Campionati Italiani di Pallanuoto Master esaltanti con le vecchie star in vasca!

Ex campioni olimpici ed ex nazionali illuminano un’edizione particolarmente partecipata a Riccione

Si è disputata lo scorso fine settimana a Riccione un’edizione veramente particolare dei Campionati Italiani di Pallanuoto Master, la 20esima delle Finali Maschili e la decima di quelle Femminili, alle quali hanno preso parte 29 squadre, categorie 30+ e 40+ nelle femminili e 30+, 40+, 50+ e 60+ nelle maschili, provenienti da tutta Italia.

Oltre al gran numero di atleti e squadre che hanno disputato questi Campionati Italiani di Pallanuoto Master, per la seconda volta ospitati egregiamente nello Stadio del Nuoto di Riccione dopo l’edizione del 2002, la particolarità di questa edizione è stata rappresentata dal fatto che in vasca sono scese molte glorie della Pallanuoto che è stata, dando vita ad un campionato fatto da eccellenze, disputato su tre campi in contemporanea e con partite di ottimo livello tecnico considerata la presenza in vasca di ex campioni nazionali ed olimpionici.

CN-Posillipo-Brescia-campionati-Campionati-Italiani-Pallanuoto-Master-FIN-2016-Francesco Postiglione, Carlo Silipo, Fabio Violetti, i fratelli Marsili e Leonardo Sottani a difendere i colori del CN Posillipo, Alessandro Bovo a guidare l’AN Brescia, Simone Feoli con l’Europa Sporting Roma, Magalotti con la RN Camogli, Lazzarini con il San Donato Metanopoli e ancora Monica Canetti a difendere i pali del Dream Team Salerno, Natalia Kutuzova e Claudia Vinciguerra ad animare la manovra dell’Argentario Nuoto, insieme alle grandi glorie del passato Criscuolo, Trazza e Galbusera che hanno giocato in categoria M60+, sono alcuni dei nomi più importanti che hanno dato lustro a questi Campionati dei quali la Federazione Italiana Nuoto è stata entusiasta.

«I Campionati sono andati molto bene, anche grazie all’ottima collaborazione della Polisportiva Comunale di Riccione che ci ha affiancato in maniera eccellente come in ogni occasione – ha dichiarato Roberto Migliori, Coordinatore della Commissione Tecnica della Federazione Italiana NuotoLa cosa fondamentale secondo me è che finalmente si sono affacciati nel Master anche elementi che prima non consideravano molto questo settore, ovvero i nazionali e gli olimpionici che hanno dato grande lustro all’evento. Dalle chiacchierate fatte con loro tra l’altro, sembra che siano stati anche entusiasti e molto contenti di questa attività, in quanto l’hanno trovata organizzata e disputata con lo spirito giusto.»

Dream-Team-Salerno-campionati-Campionati-Italiani-Pallanuoto-Master-FIN-2016Oltre ai titoli italiani, sono stati assegnati anche alcuni trofei speciali, per la Classifica Marcatori, premio offerto da Paolo Ghira in memoria del papà Lallo Ghira, campione olimpico a Londra nel 1948, vinto dalla Struhacs della Atlantide Elmas, per il Miglior Giocatore – targa messa in palio dalla FIN Master andata sempre alla Struhacs, per il Miglior Portiere, targa messa in palio della FIN Master andata a Monica Canetti del Dream Team Salerno e per il Miglior Allenatore, premio offerto dalla famiglia Sardellitto in ricordo di Franco Sardellitto, Allenatore di Pallanuoto premiato nel 1994 dal CONI con la stela al merito sportivo andato a Luigi Palma della Europa Sporting Roma.

foto di Paolo Romani

Di seguito tutti i risultati:

Clicca qui per i risultati delle semifinali e finali

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Clicca qui per le Classifiche Femminili

Clicca qui per le Classifiche Maschili

Clicca qui per la Classifica Marcatori, Classifica Miglior Giocatore, Classifica Miglior Portiere e Miglior Allenatore

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Swim4Life – All rights reserved

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine