DSCN1160

Amore per il nuoto e nuoto per amore! Non solo nuoto: ecco le fresche coppie master

Amore per il nuoto e nuoto per amore!
Non solo nuoto: le coppie master nate a bordo vasca

DSCN1160Se oggi dovreste rispondere in maniera dettagliata a “cosa significa per te nuoto master?” cosa rispondereste?

Di sicuro è un movimento nato per uno scopo di aggregazione, sport, salute e amicizia e con il tempo diventato anche abbastanza competitivo. È un settore cresciuto in maniera esponenziale negli anni e che conta oggi oltre 20.000 tesserati in tutta Italia. È un modo per conoscersi. Sono nati tanti rapporti di amicizia importanti ed anche tanti amori ed è proprio grazie al nuoto master che gli ultimi tre mesi hanno visto tre coppie tra i nuotatori più interessanti del panorama Master Italiano, per qualità ma anche per simpatia e presenza, unirsi in matrimonio! Ma di chi stiamo parlando?

Vi racconteremo di alcune coppie di nuotatori master che si sono conosciuti i vasca e non si sono più lasciati, dandovi appuntamento ogni settimana in un mini “speciale coppie master”, per raccontarvi bene di ognuno di loro!

Oggi vi parliamo di Alfonsina Irace e Massimiliano Quagliani che si sposano domani!

Alfonsina_IraceLei di Termoli, nel 2004 Record del Mondo 50 Farfalla di cat. M25 in vasca da 50 mt. con 28”60, tempo con il quale si laurea Campionessa del Mondo. Vanta un’esperienza di 4 anni nel mondo professionistico, con partecipazioni agli Italiani Assoluti ed altri trofei di valore, quali il “Sette Colli”. Carriera agonista esaltante e Master d’eccellenza! Tra i grandi risultati da Master, troviamo un titolo di Campionessa del Mondo a Riccione 2004 nella specialità dei 50 Farfalla, gara nella quale fissò il record del mondo M25 in 28″60! Ai Mondiali di Riccione 2004 ha conquistato anche un bronzo nei 50 SL e nei 100 Farfalla. Inoltre, una pioggia di Titoli Italiani per entrambi!

2Lui di Roma, sempre al TOP internazionale e presente sempre sui podi di Mondiali ed Europei Master dal 2004 nelle specialità dei 100 e 200 Dorso e 50 Stile Libero. Il suo palamres è ricco di trionfi, tra i quali:
Bronzo 100 dorso M25 ai Mondiali di Riccione 2004, Argento 200 dorso M25 agli Europei di Stoccolma 2005, Argento nei 50 SL M25 agli Europei di Kranj 2007, Bronzo nei 100 dorso M30 agli Europei di Cadice 2009 e ai Mondiali di Goteborg 2010!

Facciamo subito un identikit: Massimiliano Qualgliani e Alfonsina Irace, da quanti anni fate parte del settore master, da quanti anni nuotate e per quale Società?

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Massimiliano: Ciao innanzitutto! Faccio parte del settore master dalla stagione 2003-2004, l’anno dei mondiali di Riccione. Sono stato coinvolto dal gruppo master dell’Atlantide Ciampino, la piscina vicino casa, con i quali ho iniziato a nuotare e a gareggiare. E’ stata una piacevole sorpresa tornare a gareggiare come master, visto che avevo smesso precocemente a 19 anni.

Alfonsina:  Ho iniziato tra i master nel 2002 e fino al 2004. Dopo sono passata all’agonismo poiché avevo i tempi per partecipare a gare da me viste come irraggiungibili, quali campionati Italiani Assoluti e Sette Colli. Sono ritornata tra i master nel 2010, in modo molto più “soft”. Da ragazzina ho nuotato fino a 17 anni, il mio miglior risultato è stato un ottavo posto ai campionati giovanili ma ero molto esile e con poca voglia di faticare così mi sono fermata. Ho ripreso dopo la laurea, tanto per fare un po’ di sport. I primi anni  ero tesserata con la D’Annunzio Nuoto Abruzzo, periodo meraviglioso, facevamo gare ovunque. Poi Termoli Nuoto, nuovamente agonista. Ed ora ancora da Master e la scorsa stagione è stata la prima con i Tuscolanacci (SC Tuscolano n.d.r.)!

Il vostro idolo in acqua?

Massi: Michael Phelps. E’ il nuoto.

Alfi: THERESE ALSHAMMAR, determinazione allo stato puro.

Meglio Master o agonista?

Massimiliano: Bè…meglio master se lavori. Meglio agonista se studi o comunque hai tempo per fare solo quello!

Alfonsina: Sono due ambienti completamente diversi e dovrebbero essere vissuti per quello che sono. Poi alla fine molti master hanno atteggiamenti e carichi di lavoro da veri agonisti. Per quanto mi riguarda ho avuto gioie e soddisfazioni sia da agonista che da master,  l’importante è nuotare!

Ora parliamo veniamo a voi due insieme! Di dove siete originari e dove vivete oggi?

Massimiliano: io sono di Roma e vivo da sempre nella mia città.

Alfonsina: Io sono nata a Termoli e ci vivevo fino allo scorso settembre (2010 n.d.r.). Ora viviamo insieme a Roma, zona Morena, vicino Ciampino.

Dove e in che circostanze vi siete conosciuti?

3Massimiliano:  Alfonsina già l’avevo vista in qualche gara, quando iniziai nel 2003. Ma ci siamo difatti conosciuti nel 2010 in occasione dei JPII Games a Gerusalemme.

Alfonsina: Ci siamo conosciuti l’anno scorso ad aprile in occasione dei JPII Games, giochi per la pace in onore di Giovanni Paolo II. Questi giochi sportivi si svolgono in Terra Santa e coinvolgono atleti italiani, palestinesi ed israeliani di varie discipline sportive.

È scattato il colpo di fulmine o è stato un rapporto che è andato in crescendo?

Massimiliano: non so se sia stato un colpo di fulmine, ma ci siamo piaciuti subito, questo si.

Alfonsina: Il suo sorriso in aeroporto mi ha impressionata, poi lunghe chiacchierate mi facevano pensare che stava nascendo una bella amicizia. In realtà negli anni passati lo conoscevo come quello “secco” che aveva battuto mio fratello ad una gara e per questo mi stava anche un po’ antipatico.  Dall’amicizia è nato un grande amore, anzi, l’Amore vero che ti fa lasciare tutto perché quel tutto non è niente senza di Lui!

Come avete affrontato e gestito il “problema” distanza?

Massimiliano: non era facile affrontare una storia a distanza. O lei veniva da me o io andavo da lei. Alla fine lei ha deciso che fosse meglio la prima ipotesi.

Alfonsina come hai vissuto il trasferimento da Termoli a Roma ed il cambiamento di società?

Non è cambiata solo la società, ho stravolto tutti i miei ritmi. Mi sono messa completamente in gioco anche a livello lavorativo, pertanto il nuoto è passato in secondo piano perché c’erano altre priorità. Prima in acqua erano circa 5 Km al giorno, ben programmati, più 2/3 sedute a settimana in palestra. A Roma, se tutto va bene, riesco a fare due “bagnetti” a settimana. Fortunatamente ho dei compagni di squadra che riescono a coinvolgermi, e se mi assento per troppo tempo, mi richiamano all’ordine!

Siete da poco sposati al Comune e proprio domani vi unirete in matrimonio anche secondo i sacri riti religiosi!

Si, emozionatissimi, ci sposeremo nella Parrocchia Pontificia di Castel Gandolfo. Il matrimonio sarà celebrato da Padre Caesar Atuire, Amministratore Delegato dell’Opera Romana Pellegrinaggi (dove lavora Alfonsina) e da Padre Philip Larrey, Docente di Filosofia all’Università Pontificia Lateranense. Il rinfresco si terrà sempre sul Lago di Albano, a Villa del Cardinale.

Siete la prima coppia sposata a vincere una staffetta agli italiani master ed è accaduto quest’anno a Ostia 2011. Com’è gareggiare insieme? Vi incitate ed incoraggiate a vicenda oppure ognuno ha bisogno dei suoi spazi in quei momenti?

Massimiliano: è stato bellissimo gareggiare insieme ad Ostia ed è stato semplice darci la carica a vicenda, è bastato uno sguardo.

Alfonsina: Quando si tratta di staffetta io faccio un gran casino, urlo come una matta. Quando gareggia lui ancora di più! Non mi dà fastidio se mi sta vicino prima di una gara, anzi, mi fa stare più tranquilla. Ci coccoliamo anche troppo.

Chi ha fatto la proposta ed in quali circostanze se si può dire?

Massimiliano: è venuto fuori il mio lato romantico…A Castel Gandolfo comunque. Una cenetta intima.

Alfonsina: Diciamo che era nell’aria, è successo tutto in modo naturale. Poi lui da vero gentleman mi ha portato in un ristorante molto romantico e mi ha fatto la proposta. I dettagli e le emozioni non ve le posso confessare.

Ma lo avreste mai immaginato di arrivare a sposarvi quando vi siete conosciuti a bordo vasca? Insomma, due città diverse, due vite lontane…certo c’era il nuoto che avete in comune. Le gare e il nuoto master erano occasioni per vedervi?

Massimiliano: no, forse non lo avrei mai detto il primo giorno che l’ho conosciuta. Ma giorno dopo giorno sentivo che sarebbe stata la donna della mia vita. Il nuoto ci ha unito e ci ha fatto conoscere ma è lei che è speciale e per me lo sarebbe stata anche se non avesse nuotato.

Alfonsina: Piuttosto io non avrei mai pensato di sposarmi! Poi è arrivato Lui…

Come si svolgeranno i festeggiamenti del vostro matrimonio domani? Alcuni invitati dovranno arrivare da Termoli, la città di Alfonsina… come vi siete organizzati?

Massimiliano: abbiamo un po’ di invitati che si dovranno spostare è vero. Gli abbiamo trovato una sistemazione. Si divertiranno di sicuro, si mangerà bene e si festeggerà alla grande.

Alfonsina: Verranno parenti e amici da Termoli, da varie parti d’Italia, dal Belgio e da Philadelphia. Si festeggerà fino a tardi quindi resteranno tutti a dormire a Roma a spese nostre ovviamente.

Tra gli invitati al vostro matrimonio ci saranno molti nuotatori?

Non potevamo non invitare i nostri compagni di avventura a Gerusalemme: Alberto Montini, Raffaele Lococciolo, Corrado Sorrentino, Rossana Pintus, Soro Monica, Massimiliano Gialdi, Valeria Vergani, Lucia Bussotti, Thomas Colella, nonchè la più “veloce” del nuoto italiano: Cristina Chiuso. Poi ci saranno sicuramente alcuni “Tuscolanacci” e la Testimone di Alfonsina, Simona Bracone che è una grande ranista.

Nuoterete anche in viaggio di nozze? Dove andrete se si può sapere?

Si certo, magari insieme ai delfini!! Faremo un giro negli USA, con tappa New York.

Obiettivi per il nuoto master della prossima stagione? In che modo vorreste arrivare ai Mondiali di Riccione?

Massimiliano: prima di pensare alla prossima stagione e all’eventualità di gareggiare a Riccione, devo pensare a guarire dai fastidi provocati dall’ernia del disco, altrimenti sarà una stagione dura come questa appena trascorsa. Poi chissà, magari intanto la famiglia si allargherà…vedremo!

Alfonsina: A  Riccione ho già avuto grandi soddisfazioni ai Mondiali del 2004, non so se l’anno prossimo riuscirò a gareggiare, ci sono altre priorità. Di certo tornerò più forte di prima da M40!

DSCN1190Pensate di dovere gratitudine al nuoto master che vi ha fatto incontrare oppure credete nel destino e siete convinti che oggi sareste insieme anche senza il nuoto in comune?

Massimiliano: forse senza il nuoto non ci saremmo mai conosciuti. Ma a me va di pensare che un giorno le nostre strade si sarebbero comunque incontrate!

Alfonsina: Senza il nuoto sarebbe stato praticamente impossibile conoscerci però mi piace tanto la risposta romantica del mio amore!

Massimiliano Quagliani chiude questa intervista ringraziando il suo primo istruttore e poi allenatore, Fabrizio. La prima volta in acqua all’età di 4 anni fu con lui. Grazie alla sua pazienza e alla sua tenacia ho amato questo sport. E continuo a farlo.

Alfonsina ringrazia  invece i suoi genitori e suo fratello che l’hanno sempre sostenuta nella vita e nel nuoto. Si sa, lo sport è fatto di gioie e dolori, loro ci sono sempre stati.

La prossima settimana conosceremo la storia di Cristiana Scaramel e Diego Villani, meglio conosciuti come “Crissy & Villo”, entrambi atleti della neo Milano Nuoto Master, ex Corsico Nuoto Master!

Non mancate alla prossima puntata di questo “speciale coppie master”.

Paco Clienti

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine