Christine_Jolly_Latina_Aquateam

La Jolly è Record Italiano negli 800 di Napoli.

La Jolly è Record Italiano negli 800 di Napoli.
Il 6° Trofeo Il Gabbiano chiude il circuito Campano.

Christine_Jolly_Latina_Aquateamdi Paco Clienti
Dopo i dettagli del 22° Meeting Città di Gallarate, e del 15° Trofeo Città di Piacenza, proseguiamo il nostro Report Master della settimana spostandoci a Napoli dove nel weekend tra Sabato 31 maggio e domenica 1° Giugno, si è disputato il 6° Trofeo Il Gabbiano, organizzato dalla società Il Gabbiano Napoli presso la storica, e anche troppo, piscina olimpionica ad 8 corsie “F. Scandone”. Dato che salta più facilmente all’occhio è quello delle assenze visto che il meeting napoletano è quello che ha fatto registrare la più alta percentuale di assenze del weekend, 18%, con 583 atleti ai blocchi di partenza sui 712 iscritti e visto che siamo amanti delle statistiche, andiamo ad osservare che dei 129 atleti assenti, ben 86 fanno parte della società organizzatrice de Il Gabbiano Napoli che aveva iscritto in origine 185 atleti, un particolare al quanto singolare. Poco da dire sull’impianto, sempre più abbandonato a se stesso. La sua salvezza sarebbe stata l’assegnazione dei Campionati Europei indoor sfumata a favore dell’Israele. La piscina verte in una condizione davvero triste, soprattutto se si pensa al suo glorioso passato e gli importanti eventi che ha ospitato. La gestione comunale è praticamente assente.
Nonostante tutto, Christine Jolly, M65 della Latina Aquateam è riuscita a tirare fuori il coniglio dal cilindro siglando un inaspettato, per lei, Record Italiano negli 800 stile libero fermando il crono a 13’24”90 con il quale ha migliorato il precedente di 13’31”56 detenuto da Monica Breetsch del 2012.

Le gare cominciano proprio con gli 800 stile libero nei quali il miglior crono rosa viene realizzato da Maria Nunzia Lucariello, M40 della Forum Sport Center con 11’26”00 e 830,17 punti, superata al tabellare proprio da Christine Jolly che totalizza 917,53 punti. Tra gli uomini il miglior crono viene realizzato da Gianfranco Matuozzo, M25 dello SC Nuoto Napoli con 9’58”90 e 860,68 punti, unico atleta ad andare sotto ai 10’, anche lui battuto al tabellare da Domenico Testa, M65 della Rari Nantes Flegrea con 12’26”80 e 864,68 punti. Flavio Kessler, M35 della Sp. Nuoto Pen. Sorrentina è quello che riesce a stare più vicino a Matuozzo, segnando 10’12″90 e 851,71 punti. Nei 200 stile libero si mette ancora in evidenza tra le donne Jennipher Moretti, U25 della Sintesi che segna un sontuoso 2’19”22, ma il miglior crono master ed anche la miglior prestazione della specialità, è di Daniela Calvino, M45 della Nantes Club Master con 2’34”62 e 868,13 punti. Dino Schorn, M45 de Il Gabbiano Napoli illumina la scena con una gara in solitaria nella batteria finale, segnando 2’04”96 e 961,11 punti. Non troppo lontano Valerio Santini, M30 della Nantes Ostiensis, al suo primo 200 stile in vasca lunga della stagione, con 2’09”84 e 883,39 punti. Nei 100 farfalla solo due donne in gara e tra le due è Luisa Campanile, M25 del Circolo Canottieri Napoli che segna il miglior crono e punteggio con 1’20”33 e 790,74 punti. Pochi anche gli uomini tra i quali domina Maurizio Mastrorilli, M45 della Fritz Dennerlein con il personale di 1’07”49 e 874,80 punti. Nei 200 dorso si mette ancora una volta in evidenza tra le donne Anita Esposito, M25 della Sintesi che segna 2’49”74 e 839,36 punti, mentre tra gli uomini Alfonso Donadio, M30 della Alba Oriens mette la mano davanti a tutti con 2’34”98 e 824,53 punti, superato al tabellare da Antonio Fusco, M50 dello SC Flegreo con 2’35”10 e 917,77 punti in una bellissima ed avvincent ultima batteria che vede tra i protagonisti anche Mosè Castellano, M45 dello SC Flegreo con 2’36”16 e 877,53 punti ed Andrea Pantalei, M45 della Nantes Ostiensis con 2’36”29 e 876,80 punti. Ancora mezzo fondo con i 200 rana nei quali spicca l’eleganza della nuotata di Elena Piccardo, M25 della Roma Nuoto Master che segna miglior crono e tabellare assoluto della specialità, battendo anche i maschi, con 2’53”16 e 923,40 punti. Da segnalare per le donne anche la buona prova di Paola Borgognoni, M45 della Latina Aquateam con 3’20”72 e 862,43 punti. La batteria finale maschile offre un bellissimo testa a testa vinto al centesimo da Luca Stipcevich, M40 della Latina Aquateam che segna miglior crono e punteggio maschile con 2’53”83 e 846,98 punti.

Lorenzo_Giovannini_IMG_1636

Chiudono la prima giornata gli atleti impegnati nei 100 stile libero, nei quali il miglior crono e la migliore prestazione rosa arrivando ancora dalle pinne di Elena Piccardo con 1’06”10 e 883,06 punti, mentre tra i maschi si mette in evidenza su tutti ancora Dino Schorn che ferma il crono a 56”26 e 969,07 punti siglando la migliore prestazione assoluta maschile della manifestazione. Oltre a Schorn, rompono il muro del minuto anche Valerio Santini della Nantes Ostiensis con 58″72 e 877,72 punti ed Alexandre Wassim Husset, U25 della Acquachiara con 58″95, mentre sfiorano soltanto l’obiettivo Luca Di Giulio, M35 della Nantes Ostiensis con 1’00″41 e 866,25 punti, Agostino Devastato, M25 del Quadrifoglio con 1’00″82 e 850,21 punti e Maurizio Mastrorilli con 1’00”84 e 896,12 punti, ma tra i migliori riscontri segnaliamo anche Raimondo Ascione, M50 della Acquachiara con 1’02”83 e 881,27 punti. Nel pomeriggio spazio alle staffette con la carrellata delle 4×50 stile e misti che la società organizzatrice sceglie di portare a disputare presso il nuovo Centro Sportivo Gabbiano.

La seconda giornata inizia domenica mattina con i 1500 stile libero nei quali si mette in evidenza tra tutti Marco Pucci, M30 della Firenze Nuota Master con 18’34”70 e 895,02 punti, seguito da Gianfranco Matuozzo con 19’08”50 e 865,68 punti. Nei 100 rana Marco Montanari, M30 della Aquagym segna la miglior gara con 1’18”19 e 827,47 punti, mentre nei 400 misti che seguono si consuma la migliore prestazione assoluta femminile della manifestazione ad opera di Mariapia Longobardi, M25 della CUS Bari con 5’22”94 e 959,65 punti. Tra i maschi è Lorenzo Giovannini (nella foto a destra), M25 della Nuotopiù Academy a dettar legge con 5’06”28 e 904,07 punti. Si passa alle gare sprint iniziando con i 50 dorso nei quali il miglior crono e tabellare femminile vengono realizzati da Erika De Meo, M40 dello SC Flegreo con 36”59 e 872,64 punti, mentre tra i maschi resta davanti a tutti Raffaele Guida, M25 della Sintesi con 31”67 e 843,38 punti, superato solo al tabellare da Arnaldo Coletti, M65 della Azzurra Race Team con 37”49 e 898,11 punti. Tra i migliori riscontri anche Mosè Castellano con 32”48 e 882,08 punti.
Mariapia_Longobardi_IMG_1651Nei 50 farfalla che chiudono la sessione del mattino, domina la scena Fabrizio Sartorio, M25 della Fritz Dennerlein che segna il miglior crono e tabellare assoluto della specialità con 28”03 e 887,26 punti. Tra le donne è Manuela Le Grottaglie, M35 della San Mauro Nuoto a segnare il miglior crono e tabellare con 33”33 e 863,49 punti, superata al tocco della piastra solo dalla U25 Simona Esposito del Circolo Canottieri Napoli con 32”66. Tra i migliori riscontri anche Raffaele Guida con 29”02 e 857,00 punti e Vincenzo Triola, M25 della Atlantide Nuoto con 29”29 e 849,10 punti.
Nel pomeriggio si riprende con la “gara regina” dei 50 stile libero che offre un bello spettacolo nella batteria finale maschile vinta da Salvatore De Gregorio, M30 della Nantes Club Master con 25”04 e 926,92 punti davanti a Fabrizio Sartorio con 25”90 e 903,09 punti e Lorenzo Giovannini con 26″31. Tra i migliori riscontri segnaliamo anche Raimondo Ascione con 27”50 e 907,64 punti, mentre tra le donne è Maria Chiatto, M25 della Nuotatori Campani a segnare la miglior prova con 30”37 e 877,84 punti, preceduta al corno solo dalla U25 Simona Esposito con 30”04. Nei 50 rana sale in cattedra Emilio Amabile, M25 del CUS Salerno che segna 33”33 e 866,19 punti. Nei 200 misti ancora tra le protagoniste al femminile Manuela Le Grottaglie con 2’50”30 e 868,82 punti, mentre tra i maschi domina Raffaele Russo, M25 della Gymnasium con 2’24”22 e 895,30 punti. Nei 100 dorso ancora Anita Esposito sugli scudi con 1’18”30 e 843,42 punti, ma ottima prova anche per Erika De Meo con 1’22”04 e 831,30 punti. Tra i maschi ancora Marco Pucci davanti a tutti con 1’09”58 e 840,04 punti.
Lorenzo_Giovannini_IMG_1609Nei pochi intrepidi partecipanti ai 200 farfalla spicca Mariapia Longobardi con 2’32”69 e 919,05 punti. Si chiude con i 400 stile libero nei quali si mette in evidenza ancora Raffaele Russo con 4’51”25 e 842,95 punti. Tra le donne risulta ancora imprendibile Jennipher Moretti che ferma il crono a 4’51”25, mentre la miglior gara rosa è di Barbara Lang, M60 della Sp. Pen. Sorrentina con 6’36”55 e 830,66 punti.

La classifica finale vede Il Gabbiano Napoli in testa con 114.204,81 punti ma per onore di ospitalità cede il primo gradino del podio alla Nuotatori Campani con 62.344,53 punti. Seconda posizione per l’Atlantide Nuoto con 57.535,85 punti davanti allo SC Flegreo con 41.985,19 punti. In palio anche lassifica determinata dai punteggi ottenuti dalle singole squadre nelle staffette.

Il trofeo rientrava anche nella Combinata con il Piancoli di Gualdo Tadino ed ha premiato le migliori cinque prestazioni assolute degli atleti che hanno preso parte ad entrambi i trofei, classifica speciale vinta da Lorenzo Giovannini della Nuotopiù Academy (nella foto a destra).

Clicca qui per i risultati completi del 6° Trofeo Il Gabbiano

Commenta i nostri articoli sui Social Network.
Swim4life è anche su:

Facebook, diventa fan: www.facebook.com/Swim4life.it
Twitter, diventa follower: www.twitter.com/Swim4life_it

Swim4life – All rights reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights