Nuoto, stasera il nuovo Decreto annunciato dal Premier Giuseppe Conte, si a Jogging e allenamento atleti

Prevista la possibilità di praticare sport all’aria aperta e di consentire la ripresa degli allenamenti agli atleti professionisti

Il Premier Giuseppe Conte ha annunciato una diretta sulla sua pagina Facebook fissata alle ore 20:20 per rendere pubbliche le decisioni salienti del nuovo Decreto che entrerà in vigore dal 4 maggio con il quale si darà il via alla tanto discussa quanto attesa Fase 2 dell’emergenza sanitaria provocata dal contagio di Coronavirus Covid-19.

Secondo fonti ANSA, dovrebbe essere permessa l’attività motoria ma solo individuale e quindi il Jogging, così come avevamo anticipato in un articolo precedente – clicca qui per leggerlo e saperne di più – in cui però avevamo aggiunto anche che secondo quanto era emerso dalle proposte per il nuovo Decreto, al tempo in fase di studio, palestre e piscine potrebbero dover restare ancora chiuse, con possibilità di apertura agli allenamenti individuali dei soli atleti agonisti, purché in condizioni di sicurezza, come aveva inoltre anticipato il Ministro dello Sport Spadafora.

E da quanto afferma ANSA, pare che sarà proprio questa la strada che imboccherà il nuovo Decreto, che dovrebbe consentire la ripresa degli allenamenti solo per gli sport professionistici e quindi solo degli atleti. Da chiarire, e si auspica di scoprirlo stasera, quali sport e quali atleti verranno considerati professionisti dal Governo per l’applicazione del nuovo Decreto, visto che nel caso specifico del nuoto, di professionisti veri, nel senso letterario della parola, ovvero quegli atleti che riescono a trarre un profitto economico considerevole attraverso contratti di lavoro concordati attraverso lo sport acquatico che praticano, se ne contano davvero pochi.

Il fatto che secondo ANSA al momento non è prevista alcuna riapertura per i negozi al dettaglio, per i quali è possibile che possano riaprire, ipoteticamente e senza fonti confermate, dal 18 maggio, lascia pensare che sia stato fatto dal Governo un ragionamento analogo per l’apertura al pubblico delle piscine, che diventerebbero altrimenti luoghi ad alto rischio di contagio. E la data ipotetica del 18 maggio potrebbe probabilmente essere a questo punto quella della riapertura anche per le piscine agli utenti.

Il fatto che i Campionati Italiani di Nuoto Master, destinati alla categoria di amatori non professionisti, in programma nell’ultima settimana di giugno a Riccione, siano stati sospesi proprio poche ore fa, non fa altro che confermare la tesi ipotetica e fatta solo di ragionamenti possibili.

Resta da capire a questo punto se con l’avvicinarsi dell’estate sarà possibile consentire a tutti, atleti e amatori, la pratica del nuoto almeno in acque libere e in forma individuale.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici su Instagram!

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine