca di netto le altre con i suoi 70.525,29 punti, davanti ai padroni di casa della Rapallo Nuoto con 49.597,92 punti. Ad un passo dal podio la Aics Pavia Nuoto con 26.482,07 punti che deve arrendersi alla Genova Nuoto con 26.662,70 punti.

Clicca qui per i risultati completi del 19° Premio Azzurri d`Italia

Clicca qui per la galleria foto del 19° Premio Azzurri d`Italia

Swim4life è anche sui Social Network:

Seguici su Facebook, diventa fan: www.facebook.com/Swim4life.it
Seguici su Twitter, diventa follower: www.twitter.com/Swim4life_it

Swim4life – All rights reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights