Sarah Sjostrom nuota il secondo crono dell’anno nei 200 stile, ma lo disputerà a Rio?

La svedese si è dimostrata la prima al mondo in questa specialità anche nelle ultime due stagioni, rinunciando però alla gara in occasione di Europei e Mondiali.

A poco più di quattro mesi dai Giochi Olimpici di Rio, ieri Sarah Sjostrom ha dato un’altra prova delle sue grandi potenzialità nei 200 stile libero che in occasione degli Stockholm Swim Open ha nuotato in 1’54”87, registrando il secondo miglior crono mondiale stagionale alle spalle della statunitense Katie Ledecky che a metà gennaio chiuse in 1’54”43 agli Arena Pro Swim Series.

È da dire che nelle competizioni in vasca lunga degli ultimi sette anni, la Sjostrom si è sempre saputa imporre nei 50 e 100 metri farfalla, dedicandosi però raramente allo stile libero e comunque quasi mai alla distanza dei 200 metri, fatto assai strano soprattutto nelle ultime due stagioni, durante le quali la svedese si è dimostrata altamente competitiva in questa specialità.

Nonostante infatti nei 200 stile libero avesse nuotato crono importanti in tappe di avvicinamento ad eventi come gli Europei di Berlino nel 2014 ed i Mondiali di Kazan nel 2015, la Sjostrom ha poi sempre deciso a sorpresa di non disputare la gara individuale. Le uniche volte in cui la bionda atleta ha disputato i 200 stile è stato ai Mondiali di Shanghai 2011, dove però finì quarta chiudendo in 1’56″41 nella finale vinta da Federica Pellegrini, e alle Olimpiadi di Londra 2012 dove però arrivò sgonfia e chiuse 12esima.

Fatto che incuriosisce ancora di più riferendoci sempre alle ultime due stagioni in particolare, è che sia agli Europei di Berlino 2014 che ai Mondiali di Kazan 2015, la Sjostrom ha lasciato tutti a bocca aperta nei 200 stile libero che poi ha nuotato in staffetta. In occasione della competizione continentale, la svedese nuotò infatti la terza frazione della 4×200 stile in 1’53″64, mentre a Kazan mise un punto esclamativo ancora più forte in quanto nuotò la prima frazione della staffetta chiudendo in 1’54”31 con il quale avrebbe vinto l’oro nella gara individuale, registrando inoltre il terzo crono mondiale di sempre alle spalle del gommato mondiale di Federica Pellegrini con 1’52”98 di Roma 2009 e del super crono in tessuto della statunitense Allison Schmitt con 1’53”61 nuotato nella finale d’oro di Londra 2012.

Ma al di là del fatto che in seguito ai crono nuotati in questa stagione, la svedese si è confermata fino ad ora la principale favorita dei 50 e 100 farfalla, dei 50 stile libero e la seconda pretendente al titolo olimpico nei 100 stile libero alle spalle della sola Cate Campbell, la vera domanda che sorge è un’altra: in occasione dei Giochi di Rio che potrebbero essere i primi ad essere vissuti da protagonista assoluta e dove compirà 23 anni, Sarah Sjostrom deciderà di rinunciare ancora una volta ai 200 stile libero nonostante in questa gara appare lanciatissima alla corsa all’oro?

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Swim4Life – All rights reserved

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares