Pavone si conferma super nei 200 farfalla segnando il secondo all time italiano!

Nella quarta giornata delle Universiadi De Memme e Pizzamiglio portano nel forziere altre due medaglie per l’Italia.

Proseguono in positivo per l’Italia le Universiadi che si tanno disputando a Gwangju, dove nella giornata di oggi gli Azzurri hanno messo nel forziere altre due medaglie, una d’argento conquistata da Stefano Mauro Pizzamiglio e una di bronzo con Martina De Memme.

La De Memme ha festeggiato la quarta medaglia per l’Italia nei 400 stile libero nei quali ha segnato 4’08”95, ben due secondi meglio rispetto al crono nuotato al Settecolli, piazzandosi alle spalle delle statunitensi Leah Smith con 4’05”29 e Lindsay Vrooman con 4’07”28. Settima invece Martina Caramignoli con 4’15”01 che stranamente è un tempo di 4 centesimi in più rispetto al passaggio fatto nei 1500 stile libero vinti ieri.

Pizzamiglio ha portato a casa la quinta medaglia Azzurra nei 50 dorso nei quali ha toccato la piastra a 25”43   alle spalle del nipponico Junya Hasegawa con 25”25 e davanti al russo Nikita Ul`Yanov con 25”49. Sesto Matteo Milli con 25”61.

Martina De MemmeOltre le medaglie è arrivata un’importante conferma da Francesco Pavone che nella finale dei 200 farfalla è riuscito ulteriormente a migliorare il crono già straordinario nuotato nelle eliminatorie segnando 1’56”18, a soli sei centesimi dal podio, realizzando il secondo miglior crono mai nuotato in Italia, a 24 centesimi dal Record Italiano gommato detenuto da Natullo dal 2009! Pavone ha fatto meglio di Fancesco Vespe che nuotò in 1’56”33 con costume gommato nel 2009. Il titolo è andato al russo Evgeny Koptelov con 1’54”79 davanti ai nipponici Yuya Yajima con 1’55”73 e Masayuki Umemoto con 1’56”12.

Ottima prestazione anche per Carlotta Zofkova che nella finale dei 100 dorso ha chiuso quinta con 1’00”95 siglando il personale e fermandosi a soli 6 centesimi dal tempo limite A per Kazan. Il titolo è andato alla canadese Kylie Jacqueline Masse con 59”97 che è il nono crono mondiale nuotato quest’anno, davanti alle statunitensi Elizabeth Pelton con 1’00”65 e Rachel Bootsma con 1’00”78.

Niente podio per Luisa Trombetti che ha chiuso al settimo posto nella finale dei 200 misti segnando  2’14”46 nella gara vinta dalla cinese Sishi Zhang con 2’12”31 davanti alla statunitense Madisyn Cox con 2’12”77 e l’australiana Ellen Fullerton con 2’13”48.

Finale ad alta velocità quella dei 200 rana maschili vinti dallo statunitense Joshua Prenot con 2’08”90, sesto crono mondiale stagionale, davanti al nipponico Kazuki Kohinata che ha segnato 2’09”08 scalando una posizione nel ranking mondiale salendo al nono posto davanti al britannico Craig Harry Benson che in finale ha perso il confronto diretto con il giapponese segnando 2’09”10. Sesto posto per Luca Pizzini che ha segnato 2’11”17 mentre ha chiuso ottavo Flavio Bizzarri con 2’11”70.

Podio irraggiungibile per l’Italia nella finale della staffetta 4×200 stile libero femminile nella quale le Azzurre chiudono al settimo posto con 8’07”37. Vittoria agli USA con 7’53”88, nuovo Record dei Campionati, davanti a Cina con 8’01”09 e Giappone con 8’01”18.

Entra nella finale dei 200 rana che si disputerà domani Francesca Fangio che segna il settimo crono utile con 2’28”12, mentre esce fuori Ilaria Scarcella, decima con 2’28”80.

Discorso analogo nei 100 stile libero maschili con Marco Belotti che vede la finale segnando un buon 49”37, a 15 centesimi dal personale assoluto nuotato quest’anno e Mattia Dall’Aglio che purtroppo esce fuori segnando l’11esimo crono con 50”23 non riuscendo a migliorare il positivo 49”96 segnato nelle eliminatorie.

Qualificata per la finale dei 100 farfalla Elena Di Liddo che ha nuotato il miglior crono delle semifinali toccando la piastra a 58”21.

Clicca qui per i risultati 38° Universiadi Gwangju

Clicca qui per il live streaming delle Universiadi Gwangju

Swim4Life – All rights reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights