Due Record Mondiali Juniores e la super sfida Lochte Vs Phelps infiammano i Trials USA!

Serata entusiasmante a Omaha, dove Josh Prenot sfiora il Record del Mondo nei 200 rana ed Anthony Ervin conquista la sua terza Olimpiade a 35 anni. E Phelps assicura, «Io e Lochte nella finale vi faremo divertire!»

Premesse da spettacolo mantenute stanotte al CenturyLink Center di Omaha dove nella quinta giornata dei Trials Olimpici Statunitensi se ne sono viste veramente delle belle, con due Record Mondiali Juniores che sono stati l’apice della quinta giornata di gare.
Ad alzare il sipario, la finale dei 200 rana maschili vinta con grande fragore da Josh Prenot che ha mancato il Record del Mondo di dieci centesimi segnando 2’07”17 con il quale ha però registrato il nuovo Record Americano cancellando il 2’07”42 di Eric Shanteau fatto ai Mondiali di Roma 2009, il Record dei Campionati che era stato registrato ieri da Kevin Cordes con 2’07”81 ed il primo crono mondiale stagionale! Alle sue spalle Cordes che ha peggiorato il crono nuotato in semifinale segnando 2’08”00.

nathan-adrianEntusiasmante e anche emozionante la finale dei 100 stile libero maschili andata al campione olimpionico in carica Nathan Adrian (foto Peter H. Bick) che ha piazzato un rumoroso 47”72, 19 centesimi meglio del crono nuotato in semifinale, confermandosi il secondo performer mondiale dell’anno nella gara regina. Quattro anni fa ai Giochi di Londra, Adrian è diventato il primo americano a vincere l’oro in questa specialità di gara dopo quello vinto da Matt Biondi nel 1988.
Il secondo posto è stato agguantato da Caeleb Dressel con 48”23, ma oltre a fornire i due principali atleti qualificati alla gara individuale per le Olimpiadi di Rio, la finale dei 100 stile ha promosso anche gli staffettisti della 4×100 stile, Ryan Held, terzo con 48”26 ed Anthony Ervin che a 35 anni ha compiuto una vera e propria impresa chiudendo quarto crono con 48”54, risultato grazie al quale prenderà parte alla sua terza Olimpiade, la seconda da quando è rientrato alle competizioni nel 2011. Sarebbero teoricamente promossi nella nazionale olimpica in veste di riserve della 4×100 anche Jimmy Feigen, argento olimpico nella 4×100 stile di Londra, ma anche membro del team che ai Mondiali di Kazan uscì fuori alle semifinali, quinto in 48”57 e Blake Pieroni, sesto in 48”78.

Lochte-PhelpsIl secondo atto della super sfida nei 200 misti maschili è andato al campione del mondo in carica Ryan Lochte che ha segnato il miglior crono di accesso alla finale con 1’56”71, seguito da Michael Phleps (che Campionati Nazionali USA dell’anno scorso, riuscì a battere il crono di Lochte della finale mondiale), che ha chiuso secondo con 1’57”61, rispettivamente il secondo e quarto crono mondiale stagionale.

«Io e Lochte ci siamo avvicendati diverse volte in questa gara durante i grandi appuntamenti – ha dichiarato Phelps – Domani saremo uno di fronte all’altro al centro della piscina, probabilmente apriremo il gas un po’ di più di quanto abbiamo fatto in passato e allora avrete una gara entusiasmante!»

Nella semifinale dei 200 misti è arrivata però anche un’altra super prestazione, dal 17enne Michael Andrew che ha chiuso sesto nuotando in 1’59”44 con il quale ha migliorato il Record Mondiale Juniores.

Nelle semifinali dei 200 dorso è stato Ryan Murphy ad andare più forte di tutti segnando 1’55”04, seguito a distanza ravvicinata da Jacob Pebley con 1’55”18 seguito ancora dal campione olimpionico in carica Tyler Clary con 1’55”92. Anche nelle semifinali dei 200 dorso è arrivato un Record Mondiale Juniores, firmato dal 17enne Michael Taylor che ha toccato la piastra cronometrica a 1’56”78  che vale il quinto crono di accesso alla finale.

Nelle semifinali dei 100 stile libero donne si è confermata essere la più veloce Abbey Weitzeil che nuotato in 53”57,  un centesimo meglio delle batterie di qualifica, avvicinandosi ancora al Record Americano gommato detenuto da Amanda Weir dal 2009. Fuori dalla finale Missy Franklin con 54”24 che vale l’11esimo tempo e Natalie Coughlin, 14esima con 54”87.

Il miglior crono delle semifinali dei 200 rana femminili lo ha segnato la 19enne Lilly King con 2’24”03, mentre la finale dei 200 farfalla femminili è andata a Cammile Adams che ha chiuso in 2’06”80, settimo crono mondiale, seguita da Hali Flickinger con 2’07”50.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Clicca qui per i risultati completi

Clicca qui per il programma gare

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Swim4life – All rights reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine