Nuoto, ISL, la squadra italiana perde pezzi

Dopo Ilaria Cusinato e Gabriele Detti, arriva la rinuncia anche di Piero Codia per la partecipazione alla nuova Lega di nuoto. Casualità o problemi di fondo?

Continua ad incassare duri colpi e rinunce la compagine italiana Aqua Centurions, squadra del nuovo format del nuoto International Swimming League.

Il format della ISL prevede la partecipazione di otto squadre, quattro dell’Europa e quattro degli Stati Uniti, che si sfideranno in ogni singolo appuntamento, con gli atleti che avranno come obiettivo quello di ottenere dei punti per la propria squadra. Le migliori quattro si affronteranno nella finale a Las Vegas (Stati Uniti). Le competizioni saranno in vasca corta e vedranno le seguenti specialità: 50, 100, 200 di tutti gli stili (stile, dorso, rana e farfalla),  400 stile, 4×100 stile, 4×100 misti, 4×100 misti mista, australiana stile. Le formazioni saranno composte da più nuotatori di diverse nazionalità.

Nei giorni scorsi era arrivata la rinuncia di Ilaria Cusinato, seguita da quella di Gabriele Detti per il medesimo motivo, ovvero entrambi gli atleti vogliono concentrarsi sulla stagione olimpica preparando a dovere la stagione invernale.

Tuttavia a loro si aggiunge la rinuncia di Piero Codia per gli stessi motivi, ai quali probabilmente si aggiungono quelli preventivi per cautelare la salute dell’atleta in seguito all’infortunio occorso alla schiena durante i recenti Mondiali di Gwangju.

Le numerose rinunce da parte di atleti di punta della Centurions sono pura casualità o è possibile che esista qualche problema di fondo per la partecipazione alla nuova lega di nuoto?

Farsi domande è lecito, visto che a meno di un mese dalla prima tappa dell’evento sono venuti a mancare già tre elementi importanti della squadra italiana per pura scelta tecnica e non per una scelta forzata dovuta per esempio a un infortunio.

Gli atleti e i loro allenatori sapevano che quello alle porte sarebbe stato l’anno olimpico già prima di prendere impegni con la ISL, riflessione che ci fa sospettare che la decisione di non farne più parte per dedicarsi alla preparazione per i Giochi di Tokyo possa essere soltanto una motivazione diplomatica per evitare di approfondire sull’argomento.

I nostri sospetti potrebbero ovviamente anche essere infondati, ma per avere maggiore chiarimento sull’argomento, non possiamo far altro che attenderne le evoluzioni da qui al 4 ottobre, quando partirà la ISL con la prima tappa in programma all’IU Natatorium di New York.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

La squadra italiana, a meno di altre rinunce, sarà rappresentata da Federica Pellegrini, Fabio Scozzoli, Margherita Panziera, Luca Dotto, Martina Carraro, Santo Condorelli, Alessandro Miressi e Nicolò Martinenghi, i tedeschi Philip Heintz, Franziska Hentke, Sarah Kohler; le australiane Kaylee McKeown e Georgia Bohl; i brasiliani Luiz Altamir Melo, Breno Correia e Larissa Oliveira; i greci Apostolos Christou e Kristian Gkolomeev, il magiaro Laszlo Cseh. Il capo allenatore sarà Matteo Giunta.

Ricordiamo che la Piscina Felice Scandone di Napoli ospiterà la tappa italiana della ISL (International Swimming League) il 12 e 13 ottobre 2019.

Le squadre in Europa saranno Energy Standard, Roma (Aqua Centurions), Budapest (con Katinka Hosszu) e Londra (con Adam Peaty, Kyle Chalmers e Cate Campbell) mentre negli stati Uniti Los Angeles, Washington Dc, San Francisco, New York rappresentate da Katie Ledecky, Nathan Adrian, Simone Manuel e Ryan Murphy.

Il calendario della competizione prevede 7 tappe:

  • 4-5 ottobre Indianapolis – IU Natatorium
  • 12-13 ottobre: Napoli – Piscina Scandone
  • 18-19 ottobre. Duncan Ln, Lewisville (Texas) – LISD Westside Aquatic Center
  • 26-27 ottobre: Budapest – Danube Arena
  • 15-16 novembre: Washington – Valley drive College Park, Maryland
  • 23-24 novembre: Londra – Olympic Aquatic Center
  • 19-20 dicembre: Finale a Las Vegas – Mandalay Bay Resort

Clicca qui per il sito ufficiale della International Swimming League

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Swim4Life – All rights reserved

Swim4Life Magazine contribuisce dal 2011 a:

  • divulgare l’informazione sul nuoto della categorie Assoluti, giovanili, Paralimpici e Master
  • divulgare informazioni di interesse generale in merito ad alimentazione, salute, tecniche di nuotata e allenamenti
  • divulgare informazioni di interesse generale a riguardo dell’ambientamento bambini all’attività natatoria

Inoltre segue da vicino gli eventi più importanti di nuoto regalando migliaia di immagini realizzate da bordo vasca, offre notizie di anteprima e interviste ai protagonisti del nuoto di tutte le categorie, oltre ad allietare i lettori con svariati argomenti di Lifestyle.

Se il lavoro svolto fino ad oggi ti piace e ti farebbe piacere trovare sempre disponibile e aggiornato Swim4Life Magazine anche in futuro, abbiamo bisogno del tuo contributo.

Aiutaci a sostenere le spese necessarie a mantenere vivo questa Testata Giornalistica Registrata donando a tuo piacere per la nostra attività, te ne saremo immensamente grati!

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine