Stangata per piscine e palestre, il CTS contrario a riaprire

Il Comitato tecnico-scientifico boccia la riapertura di piscine e palestre. Probabile che il governo decida di aspettare fino a dopo Pasqua

Con il cambio del Presidente del Consiglio e con un Ministero dello Sport non ancora presente, lo Sport continua a non ricevere buone notizie o una boccata d’ossigeno.

A rendere la situazione sempre più critica per lo Sport ci ha pensato il Comitato Tecnico Scientifico che, spinto dalla preoccupazione delle varianti di Covid19 che si sono sviluppate nelle ultime settimane e dal lieve aumento dei contagi, si muoverà verso la linea della prudenza, spingendo per un nuovo rinvio della riapertura.

Quindi ancora una volta viene richiesto di attendere per le riaperture, almeno fino al 6 aprile, dopo le festività pasquali. Secondo gli esperti piscine e palestre possono riaprire solamente con meno di 50 contagi ogni 100mila abitanti, in pratica il parametro stabilito per determinare una regione in fascia bianca, cosa che al momento quasi nessuna Regione può neanche avvicinare.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Seguici su Instagram!

Swim4Life – All rights reserved

Sostieni Swim4Life Magazine – Clicca qui per sapere come puoi aiutarci

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Ciro Porzio

Consulente informatico, matematico con la passione per le statistiche e apprendista nuotatore. Ricopre diversi ruoli di responsabilità in Swim4Life Magazine.