Italia_Campionati_Europei_Berlino_2014

Italia vincente in Germania: primi nella classifica a squadre dei Campionati Europei di Berlino.

Italia vincente in Germania: primi nella classifica a squadre dei Campionati Europei di Berlino.
Nell’ultima giornata i 50 stile restano ai francesi, il medagliere parla inglese.

Italia_Campionati_Europei_Berlino_2014

di Paco Clienti da Berlino
Si è conclusa ieri la 32esima edizione dei Campionati Europei di Nuoto Assoluti marcati LEN che si sono svolti nel Velodrom dell’Europa-Sportpark di Berlino che per una settimana è stato il centro d’Europa.
Oltre che positiva la prova dell’Italia del Nuoto in vasca che ha portato a casa 15 medaglie, cinque d’oro, una d’argento e nove di bronzo, contrassegnate anche da tre record europei e sette italiani.
Abbiamo ben figurato con Gregorio Paltrinieri che si è confermato padrone delle distanze degli 800 e 1500 stile libero conquistando i titoli europei a suon di Record Europeo nei 1500 e di Record dei Campionati negli 800.
Federica Pellegrini si è confermata regina europea dei 200 stile libero vincendo il titolo per la terza volta di seguito dopo Budapest 2008 e Debrecen 2012, infilando una tripletta storica.

Ma a parte le individualità ed i nuovi primati stabiliti dagli italiani, le cinque migliori prestazioni in tessuto e i 30 primati personali realizzati dagli Azzurri dicono che tutto il gruppo si è dimostrato all’altezza dell’attuale livello Europeo. L’Italia si è classificata infatti al primo posto nella classifica per Nazioni, così come a Debrecen 2012, piazzandosi davanti a Gran Bretagna e Russia.
A proposito, questi Campionati Europei hanno svelato anche un gran lavoro che si sta svolgendo in casa Gran Bretagna che con una squadra molto interessante ha vinto il medagliere con 24 metalli (9 ori – 7 argenti  – 8 bronzi), risultato a dir poco importante visto che per i prossimi quattro anni, da Londra nel 2016 a Glasgow nel 2018, i Campionati Europei si disputeranno proprio in Gran Bretagna. Gli inglesi si sono piazzati davanti alla Danimarca e l’Ungheria che con una squadra molto giovane si è aggiudicata il terzo gradino del podio medaglie (5 ori – 4 argenti – 5 bronzi), appena un passo sopra l’Italia, quarta.

Florent_Manaudou_Campionati_Europei_Berlino_2014Nell’ultima giornata di gare la britannica Francesca Halsall ha vinto la gara veloce, i 50 stile libero, segnando 24”32 toccando la piastra 5 centesimi prima della favorita svedese Sarah Sjoestroem. Bronzo alla dansese Jeanette Ottesen con 24”53. Con la rinuncia della tedesca Dorothea Brandt che in semifinale aveva segnato il 5° crono con 24”60, si gioca la finale anche Silvia Di Pietro che ne approfitta per diventare la prima italiana a rompere il muro dei 25” segnando 24”84 e limando ancora il Record Italiano da lei conquistato proprio nelle semifinali con 25”04.

I 50 stile libero maschili restano in mano ai francesi per la quarta volta di fila in campo europeo, con Bernard e Bousquet nel 2008, 2010 e 2012 e con Florent Manaudou a Berlino 2014 che ha chiuso in 21”32, due centesimi meglio del crono con il quale vinse le Olimpiadi a Londra 2012. Argento per il polacco Konrad Czerniak con 21”88 e bronzo per il finlandese Ari-Pekka Liukkonen con 21”93. Nonostante l’ottimo riscontro personale di 22”09, si classifica solo al 5° posto Marco Orsi.

Nei 50 rana femminili vince facilmente la lituana Ruta Meilutyte con 29”89 davanti alla svedese Jennie Johansson con 30”52 e l’olandese Moniek Nijhuis con 30”64.

Federico_Turrini_Campionati_Europei_Berlino_2014I 200 farfalla femminili vanno alla spagnola Mireia Belmonte Garcia con 2’04”79 davanti alla connazionale Judit Ignacio Sorribes con 2’06”66 e la magiara Katinka Hosszu che aveva spinto forte nei primi 100 metri, crollando poi nel finale, riuscendo a mantenere solo la terza piazza segnando 2’07”28. Un epilogo forse normale anche per l’Iron Lady che a questi Europei ha preso parte a 10 specialità di gara, snobbando solo la rana ed entrando in acqua per ben 18 volte! Curiosità, la Hosszu non ha mai preso parte alle staffette.
Ad un passo dal podio la connazionale Zsuzsanna Jakabos con 2’08”03, mentre si ferma al 5° posto Stefania Pirozzi con 2’08”31 che si dice contenta del tempo nuotato. Chiude la classifica l’altra Azzurra Alessia Polieri con 2’11”58.

Emozionanti i 400 misti maschili che vedono Federico Turrini  conquistare un importante medaglia di bronzo con il crono di 4’14”15. Il toscano del GS Esercito realizza un’ultima frazione eccezionale girando in 1’05”92, portando a casa la 15esima medaglia per l’Italia. “Turro” dedica la vittoria al Centro Spotivo Esercito, alla famiglia e gli amici che l’hanno seguito da Livorno ed ai ragazzi del Campus NESC che oggi alla prima uscita, hanno sostenuto il livornese nella finalissima.
L’oro è andato al magiaro David Verraszto con 4’11”89, mentre l’argento al britannico Roberto Pavoni con 4’13”75.

Federica_Pellegrini_Campionati_Europei_Berlino_2014Gara appassionante la finale dei 400 stile libero donne che però vedono Federica Pellegrini fuori dal podio! Parte fortissimo la spagnola Melanie Costa Schmid  che comanda la gara per 150 metri, prima di farsi sovrastare dalle avversarie. La Pellegrini mostra segni di fatica, ma riesce a tenere il passo delle avversarie per 300 metri nei quali sembrava potesse ottenere il podio, ma un super sprint nei secondi 200 metri di Sharon Rouwendaal la lascia fuori. L’olandese risale dal 5° al 2° posto chiudendo in 4’03”76 alle spalle della britannica Jazmin Carlin con 4’03”24 e davanti alla spagnola Mireia Belmonte Garcia che reduce dai 200 farfalla segna 4’04”01. Federica Pellegrini chiude in 4’04”42, annunciando che probabilmente questa potrebbe essere l’ultima volta che compete nei 400 stile libero in campo internazionale. Ultima Diletta Carli con 4’12”56.

La rassegna europea chiude con le staffette. In acqua la 4×100 misti donne che vede trionfare la Danimarca con 3’55”62 davanti alla Svezia con 3’56”04 e la Gran Bretagna con 3’57”97, con l’Italia che chiude al 5° posto con 3’59”62 con il quale sigla il nuovo Record Italiano (Zofkova – Castiglioni – Bianchi – Ferraioli).

La 4×100 misti uomini viene conquistata dalla Gran Bretagna che segna 3’31”73 davanti alla Francia con 3’32”47 e l’Ungheria che deve questo bronzo soprattutto a Dominik Kozma che gira i 100 stile in 47”08, chiudendo 3’33”11 davanti alla Germania che finisce quarta in 3’33”92.

Entusiasta il Presidente della FIN Paolo Barelli che in una lettera aperta pubblicata oggi su Federnuoto.it, ringrazia tutti coloro che hanno reso possibile i risultati positivi ottenuti dalla nazionale italiana a Berlino che ha fatto parlare di orgoglio nazionale anche dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e dal Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi, approfittando di rimarcare quanto sia necessario incentivare il lavoro delle società sportive con un adeguato riconoscimento e sostegno dello Stato, ad oggi insufficiente per garantirne un futuro al nuoto italiano. 

Lettera aperta del Presidente Barelli

Clicca qui per i risultati completi dei Campionati Europei di Nuoto di Berlino 2014

Clicca qui per la galleria foto dei Campionati Europei Assoluti Berlino 2014

Clicca qui per il report di approfondimento sugli atleti italiani

Commenta i nostri articoli sui Social Network.

Swim4life è anche su:

Facebook, diventa fan: www.facebook.com/Swim4life.it
Twitter, diventa follower: www.twitter.com/Swim4life_it

Swim4life – All rights reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights