La Pellegrini rinuncia alla finale dei 200 stile lasciando la platea di Riccione alla Mizzau.

Nelle batterie di stamattina Martina Carraro nuota i 50 rana da pass mondiale.

Poteva essere una scelta prevedibile dopo averla vista stranamente partire in prima frazione nella 4×200 stile libero di ieri nella quale ha segnato 1’56”88 e il dubbio poteva rafforzarsi dopo l’ottimo crono fatto stamattina nelle batterie eliminatorie dei 200 stile libero individuali, fin troppo veloce per essere solo una nuotata di qualifica. Federica Pellegrini ha segnato 1’56”51 confermando di essere ben al di sotto del tempo limite richiesto per Kazan al di là del fatto che la divina ha già in tasca la qualificazione per aver vinto i 200 agli Europei di Berlino dove segnò appena 5 decimi in meno rispetto a stamattina. Ci può stare che a questo punto della sua carriera la Pellegrini voglia adottare la tattica di risparmiarsi per gli eventi futuri e riprendere da subito il carico di lavoro in vista dei Mondiali. Ci può stare anche che a questo punto la scena sia tutta per Alice Mizzau che stamattina ha segnato il quinto crono di qualifica con 2’00”61. Sono anni che l’atleta tesserata per il Gr. Nuoto Fiamme Gialle e Team Veneto vive un po’ il ruolo di seconda protagonista alle spalle della Pellegrini e adesso che il suo stato di forma fisica e soprattutto psicologica sembra essere così raggiante come mai si era visto, ci può stare che la friulana possa accendere la platea di Riccione nelle finali di questa sera dei Campionati Italiani Assoluti primaverili. Insieme a lei tra le altre otto finaliste ci saranno anche Giada Galizi dell’Aurelia Nuoto che ha segnato 2’02”27 e per rinuncia della Pellegrini si giocherà la finale anche Alice Nesti del Centro Sportivo Esercito – Nuotatori Pistoiesi, preziosa amica di Alice, che stamattina ha nuotato in 2’02”32.

Nei 200 misti maschili è stato il giovane Lorenzo Glessi della Gorizia MediacomNuoto a spingere più di tutti segnando 2’02”38 davanti a Federico Turrini del Centro Sportivo Esercito – Nuoto Livorno con 2’02”75, mentre nei 50 dorso femminili è stata Arianna Barbieri del Gr. Nuoto Fiamme Gialle – Nuoto Cl”Azzurra 91 Bologna a mettere la mano davanti a tutte segnando 28”58, a 48 centesimi dal tempo limite per Kazan. Alle sue spalle Stefania Cartapani della SMGM Team Nuoto Lombardia con 28”87 ed Elena Gemo del GS Forestale – Circolo Canottieri Aniene con 28”92, uniche tre atlete sotto i 29 secondi. Rinuncia alla finale anche la Zofkova lasciando automaticamente spazio alla giovanissima Martina Menotti, classe 1999 della Rari Nantes Marche che stamattina ha nuotato in 29”41, a soli 2 decimi dal tempo per gli Europei giovanili.

Sarà una finale tutta da vedere quella dei 50 stile libero maschile nei quali stamattina si è imposto Luca Dotto del GS Forestale – Larus Nuoto che ha guadagnato la pole position segnando 22”16, a 16 centesimi dal tempo limite per i mondiali, seguito da un agguerrito Marco Orsi del GS Fiamme Oro Roma – CN UISP – Bologna con 22”33 e dal suo compagno di squadra e allenamenti Federico Bocchia con 22”39.

Più che positive le batterie di stamattina dei 50 rana donne che hanno visto un’ottima Martina Carraro del Nuoto Cl.Azzurra 91 Bologna che ha fermato il crono a 31”18, a soli 8 centesimi dal tempo limite per ottenere il pass mondiale. Alle sue spalle l’interessante Arianna Castiglioni del Gr. Nuoto Fiamme Gialle – Team Insubrika con 31”28 e Ilaria Scarcella del Circolo Canottieri Aniene con 31”48 che promettono una finale scintillante.

Appuntamento a oggi pomeriggio a partire dalle ore 17:00 con le finali che saranno trasmesse in diretta streaming su Rai Sport.

Clicca qui per le foto Campionati Italiani Assoluti primaverili 2015

Clicca qui per la diretta streaming Campionati Italiani Assoluti primaverili 2015

Clicca qui per i Risultati Campionati Italiani Assoluti primaverili 2015

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Swim4life – All rights reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights