Walter Bolognani promuove i Criteria 2016 con voti alti.

Divertente la creatività delle giovani matricole e sul nuoto non ha dubbi, “Ha numeri e qualità che non possono essere ignorate!”.

Oltre alle presenze gara, i numeri dei Criteria Nazionali Giovanili 2016 si sono incrementati anche relativamente al livello prestativo dei giovani atleti che nella sei giorni di gare disputare nello Stadio del Nuoto di Riccione, hanno fatto cadere ben 19 primati della manifestazione in campo femminile contro i 10 della scorsa edizione e 15 maschili, lo stesso numero realizzato la scorsa stagione in questo appuntamento riservato alle categorie RagazziJuniores e Cadetti che rappresentano il patrimonio nazionale di questa disciplina sportiva.

team-veneto-cirteria-2016Le gare femminili disputate nei primi tre giorni sono culminate anche quest’anno, il14esimo di fila, con la vittoria del Team Veneto che ha dominato anche nelle classifiche Cadette e Juniores, chiudendo invece al terzo posto nella classifica Ragazze che è andata al Team Nuoto Lombardia.
La seconda parte dei Criteria 2016 affiancati da Kinder+Sport terminata mercoledì e riservata ai maschi, ha visto trionfare ancora il Team Veneto che ha vinto la classifica generale maschile e la classifica Cadetti, mentre la Rari Nantes Torino ha raggiunto la vetta nella classifica Juniores e Ragazzi.

Sono stati complessivamente 2000 gli atleti che sono saliti sui blocchi di partenza della piscina romagnola rappresentando 281 compagini provenienti da tutta Italia, dando vita inoltre a 600 staffette. Un grande successo è stato raccolto anche dal seguito di appassionati che hanno seguito la trasmissione in live streaming messa a disposizione dalla Federnuoto, nonché dal riscontro che ha ottenuto la web-app Nuotario lanciata dal Tecnico Federale Walter Bolognani con quasi 10mila utenti che nella sei giorni di gare hanno totalizzato oltre 39mila pagine viste!

La semplice ed intuitiva app è nata con lo scopo di raccogliere tantissime informazioni da visualizzare anche attraverso smartphone o tablet, permettendo agli appassionati e genitori dei ragazzi in gara, di avere a portata di click una serie di utilissime informazioni per seguire nel migliore dei modi l’evento, restando facilmente sempre aggiornati. Elenco iscritti, risultati, orari della manifestazione, orari per la consegna delle staffette, ranking con i Top 10 e lo storico dei migliori tempi per gara ed età dei Criteria, il link diretto per il live streaming ed altro ancora che ha sicuramente permesso al nuoto dei giovani di fare un importante passo tecnologico ed informativo in avanti verso il futuro – clicca qui per scaricarla.

Soddisfatto il tecnico Walter Bolognani che ha visto in questi Criteria un importante progresso del movimento giovanile, sia da parte degli atleti che da parte dei genitori tifosi, senza escludere ovviamente che si può sempre ancora migliorare.

mosè-criteria-2016Oltre ai numeri ed il tasso tecnico che sono evidentemente cresciuti rispetto alla scorsa edizione, cos’altro è migliorato ai Criteria visti quest’anno?
«Sono molto migliorate le “matricole” – risponde sorridendo Bolognani – Mi spiego meglio: dalla volgarità e dallo scherzo che si avvicinava pericolosamente al nonnismo, si è passati alla creatività ed in alcuni casi c’è stato davvero da ridere. Bello il Mosè con le tavole che apre le acque a fine riscaldamento. Molto carino anche Spiderman che si aggirava nell’albergo dove soggiornavo. È stato un Criteria sereno e questa è la cosa più importante.»

So che non ami sbilanciarti, ma tra le giovani promesse viste in vasca in questi sei giorni c’è stato qualcuno che ti ha stuzzicato in particolar modo?
«Nomi e medaglie sono stati elencati da tutti. Ripeterei quello che, con la velocità del web, oramai puzza. Vorrei raccontare invece un episodio interessante per restare comunque nel merito della domanda. Sabato è atterrato in Italia un aereo partito dagli USA con a bordo un ragazzino di 16 anni. Domenica il ragazzo è venuto a Riccione e da lunedì ha cominciato a gareggiare e lo ha fatto otto volte se non sbaglio. Giovedì è ripartito per gli USA e venerdì è andato a scuola. Questa è una cosa che, se letta nel modo giusto, ha molto significato. Che il ragazzo è Johannes Calloni lo si capisce abbastanza facilmente.»

Come si sono comportati invece quest’anno secondo te i genitori dei ragazzi dalle tribune?
«Che sia stato un Criteria sereno e diverso, lo testimonia anche la OLA che ad un certo punto hanno fatto tutte le famiglie in tribuna. Molto simpatico. Da lavorare c’è sempre, in tutti gli ambiti. Le famiglie comunque possono darci una grossa mano.»

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Il CONI si è finalmente mosso per supportare i giovani studiosi che sono anche atleti attraverso il progetto La Buona Scuola che però partirà in via sperimentale per i soli calciatori. Il nuoto può sperare di avere maggior attenzioni dalle istituzioni per l’immediato futuro?
team-veneto«La nostra disciplina sportiva ha numeri e qualità che non possono essere ignorate. La valenza del nuoto è fuori discussione. Che si avvii un progetto che vede l’interazione tra scuola e sport, qualunque esso sia, è un buon segnale. Mi auguro che la sperimentazione diventi realtà consolidata.»

Quali sono le emozioni più forti che ti hanno regalato questi Criteria?
«Più che di emozioni, parlerei di ammirazione senza remore per l’organizzazione. Gestire un evento come i Criteria con l’efficienza e la chiarezza di ruoli e compiti come i “Men in Black” della Polisportiva è qualcosa di raro. Sono stato poco tecnico, scusatemi. Vi ringrazio per lo spazio e l’attenzione nei miei confronti. Ora procedo con un compitino complesso, le convocazioni per Energy Standard Meet, per la Coppa Comen e per la Coppa Latina, assieme al CT Butini. Ebbene si, vorrei convocare tutti i 2000 che erano in vasca…»

Encomiabile e prezioso anche il lavoro svolto durante i Criteria da Swimming Channel che ha seguito la sei giorni di gare realizzando report giornalieri e una galleria foto per ogni giornata.

Clicca qui per le foto realizzate da Swimming Channel

Clicca qui per i risultati completi

Clicca qui per le classifiche per società

Swim4life – All rights reserved

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine